Serie A2 femminile: Geas Basket, battuta d'arresto contro Ariano

Sconfitta sanguinosa per il Paddy Power Geas, che perde l’imbattibilità stagionale interna lasciando la vittoria per 59-50 ad un volitivo Ariano Irpino a causa, soprattutto, di un vistosissimo e inedito blackout nel terzo periodo: solo due i punti segnati in un parziale da 12-2 per le avversarie guidate da Chesta e Madonna (33 punti in due). La battuta d’arresto dimezza il vantaggio in classifica delle rossonere sulle immediate inseguitrici, con Ariano Irpino e Bologna risalite a soli 2 punti di ritardo. Non è un luogo comune: queste partite sono spesso le più insidiose sul piano della concentrazione e della determinazione: un’evidente mancanza di aggressività e lucidità collettiva si è sommata alle gravi assenze di Kacerik e Barberis. La sconfitta non rappresenta di certo il miglior viatico alla final four di Coppa Italia in programma il prossimo weekend a Rimini, ma questo Geas ha già dimostrato di saper reagire a momenti difficili. Del resto si tratta solo della terza sconfitta stagionale, un bottino ancora più che buono.
“Di sicuro – commenta coach Zanotti – non abbiamo giocato una buona partita: nel primo tempo, nonostante un gioco non spumeggiante, abbiamo comunque fatto bene in attacco e trovato il canestro con regolarità. Poi un blackout, anche abbastanza inspiegabile: abbiamo subito la maggior voglia ed energia di Ariano Irpino, cui vanno fatti i complimenti per una partita coraggiosa e concreta. Noi abbiamo subito troppo, sbagliando in attacco per eccessiva fretta o per poca lucidità. Spiace, soprattutto perché dopo una buona settimana di allenamenti non mi aspettavo una prestazione così. Da questa sconfitta dovremo acquisire informazioni utili per non ripetere prestazioni del genere: certo è che questa era una buona occasione per staccare ulteriormente Ariano e per tenere a distanza tutte le altre, l’abbiamo sprecata ma nulla è ovviamente perduto”.
La partita del Geas inizia con un parziale di 6-0 firmato da Laterza (che di lì a poco sparirà quasi dalla partita per problemi di falli) e Tognalini, la migliore fra le rossonere. L’ottimo inizio delle lunghe geassine non sorprende però le ospiti, capaci di impattare sul 6-6 dopo pochi minuti. Protagonista è Chesta, che riporta la sua squadra a contatto. Il Geas sa ripartire e ricomincia a costruire e a segnare con Arturi e ancora con un’ispirata Tognalini, già a quota 8 (e 6 rimbalzi) dopo 9’ di gioco. Il primo periodo si chiude sul 17-10 dopo la tripla della capitana Arturi.
A inizio secondo periodo la coriacea Ariano Irpino si rifà sotto, dimostrando di avere punti nelle mani con Chesta e Madonna (20-19). Le rossonere hanno però molto dalla panchina e soprattutto da Galli, che entra in campo e piazza un terrificante 3/3 dalla lunga distanza. Ariano risponde però colpo su colpo, mettendo in partita Tay Madonna, che chiuderà il primo tempo sfiorando la doppia cifra (9 punti). A chiudere meglio è però il Geas, che ha 12 punti da Tognalini e 7 da Laterza, penalizzata però da 3 falli commessi. Anche grazie alla netta supremazia a rimbalzo (26-15 per il Geas) si va al riposo sul 34-28.
Il terzo periodo è però un buco nero le rossonere, che in 10’ di gioco riusciranno a segnare solo 2 punti, con Tognalini, lasciando il gioco completamente nelle mani delle ospiti. Ariano, grazie a Chesta e Madonna, approfitta del vistoso calo mentale delle rossonere, completamente bloccate in attacco e pochissimo reattive anche in difesa. Le ospiti segnano 12 punti, non tantissimi ma sufficienti per passare sul +4 a fine terzo periodo. La situazione per le ragazze di coach Zanotti è complicata dai 4 falli a testa di Laterza e Tognalini, particolarmente gravi vista l’assenza di Barberis e di Bonomi, le altre due lunghe in squadra.
Nell’ultimo periodo Tognalini e Arturi lanciano gli ultimi tentativi di rimonta, ma le ospiti concretizzano e aumentano il proprio vantaggio grazie a una inarrestabile Chesta e a Elisa Mancinelli, svegliatasi nell’ultimo periodo e capace di mandare a segno 7 punti negli ultimi 10’. Il k.o. è scritto e meritato.
Ora il campionato osserverà una settimana di pausa, cosa che al Geas non accadrà: l’appuntamento è infatti per sabato prossimo a Rimini, ore 20.45, per la semifinale di Coppa Italia contro Magika Castel San Pietro.

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author