Serie A: Claudio Tommasini ed Alessandro Giuliani a “Cestisticamente Parlando”

La guardia della Pasta Reggia JuveCaserta Claudio Tommasini ed il GM dell’Enel Brindisi Alessandro Giuliani sono intervenuti a “Cestisticamente Parlando”, il magazine settimanale di Radio PRIMARETE Caserta (95.00 Mhz F.M. Oppure in streaming su www.radioprimarete.it) in onda ogni martedì dalle 19,35 alle 20,55, condotto in studio da Francesco Gazzillo, Rosario Pascarella, Sante Roperto ed Eugenio Simioli (con la regia di Imma Tedesco).

Claudio Tommasini:

Palamaggió sesto uomo della Juve?

Lo abbiamo sentito tantissimo, sono rimasto stupito e impressionato dall’ambiente. Anche sotto di 14, sono riusciti a darci una grande carica, un’energia e una grinta che non mi aspettavo.

Com’è il clima con Esposito?

Ora il clima è sereno e serio, ma riusciamo anche a divertirci, cosa che prima con Zare e Lele non accadeva.

Quante partite bisogna vincere per cercare di salvarsi?

Noi cerchiamo di vincerne quante più possibili, ma dipenderà ovviamente tutto dipenderà anche dai risultati di Pesaro!

Come la vedi domenica a Brindisi?

Loro sono una squadra molto atletica, dal grande talento, che mette molta energia nei 40 minuti. Noi andremo lì a giocare la nostra partita e se avranno dei cali di tensione proveremo ad approfittarne!

Cosa è cambiato con l’arrivo di Domercant?

Sicuramente sapevamo che tipo di giocatore sarebbe arrivato, non è accentratore ma toglie sicuramente molta pressione a noi esterni e da più fiducia nei nostri giochi di attacco.

Che ne pensi del tuo cambio di ruolo? 

Adesso sto molto meglio fisicamente, riesco a difendere più duro sulle guardie, visto che sui playmaker facevo davvero molta fatica. Spero di ritrovare ora più continuità al tiro e tornare a segnare.

Vivi lo spogliatoio e l’extra-basket con Michele Vitali: come lo vedi?

Sta tornando ad essere il giocatore importante che tutti conosciamo. Ha passato un momento molto difficile, soprattutto per i guai fisici che ha subito, ma adesso, tanto anche grazie al pubblico, sta recuperando fisicamente e psicologicamente e sta giocando molto bene.

*************************************************************

Alessandro Giuliani:

Domenica avete vinto una bella gara a Pesaro?

Si, anche se nell’ultimo quarto abbiamo avuto parecchi problemi di falli e siamo stati costretti a giocare con quintetto atipici (anche con Delroy James da 5), ma siamo comunque riusciti a controllare il rientro di Pesaro, gestendo bene il finale.

Ora arriva Caserta, ultima in classifica: come immagini la partita?

Caserta in questo momento sta rimettendo in piedi la squadra fatta in estate. È in fiducia, ha due vittorie consecutive, e avrà sicuramente meno pressione addosso rispetto alla partita con Roma. E’ quel tipo di partite che rischia di diventare difficile.

Dove pensate di poter arrivare quest’anno?

Il nostro obiettivo è andare avanti il più possibile in Eurochallenge, facendo fare una buona figura al movimento italiano, e passare il primo turno dei playoff in campionato; in Coppa Italia proveremo a stupire!

Squadre rivelazioni e delusione dell’anno?

La rivelazione è sicuramente Trento, una squadra molto organizzata che sta crescendo molto bene, ha un contesto sano, un bel palazzo e c’è tanto entusiasmo. E’ una piazza dove si è già vinto uno scudetto con la pallavolo e con il roster affidato a Buscaglia – con il giusto mix tra italiani e stranieri – sta recuperando entusiasmo anche al basket. Altra squadra rivelazione credo sia Cremona che è stata costruita come noi lo scorso anno: un ottimo allenatore come Pancotto e giocatori futuribili. Le delusioni: sicuramente Caserta, ma anche Cantù, in campionato, sta raccogliendo meno di ciò che sperava.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author