Serata amara per la BCC Agropoli. Dopo tre vittorie consecutive, arriva lo stop casalingo contro Siena

BCC Agropoli – Mens Sana Siena 1871:73-80
Parziali: 1Q 12-18; 2Q 21-21; 3Q 16-15; 4Q 24-26.

BCC Agropoli: Santolamazza 2, Roderick 16, Carenza 3, Tavernari 12,
Trasolini 21, Di Prampero 15, Bolpin 2, De Paoli, Bovo, Guaccio, Romeo
2, Spizzichini. Coach: Paternoster.

Mens Sana Siena 1871: Diliegro 13, Borsato 10, Ranuzzi 6, Roberts 15,
Cucci 8, Bryant 23, Marini, Bucarelli 5, Udom, Campori. Coach: Ramagli.

Arbitri: Borgo, Pecorella, Pilati.

Note: spettatori circa 1000.

Non riesce il poker in campionato alla BCC Agropoli che perde al
PalaDiConcilio contro la Mens Sana Siena 1871 per 73-80 (Parziali: 1Q
12-18; 2Q 21-21; 3Q 16-15; 4Q 24-26). Non è stata la serata migliore per
la squadra di coach Paternoster che non è riuscita a proseguire nella
scia positiva. Si capisce subito che non sarà una gara semplice per la
BCC. Roderick firma l’unico vantaggio della partita (6-5), poi tanti
errori al tiro per tutta la sfida, confermati da percentuali inusuali
per la squadra allenata da Antonio Paternoster. Siena, trascinata da
Bryant, affonda facilmente. Le triple di Borsato, Roberts e Cucci
regalano il primo break di +7 (6-13). Quindi, la squadra di Ramagli
allunga ulteriormente, costringendo coach Paternoster a chiedere il
primo time-out della gara. Santolamazza e compagni provano a ricucire
immediatamente lo strappo, ma la serata di grazia dei senesi al tiro è
confermata da un’altra tripla. Il primo quarto si chiude con due punti
dalla lunetta di Di Prampero, bravo a rubare la palla a Bryant ed a
prendersi il fallo. Si riprende dal 12-18 e, con un Bryant sempre più
incisivo, il Siena si porta sul +12 (15-27). Trasolini segna i primi due
punti personali, ma Siena continua a bucare la retina con facilità.
Dalle parte opposta, la BCC risponde con una bomba di Di Prampero, una
delle pochissime triple realizzate dai delfini. Le due squadre
raggiungono il bonus dei cinque falli, portando diversi giocatori sulla
lunetta. Nel finale del primo tempo, i cilentani accorciano e si portano
sul -4 (33-37). Siena risponde e si va al riposo sul -6 (33-39). Il
copione non cambia nella ripresa. Gli ospiti si riportano sul +12
(35-47). Trasolini e Tavernari provano a suonare l’ennesima sveglia
della serata, riducendo ancora una volta lo svantaggio a -6 (44-50).
Diliegro tiene dalla lunetta Agropoli a debita distanza, ma i cilentani
si rifanno ancora sotto con Carenza e Trasolini (49-53) ad un minuto
dalla fine del terzo quarto, che si chiude 49-54. L’ultimo quarto si
apre con due punti di Di Prampero. Ma non è serata. Due bombe di Roberts
e Bryant ricacciano Agropoli a -7 (53-60). La forbice si allunga
ulteriormente e la tripla di Borsato sancisce il +11 (54-65). Roderick
va schiacciare e porta Agropoli sul 58-67. Ma l’ennesimo tentativo di
rimonta viene respinto da Siena, che raggiunge il +14 (59- 73) a tre
minuti dalla fine. L’Agropoli non molla e reagisce con veemenza. Di
Prampero e Trasolini mettono paura al roster avversario, portando i
delfini sul -4 (71-75). Ma anche questo ennesimo tentativo di rimonta
agropolese viene respinto dal Siena che vince al PalaDiConcilio per
73-80.

Dichiarazioni:

Antonio Paternoster (coach) – “C’è sempre grande amarezza quando si
perde, soprattutto se poi accade in casa dinanzi ai nostri impagabili
tifosi. Faccio in primis i complimenti ai nostri avversari che hanno
meritato la vittoria. Non c’è stata la solita grinta da parte nostra. E
poi abbiamo pagato una serata no al tiro, la maggiore fisicità dei
nostri avversarie e la poca brillantezza di alcuni giocatori nell’ultimo
quarto. Tuttavia, c’è da dire che il nostro primo obiettivo stagionale,
la salvezza, è stato raggiunto e che abbiamo ancora cinque partite per
regalare un traguardo importante a questa società ed a questi tifosi
straordinari. Parlo ovviamente dei play-off che meritiamo per il
campionato che stiamo facendo. Adesso ricarichiamo subito le pile e
pensiamo ad affrontare le ultime cinque gare restanti con la massima
concentrazione”.

Jonathan Tavernari (giocatore) – “Faccio innanzitutto i complimenti al
Siena perché solo poche squadre (tre) sono riuscite a portare via i due
punti dal PalaDiConcilio. Per quanto riguarda la prestazione, non
parlerei di stanchezza fisica perché siamo dei professionisti. Stasera
sono mancati grinta e cuore e ciò non accadrà più. Grazie ai nostri
tifosi che , nonostante una serata no, ci hanno sostenuto fino alla
fine. Adesso è il momento di dimostrare realmente chi siamo: se la
squadra che è stata capace di conquistarsi la Coppa Italia o quella
vista nel periodo tra dicembre e gennaio! Sicuramente non vedrete più
questa mancanza di grinta, voglia. Giocheremo le prossime cinque partite
come delle finali per ottenere il traguardo dei play-off, che per la
stagione che stiamo disputando meritiamo”.

Antonio Vuolo

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author