Serie A2 Gold: conlcuse le Finali Nazionali, è tempo di bilanci per l'Aurora Basket

Si sono concluse domenica le Finali Nazionali Under 19 Elité, prima storica volta per l’Aurora Basket Jesi. Oltre ad arrivare alla fase finale del campionato, i ragazzi allenati dal trio Costagliola-Cagnazzo-Rossetti sono riusciti a raggiungere anche le top 12, superando il girone ma uscendo sconfitti dalla Sam Basket Roma, formazione laureatasi poi Campione d’Italia nella categoria.

Una vittoria e tre sconfitte il bilancio finale per i nostri: nella prima giornata è arrivata la vittoria contro la Pallacanestro Vigodarzere in un incontro iniziato non al meglio ma invertendo il trend nella seconda metà di gara, controllando poi nell’ultima frazione il vantaggio accumulato; la seconda tornata di partite ha portato una sconfitta amara agli arancioblù che, contro Pordenone, hanno condotto la disputa per oltre trenta minuti prima di venir punita dalle iniziative di Diego Lucas e da qualche episodio sfortunato. Nell’ultima giornata della fase a gironi contro Livorno, l’Aurora ha disputato la peggior prestazione offensiva in un match dominato dalle difese dove la tensione emotiva è stata il fattore comune di tutti i quaranta minuti. Nonostante le due battute di arresto, l’Aurora Basket Jesi è riuscita comunque a qualificarsi per giocare gli spareggi del giovedì: l’avversaria designata &eg rave; stata proprio la Sam Basket Roma.

Contro la formazione capitolina è stata una partita dalle due facce: per tre quarti la Sam Basket ha condotto il match, spesso anche con vantaggi in doppia cifra. Al rientro dall’intervallo lungo un timido tentativo dei nostri aveva fatto pensare ad un ritorno in partita ma, di fatto, si è trattato solo di un fuoco di paglia con gli avversari che hanno toccato il massimo vantaggio sul +17 proprio al 30’. Nell’ultimo quarto, quando ormai la partita sembrava in congelatore, la furiosa reazione dei nostri ha portato ad un quarto di grande pallacanestro. Prima -10, poi -6, infine -3 con la tripla per il pareggio che si ferma sul primo ferro, dando così la vittoria alla Sam Basket per 76 – 71.

La corsa dei romani non si sarebbe però più fermata con la consacrazione nell’ultimo atto, disputatosi domenica, dove Campogrande&co. hanno soffiato la vittoria finale alla più quotata Don Bosco Livorno per 90 – 89 dopo un tempo supplementare. Mattatore dell’incontro proprio Luca Campogrande che, insieme con il suo compagno di squadra Marco Legnini, è stato inserito nel miglior quintetto della manifestazione, oltre ad Andriu Tomas Woldtensae di San Lazzaro, Andrea Filippi dell’Enic Firenze e Jacopo Lucarelli della Don Bosco Livorno.

Questo il commento del Responsabile del Settore Giovanile Massimo Costagliola: “Siamo usciti a testa alta nello spareggio del giovedì,  rimontando la squadra che poi si è laureata Campione d’Italia, fallendo in due occasioni la tripla che ci avrebbe dato il pareggio dopo una rincorsa incredibile. Recuperare 17 punti nell’ultimo parziale dopo quattro giorni di gare con una stanchezza sempre più visibile è stato il segnale più bello che potessimo ricevere dalla squadra: un gruppo che ancora una volta ha dimostrato grande cuore e che nelle difficoltà non si è mai disunito; è stata un’ulteriore testimonianza della crescita caratteriale, fisica e tecnica avuta dai ragazzi durante questa lunga stagione. Negli spogliatoi noi dello staff abbiamo ringraziato il gruppo per il risultato storico raggiunto e per le emozioni che ancora una volta ha saputo regalare a noi e agli appassionati che ci hanno seguito in quest’a vventura. Queste finali nazionali hanno rappresentato sicuramente un’esperienza formativa unica nella vita umana e sportiva di questi ragazzi, e penso possano costituire non un punto di arrivo ma un’importante tappa nel loro percorso di crescita come uomini e come giocatori”.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author