Serie A2 femminile: Castel Carugate, la salvezza è sempre più vicina

Castel fa valere il fattore campo e regola con autorità anche Viterbo, sesto successo consecutivo, prosegue la striscia vincente che dura ormai dal 17 Gennaio, quando fu espugnato il campo di Alghero. Le laziali, arrivate a Carugate con ampio anticipo, dopo una lunga trasferta di oltre 500 km, ci vogliono provare e nel primo quarto la bulgara Yordanova trascina le sue compagne punto a punto, con una Castel che replica con le bombe di Frantini e le penetrazioni di Giunzioni che aprono la difesa avversaria. 12-12 la prima frazione, che vede però molti errori dal piturato di Carugate, che sbaglia clamorosamente almeno quattro conclusioni facili. Passano a zona le biancoazzurre ed è la mossa vincente per limitare la straniera di Viterbo, fino a quel momento difficilmente marcabile. 32-20 alla fine del quarto con Carugate che lancia il primo break della giornata, che poi sarà quello vincente. Nella ripresa Viterbo inizia con il piede giusto, Romagnoli piazza la bomba del -9 ma poi la squadra di coach Scaramuccia si blocca improvvisamente. Solo due liberi ed un canestro sul finale di tempo e Carugate prende il largo superando i venti punti di scarto, mettendo il risultato al sicuro. 48-27 il parziale. Negli ultimi 10’, meritato riposo per Stabile e le altre ragazze partite in quintetto, ma la Castel non molla nemmeno con le seconde linee, anzi, aumenta ancora il distacco, Minervino e Robustelli gestiscono al meglio il gioco, con Cerizza, 16 anni che sostituisce De Gianni per gli ultimi 14 minuti, tiene bene anche lei il campo sia contro l’altra giovane pivot di Viterbo Ndaye, sia poi contro la più titolata Chimenz. Il finale 65-38 forse penalizza troppo Viterbo, le lunghe trasferte lasciano il segno e le laziali pagano più in stanchezza che non sul livello tecnico. Claudia Giunzioni MVP dell’incontro, 18 punti ( 5/9 2/4 2/2 ) atleticamente incontenibile per le guardie della Ants, Frantini ritrova la mano calda da tre (3/6 ) Robustelli ritrova invece il ritmo partita ( 12minuti ma 5 punti e 10 di valutazione ). Ora la classifica vede Carugate a quota 8 dopo 4 giornate con Albino e Selargius a ruota con 4 punti ma una partita da recuperare per entrambe. Prossimo impegno la complicata trasferta in Sardegna contro le cagliaritane di Selargius, che nella prima fase persero a Carugate ma ci sconfissero sul loro parquet.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author