Serie A: Virtus Bologna, Saclà è il secondo main sponsor

Sport e cibo, binomio vincente. Sacla’, azienda piemontese leader nell’arte conserviera e nell’innovazione culinaria, fa un tiro da tre punti siglando l’accordo di sponsorizzazione con la squadra di pallacanestro Virtus Bologna di cui sarà secondo sponsor per la stagione 2015/2016.

La novità di quest’anno va ben oltre la conferma dell’impegno della stagione precedente: Sacla’ comparirà infatti come secondo sponsor del club, aggiudicandosi la in una posizione di rilevante importanza sul fronte della maglia dei giocatori.

Sacla’ è legata a momenti gloriosi della storia della pallacanestro italiana piemontese: con questo abbinamento, infatti, la Libertas Pallacanestro Asti salì in soli cinque anni dalla Serie D alla A, e il presidente Carlo Ercole poté festeggiare nel 1973 la finale di Coppa Italia seguita l’anno dopo dal sesto posto in campionato. Dalla fusione tra Libertas e Auxilium Agnelli Torino nacque inoltre la squadra che nel 1974-75 conquistò la promozione dalla A2 appena costituita alla A1.

Il ritorno al mondo del basket è recente: nel campionato appena concluso, infatti, Sacla’ è stata partner di Virtus Pallacanestro nella Serie A Beko.

Siamo entusiasti di associare il nostro marchio ad una realtà vincente come la Virtus. Commenta Chiara Ercole, Vice Presidente della F.lli Saclà S.p.A. – La Saclà ha un legame storico con il basket italiano e da sempre una passione per il mondo e i valori trasmessi dallo sport. Oggi scegliamo di riavvicinarci al basket anche per la nostra attenzione crescente nell’offrire ai consumatori prodotti che conciliano gusto e benessere, facendoci quindi portavoce di uno stile di vita sano e di un concetto di benessere a 360 gradi.

Ci sentiamo vicini al mondo Virtus per la passione di tutti coloro che ne fanno parte, un mondo che come noi guarda al futuro con entusiasmo, traendo forza e orgoglio dalla propria storia.”

Sono molto felice che un grande marchio come Sacla’ abbia deciso di legarsi a noi ancora più strettamente”, commenta Renato Villalta, presidente di Virtus Pallacanestro Bologna. “Per noi è un importante riconoscimento al lavoro svolto fin qui, e uno stimolo ad impegnarci sempre più intensamente nel progetto che abbiamo in mente. E’ un momento che mi riempie d’orgoglio, anche perché intensifichiamo i rapporti con un’azienda che ha una storia significativa nel basket, fin dai tempi in cui la Virtus era guidata dall’Avvocato Porelli, e più in generale nello sport italiano. Colgo l’occasione per ringraziare Alcisa, che ci è stata accanto in queste stagioni e passa il testimone, e la posizione sulla canotta ufficiale della squadra, proprio a Saclà”.

Nata da un’idea imprenditoriale di Secondo Ercole nel 1939 ad Asti, Sacla’ è attualmente l’azienda leader in Italia nel settore delle conserve vegetali: ancora oggi a conduzione famigliare, l’azienda è guidata dalla seconda e dalla terza generazione della Famiglia Ercole; è leader nel mercato delle olive, del sottaceto e del sottolio ed esporta i propri condimenti pronti per pasta (pesto, sughi rossi, etc) in oltre 40 paesi in tutto il mondo, esaltando costantemente la cultura e i prodotti tipici dell’arte culinaria italiana.

Virtus Pallacanestro Bologna è una delle società più blasonate della pallacanestro italiana. La sua storia parla di 15 titoli italiani vinti (seconda soltanto all’Olimpia Milano), due Coppe dei Campioni/Eurolega, una Coppa delle Coppe, una Supercoppa italiana, 8 Coppe Italia, un’edizione dell’Eurochallenge e 20 titoli tricolori nelle categorie giovanili. Tra i grandi campioni che hanno indossato la mitica canotta con la V nera, tre hanno avuto l’onore del “ritiro” del numero: sul tetto dell’Unipol Arena, impianto di gioco della squadra, campeggiano il numero 4 di Roberto Brunamonti, il 5 di Sasha Danilovic e il 10 dell’attuale presidente Renato Villalta, che nessuno potrà mai più indossare.

Commenta
(Visited 142 times, 1 visits today)

About The Author