Serie A1 femminile: Vigarano, Samantha Ostarello è la prima americana

Pallacanestro Vigarano è lieta di annunciare la scelta della prima giocatrice straniera che farà parte del roster della propria squadra per l’annata 2015/2016.

Si tratta di Samantha Marie Ostarello, nata il 24 Luglio 1991, ala/pivot di 189cm, cittadina americana, risiede a Ft. Pierre in South Dakota (Usa).

Così come Rae Lin D’Alie, pur essendo entrambe americane al 100%, è chiaro il filo conduttore con il nostro paese, come si può intuire dal proprio cognome. Laureata in Movement and Sport Sciences, la nostra Facoltà di Scienze Motorie, Samantha è un’atleta con la A maiuscola. E’ stata più volte campionessa di salto in alto, in lungo e salto triplo, con una grande passione per l’atletica dove ha conquistato anche diverse medaglie nel proprio Stato e molti riconoscimenti.

La sua carriera nella pallacanestro parte dal liceo, la Stanley County High School lì viaggia a 22pt + 14r + 5,1ast che le danno l’inserimento quale McDonald’s All-American, tra le migliori liceali del paese.

Si sposta quindi a Purdue University, college della Big Ten Conference, all’interno della Div.1 NCAA. Con i Boilermakers completa tutto il quadriennio accademico, migliorando anno dopo anno le proprie cifre e ritagliandosi uno spazio sempre maggiore, quale grande riferimento per la squadra. In particolare nel suo anno da senior chiude in doppia di media con 10pt e 10reb a gara con il 48% al tiro in circa 30 minuti di utilizzo con 1,2 stoppate ad incontro.

Chiusa l’esperienza universitaria arriva a giocare in Europa, prima nella seconda divisione turca, campionato in cui ha subito grande impatto (19,1pt + 18,6r + 3,6ast in 37,1min con il 43%). Nella passata stagione la chiamata dal Kara Trutnov, dove è protagonista in A1 Ceca. Sam Ostarello chiude le 34 partite giocate ancora in doppia doppia: 15,1pt + 12,3reb, risultando nella valutazione la migliore giocatrice del club (22,0val).

Per caratteristiche tecniche Ostarello è una giocatrice particolarmente verticale, atletica, ottima rimbalzista per qualità di salto e tempo. E’ in grado di mettere la palla per terra con efficacia, può sfruttare in maniera costante il contropiede ed il gioco in velocità. Ha centimetri, braccia lunghe e senso della stoppata. Lo staff tecnico ha da subito apprezzato le sue caratteristiche che unite a quelle delle compagne potranno ben sposarsi all’interno del progetto tecnico.

Fuori dal campo è una giocatrice molto solare che non ha paura di conoscere nuove situazioni e nuovi paesi. Leader in campo e fuori, è stata membro nel consiglio studentesco ai tempi dell’Università. Ha partecipato a numerose attività di volontariato, sia in favore della propria città, che all’interno di gruppi di sostegno e mense per i meno fortunati. Nel tempo libero ama molto anche la musica, dove è in grado di suonare diversi strumenti musicali come il clarinetto, il sax, l’oboe o la batteria.

Oggi diamo il benvenuto a Samantha Ostarello, per tutti Sam, che sarà la prima americana per la nuova stagione della Pallacanestro (la seconda considerando D’Alie che ricoprirà lo slot comunitario essendo italiana, ma non di formazione). Ecco l’introduzione di Coach Savini.

Parto da una prima considerazione. Il mercato straniero è ovviamente sconfinato, potendo prendere in esame qualunque nazionalità; questo apre di fatto le porte a scelte pressoché infinite: ciò può essere un vantaggio, ma anche un limite. E’ vero che la scelta è maggiore, ma di contro è altrettanto vero che ci sono tanti competitors in più. Gareggiare con mercati molto ricchi come Spagna, Francia, Russia, Turchia è complicato per squadre molto più blasonate di noi; figuriamoci per il nostro club che ha risorse limitate e guarda con occhio attento il proprio bilancio per poter rispettare ogni singolo impegno preso. Con la società ci siamo dati delle linee e delle caratteristiche da seguire circa la scelta della lunga che avevo in mente. Sono molto contento dell’arrivo di Ostarello che ha scelto noi rinunciando anche a offerte superiori per venire a mettersi in discussione in Italia. Per qualità tecniche è una giocatrice molto dinamica, corre bene il campo, passa ottimamente la palla, ha una verticalità impressionante. Sui social si vede un video in cui schiaccia in allenamento ad altezza regolare. Ovviamente non è per queste giocate spettacolari che abbiamo puntato su di lei, ma riteniamo che sia un buon tassello nel mosaico che stiamo andando a costruire. Dopo quattro anni in un college quotato come Purdue, nella Big Ten Conference, la sua carriera da professionista è partita dalla Lega 2 in Turchia dove ha dominato il campionato; quindi lo scorso anno la massima serie in Repubblica Ceca con cifre di assoluto rilievo. Ora l’avventura in Serie A1 italiana, step superiore e successivo che sono sicuro Sam potrà fare. Il nostro pubblico amerà le sue giocate di energia e atletismo, giocheremo un basket veloce e intenso, divertente. Ora ci concentriamo sul secondo innesto straniero, una giocatrice con punti nelle mani e leadership nei momenti caldi, ho giusto una montagna di nuovi filmati da visionare con il mio staff…

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author