Serie A2 femminile: Pala Cardito trascinante, Mcs travolgente, primato e finale contro Torino

La Mcs si regala un’altra notte di gloria: davanti ad un Pala Cardito traboccante di entusiasmante le ragazze di coach Ferazzoli gettano nuovamente il cuore oltre l’ostacolo. Battono per la seconda volta in questa poule un’agguerritissima Sesto San Giovanni acciuffandola in classifica e chiudendo meritatamente al primo posto il proprio girone di poule. Difficile trovare una singola protagonista in una serata in cui Dominguez si è regalata una prestazione da mvp (17 punti, 6 rimbalzi e 5 palle recuperate), Madonna e Vargiu hanno piazzato canestri chirurgici, Mancinelli si è superata a rimbalzo, Maggi e Santabarbara si sono sacrificate in difesa, Albanese e De Luca hanno portato il loro mattoncino. Il sigillo è arrivato da Alejandra Chesta. Per l’argentina una gara di grande sacrificio condotta con esperienza ed applicazioni al cospetto delle lunghe avversarie, gratificata poi dalla tripla decisiva messa a segno a 10 secondi dalla fine. Il canestro del definitivo sorpasso che ha fatto esplodere il palasport arianese, già pronto per la serie di finale contro Torino (26, 30 aprile e 3 maggio queste le date della finalissima).

LA GARA – Ariano parte a tutta sotto gli occhi del ct della nazionale, nonché coach della Saces Napoli, Roberto Ricchini, giunto ad Ariano Irpino, accompagnato dal vicepresidente di legabasket Protani, per assistere all’ultimo atto della poule promozione. Dominguez è a dir poco on fire: l’argentina mette a segno 11 punti nei primi sei minuti. Ariano vola sul 9-0 dopo appena due minuti grazie anche ad una tripla di Vargiu (16-4 al 6’). L’inerzia sembra saldamente nelle mani delle padrone di casa ma lo scenario cambia di lì a poco. Madonna è costretta ad uscire per farsi fasciare una caviglia ed il naso di Dominguez per primo saggia i gomiti di Laterza che la mette ko. Stessa sorte, più tardi, toccherà al sopracciglio di Albanese. Arturi riduce il gap in chiusura di prima quarto ma le ospiti cominciano a far valere il loro peso sotto le plance con tre canestri consecutivi di Laterza. Il Geas trova i punti pesanti di una Barberis imprendibile sotto canestro. Le rossonere piazzano un terrificante parziale di 15-4 con cui mettono la freccia in chiusura di primo tempo (30-32 al 20’). E’ Arturi la protagonista con 10 punti a cavallo dell’intervallo lungo che valgono il massimo vantaggio ospite (30-37 al 23’). La Mcs è alle corde, ma come spesso è accaduto in questa poule promozione, trova la luce in fondo al tunnel. E che luce: 11-0 di parziale principiato da cinque punti di Madonna e proseguito da Chesta e Mancinelli. Quattro punti di Barberis tamponano l’emorragia, ma Ariano chiude in vantaggio all’ultimo mini-intervallo (45-43 al 30’). Il Geas continua ad avere buon gioco sotto le plance prima con Barberis e poi con Laterza. Sospinta dal Pala Cardito, le rossoblù tentano la fuga con una tripla di Mancinelli, con Chesta e Dominguez (52-47 al 34’). La reazione del Geas non si fa attendere. Barberis è dominante nel pitturato: Tognalini firma la nuova parità (52-52 al 36’). Il ritorno sul parquet di Vargiu vale la sua seconda tripla della serata (55-52 al 37’). La difesa di Ariano è un bunker, ma la Mcs fallisce sei match point con tiri aperti dalla media e lunga distanza. Barberis prova a gelare il Pala Cardito con il sorpasso a 26” dalla fine. Il pallone più caldo della stagione arriva nelle mani di Chesta: a 10 secondi dalla fine sgancia la tripla che vale il successo. Ariano non è in bonus ed i falli sistematici delle ospiti non riescono a sortire l’effetto sperato.

MCS ARIANO IRPINO – PADDY POWER S.S. GIOVANNI: 58-56

Ariano Irpino: Santabarbara, Madonna 10, Vargiu 8, Albanese, Chesta 10, Maggi 4, Dominguez 17, De Michele n.e., Mancinelli 7, De Luca 2. Coach: Ferazzoli. Ass.: Calandrelli.

Sesto San Giovanni: Bonomi B. n.e., Arturi 17, Tognalini 10, Kacerik 4, Galli, Picco n.e., Gambarini, Mazzoleni 2, Laterza 8, Barberis 15, Laterza 8, Giorgi, Beretta n.e.. Coach: Zanotti. Ass.: Rota.

Arbitri: Leggiero di Lecce, Lucarella di Leporano (TA)

Parziali: (16-9); (30-32); (45-43)

Commenta
(Visited 11 times, 1 visits today)

About The Author