Serie A2 gir.A femminile: Orange coraggiose ma sconfitte a Civitanova Marche

Parte con una sconfitta la seconda fase della stagione de Il Ponte Casa d’Aste. Cadono infatti le Orange a Civitanova Marche non dopo però aver lottato per tutta la durata della sfida in terra marchigiana. Paga il Sanga le assenze di Silvia Gottardi e Giulia Rossi (limitata a soli 8 minuti per un problema al collo) e cede nella ripresa alla superiorità a rimbalzo delle avversarie, oltre alla precisione di Gomes e Iannucci che trascinano Civitanova Marche al break decisivo.

LA GARA
Partenza subito in salita per Milano che non sfrutta buone opportunità in vernice con Calastri e Vujovic imprecise sottomisura, 8-4. Errori che proseguono anche nel tiro perimetrale nonostante qualche incursione di Giulia Maffenini, 18-11 il parziale al 10’. Sono Valentina Ruisi e Claudia Colli a dare la scossa alle Orange che hanno una fiammata promettente prima dell’intervallo, 20 i punti combinati a referto a fine gara per la coppia di guardie milanesi che ricuciono sino al meno 4, 40-36 il parziale all’intervallo. Dopo la pausa lunga il momento migliore delle ragazze guidate per l’occasione dal vice Maurizio Mazzetto, Bottari regge in cabina di regia, ed anche le lunghe sono più attente e coinvolte, è di Maffenini il meno 2, 50-48. E’però questo l’ultimo acuto delle Orange, arrivano i falli prematuri di Calastri e Colli. Delibasic è una sentenza in area colorata, al resto pensano ancora Iannucci e Gomes per il nuovo allungo delle padrone di casa, 66-50. Merito del Sanga di non mollare la presa, di Maffenini, Ruisi e Vujovic i canestri che evitano il tracollo, 73-64 il finale. Nel dopo gara capitan Gottardi, costretta al forfait per un problema alla caviglia ma presente in panchina per caricare le compagne, vede segnali positivi nonostante la sconfitta:” Non era sicuramente una partita facile, Civitanova è forse la squadra migliore insieme a noi del girone. Abbiamo avuto un inizio complesso, sbagliando tiri che in genere mettiamo sottocanestro. Le ragazze sono state brave a non perdersi d’animo, hanno giocato con più pazienza e coinvolgimento. Sia Ruisi che Colli hanno avuto un ottimo impatto, Bottari ha retto nonostante un avversaria dura e smaliziata come Gomes, brave tutte nel non mollare e nel cercare la rimonta. E’ un fattore importante quello di non abbattersi mai soprattutto in un’annata davvero sfortunata come questa. Abbiamo avuto molti infortuni e raramente siamo state al completo, ogni volta che siamo riuscite ad esserci tutte abbiamo sempre giocato alla pari anche contro squadre forti e competitive come Geas, Broni e Genova”.

Infa Fe.Ba. Civitanova Marche: Iannucci 20, Delibasic 18, Gomes 16, Manzini 10, Filippetti 9

Il Ponte Casa d’Aste Milano: Maffenini 21, Vujovic 14, Ruisi 11, Colli 9, Calastri 6, Bottari 2, Rossi 1

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author