Serie A2 Gold: orgoglio Manital, espugnata Brescia. Ora la serie è in parità

La Manital Torino si riscatta dopo il ko di Gara 1 e conduce in porto Gara 2 conquistando il pareggio nella serie di semifinale playoff: una prestazione a base di concentrazione, intensità, cuore per i gialloblù, trascinati da Miller (19 punti), Mancinelli (17), Giachetti e Lewis (13 a testa). In realtà la vera arma in più di coach Bechi è stata la solidità di squadra, che ha permesso di contenere il ritorno di Brescia. Tutti i gialloblù hanno portato il loro “mattoncino”, permettendo di impattare la serie in vista del trasferimento al PalaRuffini, dove venerdì alle 20.30 le due squadre ritorneranno in campo bissando l’appuntamento domenica alle 18 sempre nell’impianto di viale Burdin.
Torino non ha commesso l’errore della prima partita, gestendo con maturità e solidità il ritorno dei bresciani: il punteggio finale di 74-85 è eloquente e riassume nel migliore dei modi la supremazia torinese nell’arco dell’intera partita. La concentrazione dei gialloblù è stata massima dal primo all’ultimo minuto, se si escludono le prime azioni in cui la squadra di coach Diana ha cercato di alzare il ritmo e di proseguire la striscia iniziata nella partita precedente. Ma le facce dei ragazzi di Bechi erano concentrate, serene, consapevoli che per riaprire la serie e pareggiarla sarebbero stato necessario aggiungere una manciata di minuti alla prestazione sfoderata nei primi 25’ del primo atto della serie.
Dopo aver preso le misure agli avversari, la Manital ha macinato gioco in attacco stringendo le maglie della difesa: azione dopo azione le certezze di Brescia sono venute meno, i torinesi hanno rafforzato le proprie convinzioni e con l’ingresso di Miller, sempre più calato nel ruolo di sesto uomo di lusso, hanno impresso un’accelerazione alla partita. Già alla fine del primo periodo il vantaggio torinese accarezzava la doppia cifra sul 13-22, grazie ad un 9-0 aperto da Rosselli, proseguito da 5 punti di Lewis e chiuso da un “Mancio move”: Loschi e Brownlee hanno provato a mettere in partita il pubblico, prima che ancora Mancinelli e Miller propiziassero il volo torinese.
A metà gara il vantaggio degli ospiti aveva raggiunto il 25-49, con tutti i giocatori chiamati in causa da coach Bechi pronti a portare il loro contributo: da Gergati a Bruttini, ogni gialloblù ha alimentato il vantaggio al 20’, chiuso sul +24.
La brutta esperienza di Gara 1 ha reso la Manital prudente, concentrata e decisa a non dilapidare il vantaggio: anche quando Bronwlee e Nelson hanno provato a spingere avanti i loro, piazzando un parziale di 15-5 al rientro dagli spogliatoi, Torino si è affidata alle sue certezze, nello specifico Giachetti, Miller e Mancinelli, coadiuvati da Gergati con la tripla spezza-gambe. Il cronometro, amico della squadra in vantaggio, ha fatot la sua parte, la Centrale del Latte ha provato a riaprire la partita ma nei minuti finali la percentuale ai liberi, nonostante qualche passaggio a vuoto, ha sorretto la causa torinese.
Se proprio si vuole trovare una nota stonata la si può individuare nel problema al polpaccio, ancora da valutare, incorso a Guido Rosselli: la notte porterà consiglio, domani verranno effettuati gli esami per cercare di capire l’entità del problema. Stanotte c’è tempo solo per complimentarsi prima di tornare a pensare alla serie di semifinale, ancora lunga e impegnativa per entrambe le squadre, anche se da stasera le certezze di Torino sono aumentate.
CENTRALE DEL LATTE BRESCIA-MANITAL TORINO 74-85
(13-22, 25-49, 47-65)
BRESCIA: Fernandez 6, Cittadini 13, Vertova ne, Alibegovic 6, Piantoni ne, Benevelli, Loschi 7, Passera 6, Tomasello, Nelson 24, Giammò ne, Brownlee 12. All. Diana. Ass. Giannoni, Cotelli.
TORINO: Giachetti 13, Mancinelli 17, Fantoni 3, Lewis 13, Viglianisi, Bruttini 4, Rosselli 10, Gergati 6, Pichi ne, Miller 19. All. Bechi. Ass. Comazzi, De Benedetto.
ARBITRI: Andrea Masi, Daniele Caruso, Valerio Grigioni.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author