Serie A2 Silver: Ferrara troppo determinata, Legnano cede subito

Gara importante per Ferrara dal punto di vista della classifica, mentre per Legnano dal punto di vista societario con l’Old Star Game del pomeriggio e la domenica dedicata al palio di Legnano, massima espressione di manifestazione cittadina.
Novità in apertura con Navarini (2 punti, 4 assist) in quintetto e Maiocco fuori per uno strappo muscolare che ha chiuso anzitempo la sua stagione

Hasbrouck apre le danze da tre, poi Castelli da sotto danno il primo vantaggio agli ospiti, preludio di un inizio sparato di Ferrara.
Krubally (16 punti, 12 rimbalzi) segna dall’angolo, ma il gioco da tre punti di Benfatto (6 punti, 3 rimbalzi, 2 assist) vale il 2-8 e il jumper di Castelli il 2-10 che costringe Ferrari al primo timeout, anche perché l’attacco biancorosso (oro-biancorosso a dire il vero oggi) è molto farraginoso e poco concreto.
Purtroppo, anche dopo l’interruzione, le cose non vanno meglio con Krubally a segnare da sotto, ma Ferrara ad aumentare il distacco fino al 4-18.
Huff (9 punti, 7 rimbalzi) schiaccia il +16 e l’1/2 di Frassineti (16 punti, 6 rimbalzi) dalla lunetta addolcisce la pillola, ma sono le due bombe in fila di Petrucci (6 punti) che scaldano il PalaEuroImmobiliare, anche se Amici si iscrive alla partita con la tripla del 11-25.
Pipitone (5 punti, 5 rimbalzi) mette il gioco da tre punti, poi Ferri la bomba, manifestando pienamente la mentalità di Ferrara, salita a Legnano per continuare a credere nel suo sogno playoff.
Il quarto si chiude con i liberi di Di Bella (7 punti), ma con Legnano sotto 12-32

Hasbrouck (21 punti, 2 rimbalzi) domina i primi minuti della seconda frazione con il gioco da tre punti e i due punti dell’iniziale 0-5
Arrigoni segna da tre, ma ancora Hasbrouck mette i liberi dove nuovo +20.
Nonostante lo scarto ormai condizionante, la partita rimane piacevole e ad alto ritmo, con le squadre che non si risparmiano sul piano dell’impegno.
Nuovo esordio per i Knights, che mettono in campo Battilana, ennesimo giovane del vivaio che esordisce in prima squadra.
Il distacco rimane invariato con la Europromotion sempre in grande difficoltà a realizzare punti, mentre la gara scorre senza sussulti e all’intervallo il punteggio è di 31-54

Durante l’intervallo, la premiazione dei Forgiati del Legnano Basket, vincitori dell’Old Star Game 2015, presentazione del gruppo di danza Thisisvan Crew e presentazione con gara di tiro delle 8 contrade cittadine e delle relative reggenze, in cui Legnarello ha vinto la gara e una maglia ricordo.

Krubally segna di forza, ma Ferrara ha sempre le giocate di Hasbrouck a tenere il vantaggio invariato.
Sul 34-60, Ferrari chiama timeout per cercare di dare una scossa alla squadra, ma Legnano non riesce a migliorare le proprie percentuali, lasciando il pallino del gioco in mano alla Mobyt.
L’antisportivo ad Arrigoni non viene capitalizzato del tutto da Ferrara e i due canestri in fila di Merchant (7 punti, 3 rimbalzi) danno qualche speranza, anche Amici (16 punti, 2 rimbalzi), ancora lui, segna la bomba che tiene le distanze sul 39-66.
Il distacco rimane profondo anche al 30′, quando Legnano é sotto per 48-72

Di Bella e Arrigoni (11 punti, 15 rimbalzi) aprono il quarto legnanese con 5 punti, ma rimane un fuoco di paglia, con Ferrara che segna a ripetizione con Castelli (19 punti, 3 rimbalzi).
Ultimo periodo che serve agli allenatori per svuotare le panchine e mettere in campo i giovani aggregati alle prime squadre.

Nonostante il passivo piuttosto largo, il pubblico legnanese ha tributato tanto applausi alla squadra che ha centrato l’obiettivo stagionale, fornendo, soprattutto in casa, prove sempre esaltanti e concrete.
Clima di festa finale all’ultima al PalaEuroImmobiliare che ha visto una presenza costante di almeno 1400 tifosi per partita.
Una conferma della passione del territorio per la squadra e la pallacanestro che sicuramente troverà una conferma nella prossima stagione in A2.

Commenta
(Visited 17 times, 1 visits today)

About The Author