Serie A2 femminile: Geas Basket, Magika passa al PalaNat

Niente da fare per il Paddy Power Geas che non sfrutta il match point di gara2 contro Magika, lasciando la vittoria alle ospiti e rimandando a gara3 il verdetto promozione. Una sconfitta che brucia, perchè dopo una partita iniziata benissimo, con un parziale di 10-3, le rossonere si sono trovate a rincorrere per tutti i 40’, rimettendo in piedi nel finale una gara in cui lo svantaggio ha superato più volte la doppia cifra. Negli ultimi secondi la tripla di Mazzoleni e il 2/2 dalla lunetta di Tognalini avevano portato il parziale sul 51-51; poi la gita in lunetta di Ballardini, gli errori sul tiro del pareggio di Gambarini e Tognalini e la sconfitta che condanna il Geas a giocarsi tutto sabato prossimo nella decisiva gara3 a Castel San Pietro.
C’è poco da dire dopo una sconfitta così, che cancella in parte la gioia della vittoria di giovedì in trasferta. In ogni caso, proprio grazie a quella vittoria, le rossonere hanno un’altra possibilità di conquistare l’A1: “Stasera purtroppo non siamo scese in campo come in gara1 – commenta coach Zanotti – abbiamo avuto meno concentrazione, abbiamo peccato dalla lunetta e lasciato loro troppi rimbalzi decisivi per secondi tiri che alla fine ci hanno punito. Poca pazienza e poca freddezza non ci hanno consentito di scapparmvia dopo il primo parziale di 10-3, cosa che poi abbiamo pagato. Abbiamo sbagliato in difesa, soprattutto sugli aiuti e sui tagli di Brunetti, mancando in difesa. Adesso niente è perduto: abbiamo qualche giorno per ricaricare le pile, abbiamo già dimostrato di poter vincere a casa loro e sabato partiremo col 50% di possibilità di passare”.
Sin dalla palla a due la tensione è subito alta: le rossonere dominano a rimbalzo, ma quattro perse consecutive limitano l’attacco geassino. Dopo il primo canestro di Barberis, seguito dal pareggio di Brunetti, le due squadre si bloccano fino all’arresto e tiro, con finta, di Arturi. Sul 6-2
Magika chiama timeout e i due coach ne approfittano per mettere in campo Gambarini e Tognalini da una parte, Mariella Santucci e Matic dall’altra. La zona di Magika crea problemi all’attacco di casa, che va però a segno con Laterza, brava a trovare un pallone vagante in area e a trasformarlo in due facili. La difesa funziona bene, Magika prende solo brutti tiri e chiude il primo periodo con solo tre punti a referto. Il Geas trova invece il canestro del 10-3 col 2/2 dalla lunetta di Arturi.
Nel secondo periodo Magika schiaccia il piede sull’acceleratore e, con un pressing a tutto campo, rimonta: subito tripla di Santucci, poi ½ di Barberis dalla lunetta. Poi è solo Magika: Brunetti e Ballardini sfruttano due amnesie a rimbalzo difensivo delle geassine, Santucci piazza una tripla in transizione che fa malissimo al Geas, ora sotto di 3 punti (11-14). Il parziale di Magika si allunga fino al 13-0 con la penetrazione di Santucci. Le geassine si sbloccano con una penetrazione rabbiosa di Gambarini, ma un nuovo 5-0 firmato da Vespignani ricaccia indietro le rossonere, completamente bloccate dal ritmo difensivo di Magika e incapaci, finora, di trovare un gioco efficace in area. Poi il canestro di Tognalini, che ridà ossigeno alle geassine, punite però dal canestro di Franceschelli (15-23). Provvidenziale, negli ultimi secondi, la prodezza di Gambarini, che entra, segna e subisce il fallo, concretizzando il gioco da tre punti che manda le squadre all’intervallo sul 18-23.
Dopo l’intervallo le geassine rientrano bene e trovano il canestro con Arturi, brava a farsi trovare in angolo per il canestro del -2. Magika ripropone la zona, Brunetti va ancora a segno seguita da Ballardini, che ricaccia indietro il Geas con la tripla del -6 (22-28). Per le avversarie arriva il terzo fallo di Vespignani, il Geas schiera la zona 2-3 e prende ritmo in attacco: Gambarini manda a segno un altro arresto e tiro, Arturi piazza un’altra bomba e il Geas finalmente impatta sul 28-28. Magik risponde però con la tripla di Franceschelli, impedendo il sorpasso alle rossonere e dando il via a un parziale di 8-0 firmato da Ballardini e Vitari, che manda a segno una tripla a pochi secondi dall’ingresso in campo. Troppi passaggi e poche e trate, con Magika in bonus da tre minuti, bloccano il Geas, che però nel finale di quarto ha uno scatto d’orgoglio andando a segno con Barberis e Laterza 32-40). Brunetti e Tognalini segnano gli ultimi canestri dal campo, col punteggio che dice 36-42.
L’ultimo quarto è un concentrato di tensione fin dal primo secondo: Gambarini segna in arresto e tiro, Brunetti è di nuovo sola sotto canestro per il 38-44, ma il bel taglio sotto canestro di Barberos dà speranza al Geas (40-44). Un canestro di Laterza porta il Geas a un possesso di distanza, Santucci e Brunetti però continuano a bucare la difesa geassina e la rimonta non si concretizza. A 2’ dalla fine ancora Brunetti sfrutta le incertezze della difesa geassina, lanciando Magika verso la volata finale. A ridare speranza al Geas arriva la gran tripla di Mazzoleni, che a 32’’
dalla fine roportamol Geas a -2 (49-51). Dopo una serie di azioni confuse Tognalini va in lunetta e fa 2/2, imitata poco dopo da Ballardini. Nell’ultima azione, sugli errori di Gambarini e Tognalini, si spengono le speranze geassine: vince Magika 51-53, serie sull’1-1 e bella in programma sabato prossimo a Castel San Pietro.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author