Serie A2 Gold: orgoglio Novipiù, spalle al muro centra la vittoria al PalaMoncada

Orgoglio, coraggio, intensità e tanta qualità nella vittoria della Novipiù sul parquet del PalaMoncada di Agrigento, dove la Junior si è imposta 71-69, al termine di una gara praticamente sempre condotta nel punteggio. Bella prova per Tomassini, autore di una prestazione da 21 punti, ben assistito da capitan Martinoni che sfiora la doppia doppia con 17 punti e 8 rimbalzi, ma la giocata del match è griffata da Samuels, che stoppa inesorabilmente Williams nell’azione del possibile pareggio a fil di sirena.

 

LA PARTITA – Si confermano le difese intense dei primi due match della serie, difese che sporcano le conclusioni in apertura di gara fino all’acrobazia di Tomassini che regala il vantaggio iniziale alla Novipiù. Buona partenza di Casale trascinata da un ispirato Jermaine Marshall: Martinoni ha un buon movimento in attacco che vale l’8-2 dopo 4’ di gioco. E quando Amato serve l’assist a Fall dopo aver realizzato la prima tripla del match, è momentaneo massimo vantaggio per la Novipiù (13-6). Agrigento esce bene dal timeout, piazzando un parziale di 4-0 generato da due perse dei rossoblù. Il contro timeout di coach Ramondino sortisce gli effetti sperati: la Junior riprende la marcia e, grazie a 6 punti consecutivi di capitan Martinoni, chiude il primo quarto avanti 19-11. Marshall alza la parabola da centro area e sblocca il punteggio dopo oltre 2’ della seconda frazione, portando i rossoblù alla doppia cifra di vantaggio, prima che la zona di Casale produca la persa che permette a Fall la bimane del 26-13 a metà secondo quarto. La Moncada si sblocca dall’arco: le due triple consecutive segnate da Piazza e Williams riportano i padroni di casa a -7, a meno di 4’ dall’intervallo lungo. Ma i ragazzi di coach Ramondino hanno la forza di ripartire ancora con Martinoni e Tomassini che segnano i canestri del parziale di 7-1 con cui la Novipiù chiude il secondo quarto restando avanti 35-22 alla sirena. I padroni di casa ripartono dalla tripla di Evangelisti, subito impattata da Tomassini che poi segna il jumper del massimo vantaggio rossoblù (40-25). Pronta reazione dei biancoazzurri che chiudono il pitturato costruendo il parziale di 7-0 con cui recuperano nel punteggio, riportando il gap sotto la doppia cifra (42-34), a 4’ dalla terza sirena. Samuels prova a rallentare il rientro della Moncada, realizzando il 50-42 a 1’ dal termine della terza frazione prima del canestro di rapina di Dudzinski, che chiude il quarto. Blizzard risponde col piazzato alla tripla realizzata da Saccaggi in apertura di ultima frazione, prima che Piazza e ancora Saccaggi costruiscano l’unico vantaggio dei padroni di casa. Samuels riporta avanti la Novipiù. E dopo la tripla di Chiarastella tocca a Blizzard e Tomassini ricostruire dall’arco il margine di vantaggio per i rossoblù (65-58 a meno di 4’ dal termine). Ma la squadra di coach Ciani trova la forza di rientrare, spinta dai suoi americani, arrivando con Piazza ai liberi del pareggio a 19” dal termine, ma il play fortitudino sbaglia il primo, lasciando avanti Casale di un punto. Tomassini fa 1/2 dalla lunetta, Williams potrebbe pareggiare ma  Samuels lo stoppa regalando vittoria e speranza alla Novipiù.

 

MONCADA AGRIGENTO – NOVIPIU’ CASALE 69-71 (11-19, 22-35, 44-50)

 

MONCADA AGRIGENTO: Vai ne, Evangelisti 8, Williams 14, Chiarastella 9, De Laurentiis, Saccaggi 6, Piazza 11, Udom 3, Portannese ne, Dudzinski 18   All. Ciani

NOVIPIU’ CASALE: E. Giovara ne, Amato 6, Tomassini 21, Natali, Blizzard 8, Cometti ne, Martinoni 17, Fall 6, Samuels 7, Marshall 6   All. Ramondino

 

RAMONDINO: “PARTITI COL GIUSTO ATTEGGIAMENTO, VOLEVAMO MOSTRARE IL NOSTRO VOLTO MIGLIORE” – “Siamo riusciti a entrare in partita col giusto atteggiamento, eravamo vivi e presenti e questo ci ha permesso di poter utilizzare anche soluzioni tecniche diverse. Questo ci ha consentito di essere pronti sui cambi difensivi che abbiamo applicato. Tutte le volte che siamo riusciti a muovere il pallone in attacco abbiamo costruito dei buoni tiri, pur senza avere percentuali straordinarie; abbiamo avuto buon gioco in attacco nonostante ci abbiano penalizzato le troppe palle perse che Agrigento è stata bravissima a far fruttare in contropiede. Nel secondo tempo, nonostante il livello di aggressività di Agrigento, siamo riusciti a mantenere un buon equilibrio in attacco e a non perdere concentrazione in difesa, avendo la capacità di fare giocate importanti quando il clima al PalaMoncada, visto l’entusiasmo dei tifosi, non ci era favorevole. Ci tenevamo a mostrare un nostro volto migliore, per rispetto a noi stessi e a chi ci ha sempre seguito e sostenuto. Dopo due partite non belle abbiamo percepito un grande sostegno e questo ci ha aiutato molto. Non so se avremo la capacità di reclutare energie mentali e fisiche per giocare una gara-4 migliore di gara-3, perché sappiamo che servirà questo per battere nuovamente Agrigento, ma faremo il possibile per disputare la nostra miglior partita. Questa sera volevamo dare il segnale di una squadra che non aveva voglia di andare in vacanza, e ci siamo riusciti”.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author