Serie A2 Gold: Angelico Biella, seconda sconfitta casalinga

Seconda sconfitta casalinga della stagione per l’Angelico Biella che nell’anticipo televisivo delle 12 viene superata dalla capolista Tezenis Verona con il punteggio di 69-75. Pur con Umeh indisponibile, la squadra ospite ha retto bene l’impatto di Biella nei primi due quarti, costruendo poi nel terzo l’allungo decisivo. L’Angelico però non si è mai data per vinta, risalendo negli ultimi tre minuti di gara fino ad avere la possibilità di impattare dalla lunetta. I due liberi sbagliati da Voskuil non hanno però permesso l’aggancio e non è quindi bastato il solito grande Raymond da 28 punti. Ancora una partita decisa all’ultimo tiro e dagli episodi, che però stavolta non hano premiato i rossoblu.

Primo quarto. Biella inzia con Laquintana, Voskuil, De Vico, Raymond e Chillo, la Tezenis Verona di coach Ramagli si affida a De Nicolao, Reati, Boscagin, Ndoja e Monroe. Apre Reati con una tripla cui risponde Voskuil, poi la gara prosegue in equilibrio, con il primo vantaggio rossoblu a 5’35” dalla sirena (10-9) sulla tripla di Raymond. Laquintana dalla lunetta e Raymond provano ad allungare, costringendo Verona al primo time-out. Gli ospiti, con Giuri in regia a causa dei due falli di De Nicolao, ripartono con un parziale di 5-0 che riporta il punteggio in parità, ma prima della fine l’Angelico risponde con uguale moneta (tripla di Infante), chiudendo la frazione sul 21-16, fallendo di un soffio la correzione a canestro che avrebbe incrementato il vantaggio a fil di sirena.

Secondo quarto. Corbani lascia campo a Berti e Lombardi, ma si ripete l’avvio del primo quarto, con le triple di Reati e Voskuil. Dopo il canestro di Monroe arriva la seconda tripla di Raymond e Biella tiene le distanze, nonostante il rientro di De Nicolao e grazie anche ad una grande stoppata di Raymond su Ndoja. Sul 30-23 altro time-out di Ramagli, premiato anche stavolta da un parziale positivo (6-2) dopo il quale è Corbani a voler fermare il tempo. L’inerzia rimane però a Verona che con due liberi di Boscagin e Monroe si riporta avanti 32-33, ma nell’ultimo minuto Chilo e Berti siglano i 4 punti con i quali l’Angelico va al riposo lungo sul 36-33.

Terzo quarto. Entranbe le squadre tornano ai quintetti iniziali, ma dopo un fallo in attaco di Ndoja viene fischiato un tecnico per simulazione a Chillo: Boscagin trasforma il libero e poi finalizza l’extrapossesso per la nuova parità. Dopo un canestro di De Vico è Monroe con un 2+1 a riportare avanti Verona, De Nicolao incrementa a +3 ma è solo la continuazione di un parziale di 13-2 che lancia la Tezenis al massimo vantaggio: 40-49. Time out di Corbani a 5 minuti e mezzo dalla sirena, tripla di Infante a scardinare la zona ospite ma Verona risponde con un altro 4-0 che chiama Biella ad un recupero di 11 punti, opera iniziata pur tra mille difficoltà da Raymond e De Vico, con il tempo che si chiude sul 48-55.

Ultimo quarto. Lombardi risponde a Gandini, ma è Monroe a fare la differenza con altri quattro punti: 50-61 a 8’08” dalla fine e tutto da rifare. Dopo il time-out di Corbani è ancora Monroe ad andare a bersaglio, Verona ripresenta la zona, Raymond la buca con una tripla ma nell’attacco rossoblu successivo viene chiamato un fallo in attacco seguito da un tecnico a Corbani per proteste: è l’occasione per la Tezenis di riportarsi a +13, ma Biella può ancora aggrapparsi a Raymond che è l’unico terminale offensivo affidabile. Sul 58-68 Infante mette una tripla sulla sirena dei 24” e l’incontro si riapre, visto che mancano ancora più di 3 minuti alla fine. Verona però incrementa con Giuri, Berti risponde dalla lunetta e gli ospiti sembrano volersi affidare al cronometro, bruciando i 24 secondi nell’azione successiva. Scelta punita dalla tripla di Berti che vale il 66-70, poi Monroe viene mandato in lunetta per un 1/2 ma a 1’10” dal termine è ancora Raymond a colpire dalla distanza: 69-71 e time-out di Ramagli. Nulla di fatto sull’azione da rimessa a centrocampo, poi Verona consuma il bonus e manda in lunetta Voskuil che però fa 0/2. Dal pareggio mancato al nuovo -4 con i liberi di  Monroe (dubbio contatto spalle a canestro con Raymond) a 12” dalla fine. Servirebbe un miracolo che però non arriva, l’Angelico non riesce ad andare al tiro perdendo palla e permettendo a De Nicolao di chiudere definitivamente il conto: 69-75.

Angelico Biella-Tezenis Verona 69-75

Parziali: 21-16, 36-33, 48-55

Angelico Biella: Chillo 4, Laquintana 7, Infante 9, Lombardi 2, Berti 7, Raymond 28, Voskuil 6, De Vico 6, Danna n.e., Marzaioli ne. All.: Corbani.

Tezenis Verona: Umeh ne, Reati 12, Petronio n.e., De Nicolao 7, Boscagin 13, Bartolozzi n.e., Ndoja 6, Gandini 4, Giuri 5, Monroe 28. All.: Ramagli.

Arbitri: Boninsegna, Bartoli, Pecorella.

Spettatori: 3171.

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author