Serie A2 Gold: una Leonessa eroica si arrende solo al supplementare al PalaRuffini

Negli occhi e nel cuore delle persone che hanno avuto la fortuna di assistere a gara 4 tra Torino e Brescia rimarrà per sempre, indelebile, l’immagine di una Leonessa a dir poco eroica. E’ mancato tanto, anzi poco così per regalare alla nostra città il sogno di una gara 5 che sembrava così lontana dopo gara 3. Invece Brescia ha messo paura a Torino, giocando alla pari con la corazzata piemontese e uscendo sconfitta 91-86 dopo 45 minuti di battaglia. Dieci leoni in campo, tre in panchina, hanno spinto la Leonessa a un passo da un’impresa che sarebbe entrata nella storia del basket biancoazzurro. Una storia di cui tutta questa incredibile stagione fa già, comunque, ampiamente parte.

Coach Diana schiera Fernandez, Nelson, Loschi, Brownlee e Cittadini, mentre Bechi risponde con Giachetti, Lewis, Rosselli, Mancinelli e Fantoni. Brescia scende in campo giocandosi sin dalla palla a due la carta della difesa a zona, che dà i suoi frutti: Torino deve ragionare più del solito in attacco e al 6’ è avanti 10-6 grazie ai 2/3 in lunetta di Lewis. Da questo momento, l’attacco dei padroni di casa comincia a far registrare palle perse e dall’altra parte Brescia, trascinata da un infermabile Juan Fernandez, trova addirittura il +9 a 2’ dalla fine del primo quarto grazie proprio alla tripla del Lobito. Torino chiude il primo quarto a -8 sul 19-27 e con Mancinelli si riporta a -4 sul 23-27 ma Brescia non demorde e risponde con un 7-0 di parziale che vale il massimo vantaggio (+10) sul 23-33 a 7’ dalla pausa lunga. Tira e molla tra le due squadre, Torino ricuce a -4 e Brescia, con Benevelli e Loschi scappa nuovamente sul +9 (31-40). I padroni di casa alzano l’intensità nella metà campo difensiva e si portano a sola una lunghezza di distanza con Mancinelli: la rimonta non si completa nel primo tempo e Brescia è avanti 43-45 alla pausa lunga.

Torino trova il 45-45 con Fantoni e prova a scappare con Rosselli e Lewis, arrivando in men che non si dica a +7: Brescia non ne vuole sapere di lasciar scappare la Manital e con Cittadini e Fernandez torna a -3. Torino risponde con un gioco da tre punti di Giachetti, cui replica Mirza Alibegovic da 8 metri per il 66-62 sul quale si chiude il terzo periodo di gioco. Torino prova a piazzare il parziale decisivo in apertura di ultimo quarto ma il cuore di Brescia è grande e con le triple di Alibegovic e Passera arriva il 68-68 a 8’ dalla fine che costringe coach Bechi al timeout. La Manital rimette la testa avanti grazie a Giachetti, ma dall’altra parte del campo si accende Justin Brownlee, che con 5 punti consecutivi firma il nuovo vantaggio bresciano (72-73) a 5’ dalla fine. Il match va avanti punto a punto, con Brescia che riesce ad arrivare fino addirittura al +4, ma Giachetti prima in entrata e poi con un 2/2 dalla lunetta a 5 secondi dal termine trova la parità a quota 81-81. Il tiro della possibile vittoria, in mano a Juan Fernandez, finisce sul ferro, prolungando il match all’overtime.

Nei 5’ extra Torino trova immediatamente l’allungo che vale il match, grazie a Giachetti e Rosselli, che costruiscono per il +10 a 2’ dalla fine. Brescia ci prova ancora con grande orgoglio ma il divario è troppo largo e al quarantesimo è Torino a spuntarla sul punteggio di 91-86. Con il 3-1 di Torino, cala il sipario su una stagione stupenda, resa incredibile da una squadra e da uno staff tecnico che hanno regalato grandissime emozioni all’intera città e che hanno stupito l’Italia del basket.

Grazie Andrea, Max, Matteo, Juan, Alessandro, Mirza, Andrea, Federico, Marco, Daniele, Roberto, Joshua e Justin, grazie per averci regalato un sogno stupendo!

Manital Torino 91

Centrale del Latte Brescia 86

Parziali: 19-27; 24-18 (43-45); 23-17 (66-62); 15-19 (81-81); 10-5 (91-86)

Arbitri: Boninsegna, Bartolo, Cappello

Manital Torino: Giachetti 19, Mancinelli 17, Fantoni 4, Lewis 15, Viglianisi ne, Vangelov ne, Bruttini 4, Rosselli 23, Gergati, Pichi ne, Miller 9. All. Bechi

Centrale del Latte Brescia: Fernandez 22, Cittadini 18 (10 rimbalzi) , Alibegovic 9, Assoni ne, Benevelli 7, Loschi 3, Passera 3, Tomasello ne, Nelson 12, Giammò, Brownlee 12. All. Diana

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author