Serie A2 femminile: Mcs da applausi, la difesa bunker preserva il secondo posto

Questa volta cade anche il Pala Cardito. La Mcs espugna il proprio parquet conquistando il quinto successo in poule promozione, il primo tra le mura amiche. La vittoria su Broni conferma le ufitane al secondo posto a sole due lunghezze di distanza dalla capolista Geas ed a pari punti con Ferrara prossima avversaria nel big match in programma domenica sul Tricolle. La formazione di coach Ferazzoli strappa applausi, dopo un avvio difficile si esalta con il marchio di fabbrica delle ultime uscite la difesa. Mancinelli è l’mvp di un match che ha visto la perugina e Santabarbara protagoniste in uscita dalla panchina. Broni nonostante la rappresentanza dei suoi Viking al seguito non è riuscita a mettere in campo tutto il proprio potenziale offensivo: decisivo il 3/30 dall’arco delle pavesi in cui ha brillato Georgieva (16 punti ma con 5/14 dal campo). Unica nota stonata: il problema al polpaccio per Chesta uscita anzitempo nell’ultimo quarto. Se ne saprà di più in settimana.

LA GARA – L’avvio è tutto per le ospiti. Ariano ci mette un po’ a carburare e le pavesi prendono il largo in un amen (1-9 al 4’). E’ Mancinelli a cambiare l’inerzia al match. Dal 7-14 dell’8’ grazie all’unica tripla di Accini, si passa al 16-14 al primo mini intervallo: il break della Mcs è frutto di una difesa da manuale e di un attacco in grado di far bene le cose semplici. Broni si affida a De Pretto per superare tra le linee l’energica zona avversaria. La circolazione di palla di Ariano è però efficace: arrivano due triple consecutive di Santabarbara. Ariano si esalta in transizione ancora con Santabarbara (27-23 al 16’). Corradini tiene in scia Broni, ma De Pretto fallisce due triple aperte. Sul fronte opposto Madonna, con due triple, e Mancinelli allargano la forbice all’intervallo lungo. La doppia cifra di Santabarbara vale il massimo vantaggio al rientro sul parquet (38-27 al 21’). Broni è più viva che mai. Le padroni di casa tirano il fiato. Risultato? Le ospiti rientrano perfettamente. Sono due canestri di De Pretto ad aprire un parziale di 11-0 chiuso dalla seconda tripla della serata di Corradini (38-38 al 27’). Nel momento più difficile arriva un gioco da tre punti di Maggi (43-40 al 20’). L’ultima frazione vale più del prezzo del biglietto. Concentrato di emozioni ed agonismo. Ariano allunga con decisione grazie a Maggi e Chesta (50-42 al 33’). Il destino riserva però una sorpresa amara: Chesta accusa un problema al polpaccio ed è costretta ad uscire. Con la sola Albanese sotto le plance, Ariano dimostra ancora una volta di saper soffrire concedendo a Broni solo il tiro dalla media di Corradini ed i liberi del totem Georgieva. Mancinelli mette il sigillo alla sua prestazione da mvp prima strappando un rimbalzo alla pivot avversaria e poi completando l’opera con la tripla della staffa (55-47 a 1’50”). Gli ultimi due liberi di Georgieva ed il canestro di Bonvecchio non trovano la replica di Ariano (55-51), ma una sciagurata palla persa delle pavesi a 44” dalla fine fa da preludio alle due gite in lunetta decisive prima di Vargiu e poi di Maggi.

MCS ARIANO IRPINO – OMC BRONI: 59-51

Mcs Ariano Irpino: Santabarbara 12, Madonna 12, Vargiu 4, Albanese 2, Chesta 8, Maggi 8, Dominguez 1, De Michele n.e., Mancinelli 12, De Luca n.e. Coach: Ferazzoli. Ass.: Calandrelli

Omc Broni: Rossi M., Georgieva 16, Fanaletti n.e., Accini 5, Borghi, Corradini 12, De Pretto 12, Bonvecchio 6, Vujovic, Bona. Coach: Sacchi. Ass.: Praro

Arbitri: Bernassola di Palestrina (RM) e Cardano di Roma

Parziali: (16-14); (36-27); (43-40)

Commenta
(Visited 11 times, 1 visits today)

About The Author