Serie A2 Gold: l'Angelico all'ultimo respiro batte Trieste

Come nella partita di andata, lo scontro fra Biella e Trieste si decide all’ultimo respiro. Stavolta non sono serviti due supplementari ma quattro tempi nei quali le due squadre, con l’energia dei roster fra i più giovani del campionato, si sono date battaglia in ogni angolo del campo. Nella prima metà di gara è stata l’Angelico ad andare avanti, sino al +12, nella seconda invece i rossoblu hanno dovuto risalire sin dal -9, completando l’impresa negli ultimi minuti di un quarto spettacolare, quando su tutti è brillata la stella di un Raymond da 37 punti e 10 rimbalzi, per una vittoria che vale il terzo posto in campionato in coabitazione con Ferentino e Torino.

Primo quarto. Si parte con Laquintana, Voskuil, Lombardi, Raymond e Chillo per Biella, Grayson, Carra, Tonut, Holloway e Candussi per Trieste. In avvio sembrano prevalere le difese, poi però si passa dal 3-2 per gli ospiti al 10-3 per l’Angelico (tripla di Chillo, ottimo anche a rimbalzo difensivo, 2+1 di Raymond e contropiede di Laquintana) e coach Dalmasson è costretto a chiamare time-out dopo 4 minuti. Si riprende con una tripla di Carra ed è il via a un parziale di 10-4 per Trieste che riporta i giuliani al minimo svantaggio (14-13). La risposta dell’Angelico arriva sotto forma di un contro-parziale di 7-0 (Raymond e Laquintana), prima che Tonut converta in schiacciata una palla rubata in difesa, a chiudere il parziale sul 21-15.

Secondo quarto. Si riparte con Laquintana e Berti contemporaneamente in campo, e da un canestro di Raymond dal pitturato. Risponde il play Grayson che però poco dopo commette il suo terzo fallo ed è costretto a lasciare il posto a Carra che aveva sostituito soltanto un minuto prima. Biella prova ad allungare con Berti, Voskuil e De Vico ma Trieste si tiene a distanza ravvicinata, almeno sino alla tripla di Infante (34-25) e ai liberi di Raymond che rompono l’equilibrio a poco più di 4 minuti dalla sirena. Mastrangelo prova a ricucire con una tripla, ma un antisportivo di Morini manda in lunetta Berti per un libero su due e il possesso aggiuntivo viene capitalizzato con tre punti da Raymond. Dal -12 Trieste riesce comunque a risalire al 42-35 grazie a Holloway e ad una tripla di Tonut, e così a 1’23” dal termine è Corbani a chiamare time-out, dopo il quale però l’Angelico perde due palloni in attacco permettendo a Trieste di tornare a -3, Laquintana mette un libero su due ma proprio sulla sirena Holloway piazza la tripla che annulla quasi del tutto il vantaggio rossoblu: all’intervallo lungo si va sul 43-42.

Terzo quarto. Corbani torna ai primi cinque, mentre Dalmasson si affida a un quintetto piuttosto piccolo con Carra, Prandin, Fossati, Tonut e Holloway. Dopo la tripla impossibile di Voskuil, la scelta sembra premiare Trieste che si porta avanti sul 46-48, ma ancora Voskuil e Raymond ridanno nuovamente il vantaggio all’Angelico, che Voskuil, entrato definitivamente in partita, incrementa con un’altra tripla: 54-48 e time-out ospite. La sosta è utile a Trieste che riparte da un parziale di 12-0 (tripla di Prandin e due di Carra, tecnico a Voskuil) che segnano il massimo vantaggio ospite sul 54-60. De Vico e Lombardi provano a ricucire, ma Tonut con una tripla e due liberi di Morini spingono gli ospiti sino al +8, con il tempo che finisce 59-65 con due liberi di Raymond.

Ultimo quarto. Lombardi va a segno, poi però non riesce a impedire a Tonut di segnare da tre allo scadere. Segue palla persa in attacco Angelico, altro canestro di Tonut e time-out di Corbani sul 61-70. Dopo i liberi di Raymond rientrano Laquintana e Voskuil ma Carra mantiene le distanze, almeno sino alle triple di Raymond e Voskuil: 69-72 a 6’36” dalla fine. Time-out di Dalmasson dopo il quale però Trieste non ritrova la via del canestro ed il pareggio arriva con un’altra tripla di Raymond. Dal 72-72 si passa all’82-81 per Biella a 1’40” dalla sirena con un parziale pirotecnico che contiene la sequenza di triple di Voskuil (2), Tonut ed Holloway. Biella non sfrutta un contropiede con Lombardi e Tonut riporta avanti i suoi con due liberi, Raymond scrive l’84-83 a 40”, Carra non riesce a replicare ed a 6 secondi dalla sirena Voskuil va in lunetta per due tiri liberi, entrambi convertiti. Time-out e rimessa a centrocampo per Trieste, ma l’ultimo tiro di Prandin si spegne sul ferro ed il rimbalzo è di Lombardi: finisce 86-83.

Angelico Biella-Pallacanestro Trieste 2004 86-83
Parziali: 21-15, 43-42, 59-65
Angelico Biella: Chillo 5, Laquintana 8, Infante 3, Lombardi 3, Berti 3, Raymond 37, Voskuil 23, De Vico 4, Danna ne, Marzaioli. All.: Corbani.
Pallacanestro Trieste 2004: Coronica, Fossati 2, Norbedo ne, Tonut 25, Mastrangelo 3, Grayson 2, Candussi 5, Carra 16, Marini 4, Holloway 19, Prandin 7. All.: Dalmasson.
Arbitri: Moretti, Caruso, Gagno.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author