Serie A2 Gold: 45' di passione e Torino arriva in finale playoff

Servono 45’ di grande intensità, determinazione e cuore alla Manital Torino per avere la meglio di una splendida Centrale del Latte Brescia, intenzionata in tutti i modi a riaprire la serie ma incappata in una grande prestazione della coppia Rosselli-Giachetti e di tutti gli atleti gialloblù, culminata sul 91-86 finale. Proprio il playmaker della Manital ha dato vita insieme al diretto rivale Fernandez ad uno scontro spettacolare tra playmaker, una sfida che ha affascinato il pubblico del PalaRuffini: se il regista torinese ha disputato una partita praticamente perfetta, Fernandez ha sbagliato esclusivamente il tiro che avrebbe potuto evitare i supplementari, complice anche la buona difesa torinese. Una vittoria che permette ai gialloblù di prenotare il volo per la Sicilia, per Gara 3 di Finale Promozione: le prime due partite si disputeranno al palaRuffini di Torino mentre la terza sfida avrà come teatro il PalaEmpedocle di Agrigento.
Fin dai primi minuti di partita si capisce che la Centrale del Latte Brescia ha grinta e approccio completamente diverso rispetto alla terza partita disputata a Torino: Lewis e Mancinelli scaldano il Ruffini con le prime due triple della partita, Brescia nonostante il tabellone la veda in piena rincorsa tiene botta grazie alla presenza nelle aree verniciate di Cittadini e Brownlee. Lewis subisce fallo dall’arco ma realizza solo due dei tre tiri liberi, Fernandez dopo aver sbagliato la tripla decide di penetrare segnando il nono p
unto bresciano che, con la tripla di Nelson, vale il 10-12 del 6’. La difesa a zona di coach Diana rompe il ritmo offensivo della Manital, ma Mancinelli è ancora una volta inarrestabile dopo la partenza e con una bella penetrazione impatta nuovamente il punteggio a quota 12.
Cittadini e Giachetti mantengono lo “status quo” con due iniziative offensive, Nelson segna subendo il fallo di Miller portando Brescia in vantaggio di 3 punti sul 14-17 del 7’; la circolazione di palla torinese permette ai gialloblù di trovare spazio per ottimi tiri, sputati dal ferro come nel caso della tripla di Giachetti, la Centrale del Latte risponde ancora con Fernandez, decisamente più incisivo rispetto a Gara 3, che con la tripla porta il punteggio sul 14-20 costringendo coach Bechi a chiamare timeout con 2’41” da giocare. Giachetti commette il suo secondo fallo su Cittadini che dalla lunetta segna entrambe le conclusioni, Rosselli riavvicina Torino, Fernandez con 5 punti e Miller portano il match sul 19-27 con cui si chiude la prima frazione di gioco.
Miller e Mancinelli firmano il 4-0 con cui le due squadre rientrano in campo dopo la sosta breve, interrotto dal gioco da 3 punti di Brownlee che costa anche il secondo fallo all’esterno statunitense; Nelson piazza la tripla del 23-33 del 13’. Bruttini e Rosselli dall’arco dimezzano il distacco torinese, ancora Nelson, inarrestabile nelle prime battute di gioco, trova la penetrazione acrobatica che ridà il +7 alla Centrale del Latte.
Brescia, grazie a Benevelli e a una tripla di Loschi, si riporta a +9: la Leonessa continua a colpire con costanza, Benevelli trova spazio dall’arco, la Manital rimane a contatto grazie alla strepitosa prova di Rosselli che con triple, giochi da 3 punti e grandi difese trascina i suoi fino al 41-43 del 18’.
Una buona difesa di Torino sembra poter lanciare in contropiede i gialloblù, ma gli arbitri sanzionano Gergati con un antisportivo su Fernandez: l’argentino segna un solo libero, Mancinelli segna da sotto il -1 con cui si entra negli ultimi 60”. Cittadini dalla lunetta segna un solo tiro libero, Fantoni entrambi e alla sirena lunga il punteggio è 43-45 per la squadra ospite.
Fantoni ripara al doppio errore segnano in apertura i due tiri liberi del pareggio a quota 45, la difesa torinese inizia a ringhiare forte, Rosselli dopo aver recuperato palla in difesa si fa trovare libero dall’arco realizzano il +3 Manital; Cittadini riavvicina Brescia, Mancinelli segna nel cuore dell’area biancoblù riportando a +3 i padroni di casa. La difesa torinese genera transizione e contropiede, concretizzata da due tiri liberi di Lewis. Cittadini prova a tenere a contatto i suoi, Rosselli è ormai in versione “one man show” su entrambe le metà campo e con una splendida penetrazione porta il punteggio sul 54-49 del 25’. La difesa bresciana, passata a uomo, a fatica contiene le iniziative torinesi; Fernandez dà fiato alla sua squadra trovando due punti da autentico fuoriclasse e inventando nell’azione successiva un assist per Cittadini. Giachetti risponde con la stessa moneta segnando da sotto e lanciando Mancinelli in contropiede, fissando il punteggio sul 60-55 del 27’.
Fernandez e Benevelli interpretano alla perfezione il pick and roll, Giachetti inventa un canestro con falloaggiuntivo di Brownlee che permette alla Manital di accumulare 7 punti di vantaggio sul 66-59 del 29’. Nell’ultimo minuto della terza frazione Cittadini sbaglia due conclusioni dalla lunetta, Alibegovic colpisce dai 6.75, il tiro di Mancinelli danza sul ferro ma viene sputato fuori dal “cerchio rosso”, lasciando il punteggio sul 66-62 del 30’.
La quarta e ultima frazione si apre con il jump di Miller per il +6 Torino a cui rispondono Alibegovic da distanza siderale e Passera, anche lui dall’arco, per il 68-68 del 32’.
Al rientro dal timeout Giachetti realizza due punti pregiatissimi dopo un giro sul perno di grande classe, ripetendosi in penetrazione nell’azione successiva per il nuovo +4 Manital. Brownlee colpisce dall’arco facendo sentire nuovamente il fiato bresciano sul collo torinese, segnando in penetrazione l’azione successiva. Lewis dall’arco realizza il 75-73 del 35’, Fernandez impatta in penetrazione, servendo un assist per Cittadini l’azione successiva che vale il nuovo vantaggio bresciano sul 75-77 del 36’.
Al rientro dal timeout Miller e Fernandez non trovano la via del canestro a differenza di Giachetti, che penetra arrestandosi poco oltre la linea del tiro libero realizzando il pareggio a quota 77 con poco più di 3’ da giocare. La tensione è a mille, l’adrenalina anche, Brownlee trova un canestro di potenza che ridà il vantaggio alla Centrale del Latte: Fantoni commette il suo quinto fallo lasciando il campo per Bruttini con 1’48” da giocare.
Fernandez e Giachetti portano il punteggio sul 79-81 con 1’08” da giocare, la Manital ha due occasioni per segnare ma si ritrova a difendere il vantaggio con 30” da giocare: la difesa costringe all’infrazione di 24” gli avversari e con 10” da giocare il punteggio è 79-81 con palla Torino.
Giachetti subisce fallo subito dopo la rimessa presentandosi in lunetta e realizzando entrambe le conclusioni dalla linea del libero, impattando a quota 81 con 5” da giocare. Dopo la rimessa Fernandez subisce fallo da parte di Torino per bloccare il tempo, non avendo ancora raggiunto il bonus, lasciando 3” per tirare: il tiro di Fernandez si spegne sul ferro e il canestro di Giachetti da 18 metri, ampiamente oltre la fine della partita, non basta a evitare il supplementare.
Un tiro libero di Rosselli dà il via al primo prolungamento, Giachetti dalla media realizza il +3, Brescia fa fatica a trovare il canestro e ancora Rosselli la punisce segnando la tripla dell’87-81 con 3’17” sul cronometro.
Loschi sbaglia la tripla dopo una bella azione corale, Bruttini è dimenticato in area dalla difesa bresciana, errore punito con il canestro del +8 Manital. Dopo una palla rubata Lewis realizza il canestro del +10, la Leonessa vacilla, Cittadini segna un tiro libero con 90” da giocare: Nelson fa percorso netto, sempre dalla lunetta, riportando prima a -6, poi a -4  la Centrale del Latte con 34” da giocare. Il canestro decisivo è realizzato da Giachetti ed ha le sembianze di un rimbalzo offensivo dopo un errore al tiro: con poco più di 10” da giocare e con la palla in mano, la Leonessa alza bandiera bianca non senza aver lottato come solo le grandi squadre fanno.

 

MANITAL TORINO-CENTRALE DEL LATTE BRESCIA 91-86
(19-27, 43-45, 66-62, 81-81)
TORINO: Giachetti 19 (8/15, 0/3) Mancinelli 17 (7/12, 1/4), Fantoni 4 (1/3, 0/0), Lewis 15 (1/2, 2/6), Viglianisi ne, Vangelov ne, Bruttini 4 ( 2/5, 0/0), Rosselli 23 (3/7, 4/6), Gergati 0 (01/, 0/1) Pichi ne, Miller 9 (3/6, 1/5).
BRESCIA: Fernandez 19 (6/13, 2/9), Cittadini 18 (7/12, 0/0), Alibegovic 9 (0/1, 3/6), Assoni ne, Benevelli 7 (2/3, 1/3), Loschi 3 (0/0, 1/6), Passera 3 (0/2, 1/1), Tomasello ne, Nelson 12 (2/2, 1/3), Giammò 0, Brownlee 15 (4/8, 2/4). All. Diana. Ass. Giannoni, Cotelli.
NOTE – Tiri da due: Torino 49% (25/51), Brescia 51% (21/41). Tiri da tre: Torino 32% (8/25), Brescia 34% (11/32). Tiri liberi: Torino 74% (17/23), Brescia 69% (11/16). Rimbalzi: Torino 47 (difensivi 30 + offensivi 17, Mancinelli 8, Giachetti 8), Brescia 31 (difensivi 23 + offensivi 8 Cittadini 10). Assist Torino 15 (Giachetti 4), Brescia 16 (Fernandez 8).

Commenta
(Visited 160 times, 1 visits today)

About The Author