Serie A2 femminile: Carpedil, che turbo! Seconda vittoria di fila, piegato l’Astro Cagliari a Matierno

Finalmente. Seconda vittoria consecutiva per la Carpedil Salerno, che vince la sua prima partita della stagione tra le mura amiche battendo l’ostico Astro Cagliari in una partita equilibrata ed avvincente. Fin qui soltanto fuori casa le salernitane erano riuscite a far punti, ora l’iniezione di fiducia verso la permanenza in A2 è ancor più forte.

Singolare l’episodio capitato alle atlete dell’Astro Cagliari, loro malgrado giunte al PalaSilvestri con notevole ritardo a causa di un guasto all’autobus che ha tenuto la squadra sarda bloccata a Sarno. Fattiva la collaborazione della stessa Carpedil Salerno, che ha inviato delle auto private per recuperare le avversarie e condurle quanto prima sul parquet di Matierno per consentire il regolare svolgimento dell’incontro.

Si gioca. Punto a punto durante tutto il primo quarto, ritmi altissimi con Cagliari che si fa notare per l’intraprendenza sotto canestro di Ljubenovic, capace di guadagnare un notevole numero di falli. Salerno risponde prevalentemente dalla distanza (5 triple totali nel periodo) e chiude avanti 21-19 i primi 10’. Alla ripresa delle ostilità le ragazze di Falbo riescono ad andare sul +8, per poi accusare però un blackout a metà quarto che coincide con l’uscita di Insfran per un colpo al labbro e consente alle sarde, guidate dall’esperta Martellini, di rimontare e sorpassare le padrone di casa: parziale di 2-20 nei sette minuti che precedono l’intervallo lungo, roba da sgridata colossale negli spogliatoi. Che arriva, puntuale, da parte di Falbo. Alla ripresa l’effetto si vede: Carpedil più pimpante, a tratti incontenibile De Mitri, che spesso e volentieri costringe le avversarie al fallo. A fine partita risulterà top scorer delle sue. Ma grazie al gran carattere di tutte Salerno rosicchia punti, doma l’ex di turno Fidossi e chiude a -3 il terzo quarto. Ultimo periodo col turbo: le campane sfoderano una pallacanestro gagliarda, grazie anche a una migliore condizione atletica e a strepitose giocate difensive di Insfran e Dentamaro. Rimonta completata, 62-60 il finale e Astro raggiunta in classifica a quota 4. La salvezza non è un miraggio.

Insaziabile coach Falbo: dal suo arrivo due successi in tre partite. “Ma m’aspettavo di più sotto il profilo della prestazione – sottolinea – Sono ovviamente soddisfatto per il risultato, ma abbiamo avuto un blackout nei minuti senza Insfran, nostra colonna portante. A oggi i risultati ci danno possibilità di lavorare con più serenità. Dobbiamo ancora recuperare la gara di Milano, il cammino è ancora lungo. De Mitri rivelazione? Sì, ha dato tanto equilibrio alla squadra. Bene anche Maggiore che ha ricambiato la mia fiducia”.

TABELLINO – CARPEDIL SALERNO-ASTRO CAGLIARI 62-60 (21-19; 31-41; 50-53)

CARPEDIL SALERNO: Valerio 11, Assentato ne, Insfran 13, Carcaterra, De Sanctis ne, Viale, Dentamaro 2, Maggiore, Ardito 11, Braida 8, De Mitri 17. Coach: Falbo

ASTRO CAGLIARI: Ljubenovic 22, Pacilio 13, Martellini 12, Laccorte 7, Cirronis ne, Ganga 2, Gambino ne, Canalis ne, Cavalieri ne , Fidossi 4. Coach: Zedda.

Arbitri: Russo di Venafro (IS) e Padovano di Ruvo di Puglia (BA)

Note: uscita per 5 falli Fidossi (A). Rimbalzi: off 13-3, dif 23-31.

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author