Serie A2 Gold: Torino strepitosa, espugnata Barcellona al terzo supplementare

Cuore, grinta, determinazione, voglia di vincere. A costo di cadere nel banale, questo è l’unico modo per raccontare la vittoria strappata con le unghie e con i denti dalla Manital PMS Torino sul campo della Orange Moon Barcellona, superata dopo 3 tempi supplementari per 110-115. Una partita incredibile, in cui le due squadre hanno lottato dal primo al cinquantacinquesimo minuto. Decisivi Giachetti e Lewis, con 33 e 32 punti, ma sarebbe riduttivo limitare a loro due i meriti della vittoria: tutti, in un momento o nell’altro, hanno portato il loro mattoncino su cui costruire una solida vittoria, importantissima ai fini della classifica viste le vittorie di Casale e Biella, in corsa per il terzo posto.
Eppure a 2’52” dalla fine i torinesi si trovavano a -10 in seguito alla tripla di Maresca per il 73-63: il 13-3 con cui la Manital ha riaperto i giochi, è stato il primo segnale tangibile della grande voglia di vincere dei gialloblù, trascinati al supplementare (il primo di una lunga serie) dal gioco di squadra, da due liberi di Giachetti con 3” da giocare e da un “sanguinoso” 1/4 di Spizzichini dalla lunetta, con uno 0/2 con 11” sul cronometro che avrebbe potuto chiudere la partita. Quando si creano le condizioni per vincere, è un peccato non sfruttarle, e la Manital ha dimostrato di crederci fortemente: nonostante il quinto fallo di Miller, arrivato a pochi secondi dalla fine dei tempi regolamentari, tutta la PMS è salita di livello, trascinata da Giachetti in cabina di regia (33 punti, 8 assist, 2 rimbalzi, 15/15 ai tiri liberi, 2/5 a 3 punti) e da un Lewis fino all’inizio dei supplementari sottotono, per poi esplodere tutto il suo potenziale offensivo sfociato nei 32 punti (17/17 dalla lunetta, 10 rimbalzi, 1 assist, 3/9 da 3 punti nei momenti decisivi della partita).
Ottima anche la prova di Mancinelli, che oltre a realizzare 16 punti con 4 rimbalzi e il 50% dall’arco dei 6.75, ha difeso in maniera efficace, stoppando Spizzichini al termine del secondo supplementare riuscendo a mandare la partita al terzo overtime. Anche nei momenti di difficoltà, dovuti al gran numero di falli e alle uscite anticipate di Miller, Fantoni, Bruttini e Rosselli, la Manital non ha mai mollato, trovando nei minuti finali canestri fondamentali da Gergati, 10 punti e due triple pesanti come il piombo. La svolta nel finale del terzo overtime: nonostante il reparto lunghi ridotto all’osso, e la costante ricerca di Garri e Da Ros (ottime prestazioni per entrambi) da parte della squadra di Perdichizzi, Torino ha resistito fino al 102-102. Una tripla di Lewis ha aperto la fuga decisiva, Giachetti dalla lunetta ha portato a +5 la Manital, Lewis ha replicato la tripla precedente minando fortemente l’umore giallorosso. Garri con un 4-0 tutto “made in Asti” ha ridato fiato alla Orange Moon, siglando il 106-110 con 37” sul cronometro. I liberi di Lewis hanno rappresentato la resa per una Barcellona orgogliosa, caparbia e tanto costante da meritare la vittoria in quasi tutte le situazioni. Ma questa sera, per avere la meglio di questa Manital, sarebbe servita una prestazione stellare, proprio come quella gialloblù.

ORANGE MOON BARCELLONA-MANITAL PMS TORINO 110-115 d3s
(25-28, 48-42, 62-57, 76-76, 86-86, 98-98)
BARCELLONA: Spizzichini 15, Maresca 13, Shepherd 11, Garri 27, Da Ros 27, Varotta ne, Marchetti 14, Fiorito 3, Leonzio ne, Pettineo ne. All. Perdichizzi. Ass. Trimboli, Coppolino.
TORINO: Giachetti 33, Mancinelli 16, Fantoni 8, Lewis 32, Miller 7, Fiore ne, Viglianisi, Bruttini 5, Rosselli 4, Gergati 10. All. Bechi. Ass. Comazzi, e Benedetto.
ARBITRI: Alessandro Nicolini di Santa Flavia (PA), Gianluca Gagliardi di Anagni (FR), Roberto Radaelli di Rho (MI)

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author