Serie A2 Gold: Casale-Torino, le curiosità statistiche

DERBY STREGATO – Il derby di ieri contro la Manital Torino chiude virtualmente la regular season rossoblù, visto l’ultimo turno di riposo forzato a cui sarà costretta la Novipiù. Una stagione esaltante, sempre in crescendo, quella che la Junior ha regalato a tutti i suoi tifosi, con un unico neo, se proprio ne vogliamo trovare uno: un solo derby vinto rispetto ai 4 giocati. Duplice sconfitta con Torino, pari e patta con Biella. Contando le ultime due stagioni, il bilancio è 1-7. Ma il riscatto potrebbe essere servito su un piatto d’argento proprio in occasione del prossimo turno di playoff: se Biella supererà il suo primo turno – di cui Casale sarà spettatrice interessata – contro la quarta classificata in A2 Siler, sarà derbissimo proprio contro l’Angelico.

LE 22 DOPPIE DI MARSHALL – I 15 punti realizzati ieri da Jermaine Marshall contro Torino confermano il rookie americano top-scorer rossoblù e tra i migliori della categoria. Jermaine chiude la sua prima regular season italiana con 15.8 punti di media (high di 27 nella sconfitta 75-70 di Ferentino), 4.7 rimbalzi ed 1.7 assist a partita, il tutto condito con buone percentuali dal campo (45% da 2-pt, 33% da 3-pt). Nonostante la giovane età ed il suo status di rookie, Marshall si è segnalato per la grande continuità di rendimento fornita alla causa rossoblù: in ben 22 gare, infatti, è stato capace di andare oltre la doppia cifra segnata (solo 4 sotto i 10 punti, ‘low’ di 2 pt a Biella), di cui 18 iniziali consecutive.

HIGH PER NATALI – Due triple realizzate da Nicola Natali proprio sul finire di gara hanno alimentato le residue speranze della Novipiù di riaprire il match. Non è stato così, ma sono comunque valse l’high realizzativo stagionale per Nicola che ha messo 12 punti a referto, frutto di un superlativo 3 su 4 dall’arco. L’ala toscana migliora così il precedente record in maglia rossoblù fatto registrare in occasione della trasferta di Napoli quando segnò 10 punti con una valutazione complessiva nuovamente pari a 10.

POKERISSIMO ROSSOBLU’ – Se l’obiettivo iniziale doveva essere quello di avere una squadra capace di non dare punti di riferimento ai propri avversari, ma di servirsi dell’apporto diffuso di tutto il suo roster, la gara con Torino rappresenta una pietra miliare, solida base da cui ripartire. Ben 5, infatti, i giocatori juniorini andati in doppia cifra segnata (vittoria su Mantova 80-73 l’unico precedente in stagione): da Capitan Martinoni, all’esperienza di Brett Blizzard, passando per le triple di Natali, col solito Marshall e le certezze di Tomassini.

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author