Serie A2 Gold: Pallacanestro Trieste sconfitta a Mantova

Si spegne a poco meno di venti secondi dalla fine il sogno della Pallacanestro Trieste 2004 di ribaltare a proprio favore il match contro la Dinamica Mantova: dopo una rincorsa durata per 39 minuti, al “PalaBAM” finisce 59-52 per i virgiliani, che così raggiungono i biancorossi in classifica e si portano anche in vantaggio sui giuliani nel computo degli scontri diretti.

Parte bene Mantova, subito sul 5-0 con Fultz e la tripla di Wojciechowski, risponde Trieste con Grayson prima e la schiacciata di Holloway poi. Ma è la Dinamica a essere decisamente più in palla in avvio di sfida, piazzando il +8 al 4’ con ottime trame offensive, sia dal perimetro che in pitturato (12-4). Il successivo time-out chiamato da Eugenio Dalmasson non porta a risultati apprezzabili per i giuliani, con gli Stings abili invece a portarsi anche a +13 con la “bomba” di Fultz (19-6): su sponda ospite, è Holloway a tentare di dare la scossa con quattro punti di fila, a cui fa eco la penetrazione vincente di Prandin (21-12). Tuttavia è nuovamente la buona circolazione di palla dei padroni di casa a dare un mini break di 5-0, interamente targato Moraschini (26-14 alla prima sirena).

Dopo due minuti senza realizzazioni da ambo le parti, è ancora Holloway a essere il miglior terminale offensivo giuliano: una schiacciata in contropiede, una “bomba” e un appoggio al tabellone consegnano a Trieste il -7 al 15’  (28-21). La Dinamica soffre la maggior verve difensiva ospite, arrivando a subire un ulteriore “slam-dunk” di Holloway per il -5, poi la conclusione dalla lunga distanza di Landi porta ossigeno al team di coach Morea, con i virgiliani che chiudono in crescendo i minuti finali di secondo quarto. Il punteggio premia Mantova al 20’, con un gap di 9 lunghezze all’intervallo lungo (34-25).

Come accaduto a inizio di secondo quarto, anche i primi 120 secondi di terza frazione sono all’insegna della grande imprecisione di entrambi gli attacchi: sono solamente Holloway e Fultz a bruciare la retìna sino al 25’, con il capitano degli Stings a piazzare subito dopo un mortifero tiro dagli 8 metri per il +12 interno (39-27). Trieste continua a fare terribilmente fatica in attacco, con tante palle perse che tendono a fare il gioco di una Dinamica anch’essa tutt’altro che irresistibile a canestro, ma ugualmente abile nel tenere a debita distanza i biancorossi. E’ un’altra “bomba” (stavolta di Landi dall’angolo) a far male agli ospiti, che chiudono sotto di 13 la penultima frazione (44-31), costretti a restare sempre in doppia cifra di svantaggio sino al 34’, momento in cui è capitan Carra a infilare due triple di fila per un -6 che riapre completamente i giochi (51-45). Anche grazie ai cinque punti consecutivi di Grayson, Trieste arriva addirittura a un solo possesso di distanza a due minuti dalla sirena finale (52-50): in un convulso finale di partita sarà però la Dinamica a svettare, con i due liberi di Moraschini e la palla persa da parte dei giuliani a 16’’ dalla fine che condanna definitivamente i biancorossi alla sconfitta al “PalaBAM”.

Dinamica Mantova-Pallacanestro Trieste 2004 59-52 (26-14, 34-25, 44-31)

Dinamica Mantova: Mazic ne, Moraschini 8, Gaddefors 5, Fultz 14, Stanzani ne, Grande 3, Landi 6, Wojciechowski 13, Amoroso 10, Maccaferri. All. Morea

Pallacanestro Trieste 2004: Coronica 2, Fossati, Tonut 4, Mastrangelo ne, Grayson 9, Candussi, Carra 6, Marini 2, Holloway 23, Prandin 6. All.Dalmasson

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author