Serie A2 Gold: la Manital torna alla vittoria, Agrigento ko

Una Manital Torino intensa e praticamente inarrestabile per 20’ supera la Moncada Agrigento per 67-55: una prestazione a due volti quella della Manital, splendida e attenta in difesa nelle prime due frazioni, trascinata in attacco da uno Ian Miller protagonista di alcune giocate stupefacenti, imprecisa in attacco nella seconda metà di incontro, con una parentesi lunga 12’ senza segnare. La vittoria è arrivata grazie al carattere e alla solidità difensiva, caratteristiche che nel finale concitato hanno permesso a Torino di portare a casa i due punti: dal massimo vantaggio sul 51-25, passo dopo passo i torinesi hanno sofferto il ritorno in partita della Moncada, facendo fatica a trovare la via del canestro. Con Fantoni e Bruttini limitati dai falli, l’area torinese è diventata permeabile alle penetrazioni agrigentine, il tiro da fuori ha dato fiducia agli uomini di Ciani ripiombati fino a -6 sul 58-52 nella quarta frazione. Nel finale di partita la difesa e le percentuali dalla lunetta di Lewis hanno permesso alla PMS di conquistare due punti importantissimi per la corsa al terzo posto, visto il ko di Casale nel derby con Biella.
Miglior marcatore della Manital è stato Ronald Lewis, autore di 21 punti, anche se è a sottolineare la grande partita di Ian Miller, che ha difesa con concentrazione e ottimi risultati su Williams regalando anche giocate da “Play of the day” al pubblico torinese; solida la prova di Fantoni e di Bruttini, mentre Mancinelli, pur senza tenere buone percentuali, ha difeso e presidiato le aree con grande abnegazione, catturando 11 rimbalzi di cui 5 in attacco, come il compagno Fantoni. Per Agrigento buone prove di Williams (17) e Chiarastella (12), mentre Marco Evangelisti, ex della partita accolto con un lungo applauso dal pubblico torinese, ha chiuso con 8 punti.
CRONACA – Ian Miller apre la partita con una tripla, miglior modo per iniziare la sfida, Evangelisti risponde segnando dall’arco dei 6,75 per il 3-3 del 1’. Le prime battute di gioco regalano un Miller particolarmente a proprio agio, sia in attacco che in difesa sulle tracce di Williams: da una giocata difensiva dell’americano nasce il canestro di Giachetti, Fantoni imita il compagno l’azione successiva, Lewis sbaglia in contropiede su un’altra palla recuperata, ma a correggere con il tap-in schiacciato è ancora Miller, deus ex machina del 13-5 del 5’.
Al rientro in campo dopo il timeout il gioco passa dalle aree verniciate, dove Dudzinski e Fantoni portano il punteggio sul 15-7; Williams, ben contenuto fino a quel momento, trova un bel canestro in jump, ma le azioni d’attacco di Agrigento spesso cozzano contro la difesa torinese. Torino controlla la partita nella prima frazione, con un libero di Fantoni si porta sul 19-11 con poco più di 1’ da giocare. Gli ultimi punti della frazione arrivano dalla lunetta, a firma Saccaggi e Gergati, prima che uno Ian Miller letteralmente in trance agonistica realizzi la tripla sulla sirena per il 23-13 del 10’.
La gran partita della Manital prosegue anche nella seconda frazione, in cui si mette in particolare evidenza Bruttini: i punti del pivot gialloblù ed alcune giocate difensive permettono di accumulare vantaggio azione dopo azione: Agrigento sembra in difficoltà in attacco, dove Williams viene contenuto alla grane dalla retroguardia torinese, coach Ciani se ne accorge e chiama timeout sul 29-15 del 16’. Torino prova ad involarsi, Lewis e Miller colpiscono dall’arco e solo grazie alla caparbietà di Williams e Dudzinski la Moncada contiene il divario sul 37-23 del 19’. Ma Miller è “on fire” e nel finale di quarto fissa il punteggio sul 43-23, chiudendo da protagonista la prima metà di partita.
La terza frazione si apre ancora con la difesa torinese a dettare i tempi e l’attacco a distendersi con furore: Lewis colpisce all’arco, Miller vola in cielo su assist di Giachetti e la Manital vola sul 51-27; la zona di Agrigento viene bucata da Mancinelli, Torino non ha cali di tensione nonostante qualche iniziativa offensiva biancoblu. Le percentuali dall’arco dei siciliani crescono, Evangelisti, Chiarastella e Piazza riportano a -15 la Moncada sul 58-43 del 29’. Dopo una palla rubata Piazza si invola in contropiede segnando il -13, Torino deve centellinare l’utilizzo di Bruttini e Fantoni, gravati rispettivamente di quattro e tre falli: Dudzinski sfrutta l’assist di Piazza per segnare il 58-47 con cui le due squadre vanno all’ultimo riposo.
Chiarastella apre la quarta frazione con il canestro del -9, la partita si rianima, Fantoni commette il suo quarto fallo e lascia il campo sostituito da Bruttini: al canestro da tre punti di Saccaggi il punteggio è 58-52 con 6’22” da giocare.
La sterilità offensiva di Torino perdura dall’ultimo minuto della terza frazione, una tripla di Miller esce di un soffio: con 3’05” da giocare il punteggio è 58-52, con un parziale aperto in favore di Agrigento di 7-25 e un solo canestro realizzato da entrambe le squadre. Un tiro libero di Lewis sembra poter sfatare la maledizione, ma l’errore sul secondo tiro libero sembra smentire il tutto: l’esterno americano si ripresenta in lunetta segnando entrambe le conclusioni e fissando il punteggio sul 61-52 con 1’05” da giocare.
Nell’ultimo minuto di gioco la difesa torinese blocca la strada del canestro ai siciliani, Lewis dalla lunetta mette al sicuro il risultato con 40” da giocare: due punti importantissimi per la Manital, che riprende la marcia verso la post season.

MANITAL TORINO-MONCADA AGRIGENTO 67-55
(23-13, 43-23, 58-47)
TORINO: Giachetti 6 (3/4, 0/3) Mancinelli 5 (2/7, 0/1), Fantoni 6 (2/4, 0/0), Fiore ne, Lewis 21 (1/6, 3/11), Viglianisi ne, Vangelov ne, Bruttini 6 (3/5), Rosselli 4 (2/5 , 0/1) Gergati 1 (0/0, 0/0) Pichi ne, Miller 18 (3/8, 4/11).
AGRIGENTO: Vai, Evagelisti 8 (1/2, 2/6), Williams 17 (6/11, 1/5), Chiarastella 12 (3/7, 2/2), De Laurentiis 0 (0/2), Saccaggi 5 (1/4, 1/3), Piazza 5 (1/5, 0/1), Udom 2(1/2), Portannese ne, Dudzinski 6 (2/7, 0/1)
ARBITRI: Christian Borgo si Dueville (VI), Giulio Pepponi di Spello (PG), Valerio Salustri di Roma (RM).
NOTE: Tiri da due: Torino (16/40), Agrigento (14/40). Tiri da tre: Torino 26% (7/27), Agrigento 33% (6/18). Tiri liberi: Torino 74% (14/19), Agrigento 56% (9/16). Rimbalzi: Torino 46 ( difensivi 27 + offensivi 19, Mancinelli 11, Fantoni 9, Rosselli 8), Agrigento 40 ( difensivi 26 + offensivi14, Dudzinski 10, Williams 7). Assist Torino 15 (Giachetti 7), Agrigento 8 (Piazza e Chiarastella 3)

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author