Serie A2 Silver: Basket Ravenna, le parole del presidente Vianello

Questa mattina il presidente Vianello, impegnato in sede per alcuni incontri di lavoro, ha ricevuto la visita informale di alcuni giornalisti.
Interpellato sulla composizione del budget, Vianello ha così risposto: “Riteniamo di avere raccolto una cifra straordinaria in soli 4 giorni lavorativi, un risultato che mai nessuno avrebbe immaginato e che ci ha dato la spinta per iniziare questa nuova avventura. Devo chiarire che non abbiamo completato l’obiettivo e che per questo motivo è necessario proseguire nella nostra opera di aggregazione delle risorse, ma quanto accaduto ci fa ben sperare. Gli episodi più emozionanti di questi giorni sono state le telefonate nelle quali amici vecchi e nuovi manifestavano il proprio appoggio: “Vianello, ci siamo anche noi”. E’ stato toccante.”

Detto questo, non sono mai voluto entrare sulle polemiche legate all’accordo di sponsorizzazione con l’azienda Piacentini, ma tengo a dire una cosa: ho stima e considerazione dei fratelli Piacentini, che ritengo persone per bene e grandi lavoratori che passano la maggior parte del loro tempo all’estero. Credo che la loro decisione di sospendere l’accordo di sponsorizzazione fosse motivata, e non sono adirato nei loro confronti. Anzi, vorrei tanto che i nostri rapporti continuassero a essere impostati sull’amicizia e che Oscar tornasse a vedere le nostre partite a Ravenna come ha fatto nel corso della passata stagione. Da parte nostra è rimasta la stessa stima di sempre.

Per quanto riguarda una squadra del territorio allargato: il progetto di una società della Romagna  (il Team Romagna era perfetto) era vincente. Se non sei Milano o Roma, devi obbligatoriamente “fare rete” se ambisci a confrontarti con le realtà sportive più importanti.

Oltre i campanilismi, con grande condivisione di idee e progetti, sempre nel rispetto delle proprie origine e con trasparenza e correttezza. Questo era il mio pensiero di allora e lo è tutt’ora.

Quello che mi ha emozionato, in questa vicenda, riguarda lo scatto d’orgoglio che la città di Ravenna ha espresso in un momento particolarmente delicato. Quanto è accaduto non è per niente normale: dal contributo del pensionato a quello di una parte dell’imprenditoria, siamo riusciti a raggiungere un risultato prodotto interamente dalla nostra comunità”.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author