Serie A2 Gold: una entusiasmante Novipiù batte Trapani

I ragazzi di coach Ramondino superano la Lighthouse Trapani grazie ad una partenza aggressiva che non permette ai siciliani di entrare in ritmo partita: primo tempo chiuso sul 51-18. Prova corale da incorniciare con l’acuto di capitan Martinoni, autore di una prova da 24 punti e 9 rimbalzi. Domenica l’atteso derby a Biella contro i cugini piemontesi.

LA PARTITA – È il canestro di Renzi ad aprire le danze, ma poi cinque punti consecutivi di Martinoni e il canestro di Tomassini lanciano la Novipiù sul 7-2 al 3’. Se gli ospiti provano a reagire affidandosi ancora a Renzi, i rossoblù trovano le importanti realizzazioni di Natali, a segno dalla media e lunga distanza. Si sblocca anche l’ex Ferrero ma Casale attacca bene tornando con Marshall sul +7 (16-9 al 7’). Sull’alley-oop Blizzard-Samuels i ragazzi di Ramondino raggiungono la doppia cifra di vantaggio chiudendo i primi 10 minuti in vantaggio 20-9. Con una difesa impenetrabile e un attacco che gira al limite della perfezione, la Novipiù piazza l’affondo in avvio di secondo quarto: in un paio di minuti Amato e compagni confezionano il parziale di 10-0 che li mette in fuga sul 30-9. Dopo una lunga serie di errori e palle perse, Trapani muove il tabellone con Ferrero ma è colpita dalla raffica di triple mandate a bersaglio da Amato e Blizzard (38-14 al 15’). Casale continua a macinare gioco e punti, dando nuovamente spettacolo sull’asse Blizzard-Samuels. Negli ultimi minuti del secondo quarto la Novipiù mette tra sé e gli avversari almeno 30 punti di vantaggio, chiudendo la prima metà gara sul +33 (51-18) grazie alla seconda tripla della partita realizzata da Blizzard. Non cambia lo spartito anche nel corso della ripresa: al 25’ Samuels raggiunge la doppia cifra personale infilando la tripla del +39 (62-23). Nella seconda parte del terzo periodo si procede un po’ a strappi: prima gli ospiti provano a reagire con un break di 0-9, poi Casale replica prontamente con un 6-0. Nonostante la Lighthouse ora riesca a segnare con più continuità, i ragazzi di Ramondino tengono sempre gli avversari oltre i 30 punti arrivando all’ultimo mini-riposo sul 72-41. Il divario torna ad ampliarsi all’inizio dell’ultimo periodo (78-43 al 33’), poi Casale rallenta consentendo agli amaranto di ritornare a soli 21 punti di ritardo (80-59). La partita però non può essere messa in discussione e la Novipiù la fa sua vincendo 88-63 tra i meritatissimi applausi del PalaFerraris.

 

NOVIPIU’ CASALE – LIGHTHOUSE TRAPANI 88-63 (20-9, 51-18, 72-41)

 

NOVIPIU’ CASALE: E. Giovara, Amato 8, Tomassini 10, Natali 7, Blizzard 8, Cometti ne, Martinoni 24, Ruiu, Fall 4, L. Valentini, Samuels 14, Marshall 13   All. Ramondino

LIGHTHOUSE TRAPANI: Renzi 18, Meini 2, De Vincenzo, Baldassarre 2, Bossi 3, Urbani, Bray 15, Ferrero 9, Felice ne, Legion 14   All. Lardo

 

RAMONDINO: “BRAVI AD APPROFITTARE DELLE DIFFICOLTÀ DI TRAPANI” – “Partita molto bella che ci lascia contenti per il risultato e per la prestazione, fattori che non vogliamo mai disgiungere, essendoci posti degli standard ad inizio stagione. Non sarebbe corretto valutare solo il risultato alla luce del grande lavoro svolto dai ragazzi in allenamento, ed una prestazione del genere ci ripaga di tutti i sacrifici fatti durante la settimana. E proprio lo questo spirito di sacrificio rappresenta il più grosso talento che potessimo mettere in squadra quest’estate. Dal punto di vista tecnico volevamo fare una partita dando intensità, provando ad essere aggressivi, per togliere il controllo del gioco a Trapani, che è squadra d’esperienza, talento e fisicità, mentre dal punto di vista offensivo siamo stati molto disciplinati, attirando fuori la Lighthouse per poi colpirla con veloci ribaltamenti, riuscendo a servire bene Martinoni, Samuels vicino a canestro, specie contro la zona. Nel secondo tempo la partita ha preso una piega di proporzioni non reali, in cui siamo stati bravi ad approfittare delle difficoltà di Trapani, mantenendo un vantaggio tale da permetterci di ribaltare la differenza canestri rispetto alla partita dell’andata. Quindi siamo contenti sotto tutti i punti di vista, molto orgogliosi della partita fatta, con l’importante contributo di tutti gli interpreti chiamati oggi in causa”.

 

MARTINONI: “ABBIAMO FATTO IL TIPO DI PARTITA CHE VOLEVAMO”- “Abbiamo fatto il tipo di partita che volevamo, partendo forti aggressivi, costringendo Trapani ad adeguarsi a noi. Nel primo tempo è funzionato tutto, poi nel secondo abbiamo alzato un poco il piede dall’acceleratore, come capita anche inconsciamente in questi casi. Sotto il profilo personale, è stata una partita in cui ho avuto più occasioni di finalizzare, ma ci tengo a sottolineare il lavoro corale, col contributo di tutti i ragazzi, e sono molto contento di questo. Grande soddisfazione, ma ora siamo già concentrati sul prossimo impegno: la prossima domenica ci aspetta una partita importante, e abbiamo tutti una gran voglia di andare a Biella a fare bene”.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author