Serie A1 femminile: Passalacqua Ragusa, è semifinale play-off contro Napoli

E’ semifinale. Non è servita la bella tra Ragusa e Lucca, perché con una prova davvero maiuscola, le Aquile biancoverdi hanno violato il PalaTagliate con il punteggio di 45-69, battendo 2-0 il quintetto di coach Diamanti e superando il primo ostacolo dei playoff scudetto con pieno merito. Gorini e compagne hanno messo sul parquet tutto quello che serviva: grinta, gioco di squadra, intelligenza tattica ma anche una buona precisione al tiro (23 su 44 da due e 6 su 12 da tre) che unita all’ormai solita intensità difensiva ha fatto la differenza. Ma in mezzo, nella gara di ritorno disputata sul parquet toscano, da parte del quintetto ibleo c’è stata soprattutto grinta, tanto cuore e voglia di buttarsi alla caccia di ogni pallone. Certamente un buon viatico, in vista della semifinale che vedrà le ragusane opposte al Napoli di Roberto Ricchini, che ha liquidato in due turni San Martino, ribaltando anche il fattore campo. A differenza dello scorso anno si gioca al meglio delle tre partite. Si inizia mercoledì prossimo al Palaminardi con gara 1, quindi si rigiocherà sabato 18 sul parquet campano mentre l’eventuale bella si disputerebbe martedì 21 aprile ancora a Ragusa. Ora come non mai è il momento di colorare di verde l’impianto di contrada Selvaggio “il palazzetto che ha il pubblico più bello d’Italia – come ha detto ieri sera al termine della partita Jenifer Nadalin, intervistata su Sky Sport – e forse anche uno dei più belli d’Europa”. E il pubblico ragusano sa bene di potere riuscire a fare la differenza e di diventare un fattore importante. Insomma, a Ragusa ci si prepara a rivivere la fase più calda della stagione quando il Palaminardi ha visto uno storico sold out che ci si augura possa tornare presto a ripetersi. “Sono davvero soddisfatto del rendimento sia della squadra che delle singole – commenta coach Nino Molino – C’è stato un buon apporto da parte di tutte e questo è sicuramente importante. Adesso il pensiero va a già alla partita contro Napoli: sarà una semifinale dura, come è giusto che sia quando si resta tra le quattro migliori squadre di serie A1. In questo senso sarà importante recuperare qualcuna delle giocatrici che hanno problemi fisici, soprattutto nel reparto esterno, con Mauriello e Valerio che stanno lavorando a parte e Ivezic, il cui infortunio è da valutare”.

Commenta
(Visited 13 times, 1 visits today)

About The Author