Serie A2 Silver: Givova Scafati, stagione agonistica ai titoli di coda

Va in archivio la stagione agonistica 2014/2015 della Givova Scafati. Il successo contro Basket Recanati arrivato venerdì sera al PalaMangano è stato l’ultimo atto sportivo. La chiosa è poi arrivata sabato sera, presso l’auditorium di “Scafati Solidale”, dove si è tenuto l’evento intitolato “Una passione senza fine… #serieA2unica“, presentato dalle show girl Karina Cascella e Laura Forgia e che ha visto la partecipazione del duo comico Gigi & Ros dal programma televisivo “Made in Sud” e di Gaetano De Martino, in una stupenda cornice di pubblico, che ha salutato e ringraziato i protagonisti di questa stagione sportiva.

L’ottavo posto finale, viste le premesse di inizio stagione, può considerarsi davvero un ottimo risultato, giunto a coronamento di una parte finale di campionato disputata su ottimi livelli. «Sono soddisfatto dell’ottavo posto finale e del secondo nel solo girone di ritorno – ha dichiarato coach Finelli – perché legittima quanto di buono abbiamo fatto e soprattutto appaga la società per i sacrifici sostenuti. Costituisce un buon viatico su cui costruire il futuro».

C’è voluta una grande Givova per riuscire a piegare la resistenza della compagine marchigiana. La voglia di chiudere in bellezza il campionato ha motivato a dovere la squadra di casa, che ha terminato l’incontro tra gli applausi scroscianti dei propri sostenitori. «Abbiamo terminato la stagione così come volevamo, con una vittoria e tanto entusiasmo, con i tifosi che hanno festeggiato con la squadra finanche negli spogliatoi. Nel corso della gara la nostra difesa è cresciuta e siamo riusciti ad aggiudicarci il successo, nonostante le buone prove degli ex di turno Gueye ed Eliantonio. Noi, per fortuna, avevamo Spinelli – ha aggiunto il tecnico bolognese – decisivo per la vittoria, con la sua esperienza e leadership tecnica».

Coach Finelli condivide i risultati con tutti coloro che lo hanno accompagnato nel corso della sua breve esperienza scafatese, senza voler però parlare di futuro: «Ringrazio tutto lo staff che ha lavorato con me, come il vice Di Martino, il preparatore Megaro e tutto lo staff sanitario, oltre ovviamente alla dirigenza, che ha saputo sopportarmi in questi mesi. Il mio non è un commiato, perché di futuro non ho ancora discusso con la società».

Commenta
(Visited 63 times, 1 visits today)

About The Author