Serie A2 Silver: Latina gioca un’ottima partita, ma vince Ferrara

La Benacquista Assicurazioni Latina gioca un’ottima partita, tenendo testa alla Mobyt Ferrara fino a pochi minuti dal termine della gara, con una grande determinazione e con l’atteggiamento di una squadra abituata a lottare e a non mollare mai. Il divario, fin troppo severo, che sancisce il risultato finale del match (94-80) non rispecchia assolutamente l’andamento della gara, che ha visto i nerazzurri battersi con grinta mantenendo alto il livello di concentrazione e dando vita ad unasfida avvincente ed emozionante. Il risultato, mai scontato, ha permesso ai nerazzurri, privi di Reed dal 25′ (espulsione) e di Portannese dal 28′ (infortunio alla caviglia) di giocare al pari di una formazione completa e ben organizzata come la Mobyt Ferrara, che ha conquistato l’accesso ai playoff. Quattro giocatori in doppia cifra per la Benacquista: Reed che ha realizzato 16 punti (prima di essere espulso al 25′ per un presunto fallo di reazione) Capitan Santolamazza che ne ha messi a referto 14, Ihedioha e Banti che ne hanno firmati 13 ognuno, ma da evidenziare anche gli 8 punti messi a segno da Giotto Mathlouthi che ha calcato il parquet del Pala Hilton Pharma per oltre 17 minuti con una percentuale al tiro del 67% e i 5 punti realizzati da Alfonso Di Ianni negli oltre 19 minuti di utilizzo.  Un plauso ai ragazzi di coach Bartocci che hanno dimostrato, una volta ancora, quanto sia grande la loro forza di volontà e il loro cuore e che hanno regalato a tutti i tifosi nerazzurri la soddisfazione di vederli giocare con anima e corpo anche in questo ultimo appuntamento ufficiale della stagione. Grazie a tutti loro.

MOBYT FERRARA vs BENACQUISTA LATINA 94-80 (23-18 46-40 68-64 94-80)

Mobyt Ferrara: Huff 16, Bottioni 4, Castelli 7, Amici 17, Ferri 13, Casadei 14, Benfatto 12, Sita 1, Pipitone 2, Proner, Ghirelli 3, Hasbrouck 5. Coach Martelossi.

Benacquista Latina: Mathlouthi 8, Banti 13, Santolamazza 14, De Ninno, Ihedioha 13, Cantone 4, Portannese 5, Di Ianni 5, Ianes 2, Reed 16. Coach Bartocci.

Percentuali: Ferrara tiri da 2 pti 48%, tiri da 3 pti 35%, tiri liberi 68% – Latina tiri da 2 pti 52%, tiri da 3 pti 24%, tiri liberi 74%

Arbitri:  Borgo Christian di Dueville (VI) Giovannetti Guido di Terni e Furlan Leonardo di Abano Terme (PD)

Spettatori: 2380

Partenza sprint su entrambi i fronti, tanto che dopo 1:30” di gioco il punteggio è sul 5-5. Ferrara prova ad allungare (9-5) ma Reed, con 4 punti di fila, ripristina la parità (9-9 al 3’). Latina tiene testa ai padroni di casa (11-11 al 5’) grazie ad una buona verve di Ihedioha sia in difesa che in attacco. I biancoazzurri si affidano ai canestri della coppia Hasbrouck-Huff che porta Ferrara sul +6 (17-11) e coach Bartocci chiama prontamente time-out. La Mobyt incrementa il proprio vantaggio grazie ai liberi messi a segno da Pipitone, in casa Benacquista coach Bartocci fa ruotare i suoi uomini schierando anche il giovane Alfonso Di Ianni. Ancora un canestro per Ferrara (20-11) ma Latina si scuote e realizza 4 punti consecutivi con il canestro in area di Cantone e la schiacciata di Reed (23-15 a 41” dalla sirena). Botta e risposta di triple tra Castelli e Di Ianni e il quarto va in archivio sul 23-18 in favore dei locali.

In avvio di secondo periodo è Ferrara ad andare a canestro per prima con Benfatto e Amici (27-18) la Benacquista replica con Banti (27-20 all’11’) ma commette subito anche due falli, uno dei quali consente a Bottioni di realizzare dalla lunetta i due liberi del +9 ferrarese (29-20 al 12’). Non si da certo per vinta la formazione ospite e mette subito a segno un canestro con un altro giovane del vivaio nerazzurro, Mathlouthi (29-22) risponde Bottioni (31-22) ma è ancora “Giotto” a centrare la retina e Latina per il -7 (31-24 al 13’). Gli uomini di coach Bartocci sono sfortunati nelle conclusioni, mentre nell’area opposta Amici, con 4 punti consecutivi, porta la Mobyt sulla doppia cifra di vantaggio (35-24 al 14’). Il tecnico nerazzurro chiama un nuovo time-out, ma Ferrara aumenta ancora il divario con una schiacciata di Huff (37-24). Lo statunitense Drake Reed muove il punteggio latinense (37-26 al 16’) Benfatto realizza il libero del +12 (38-26) ma subito dopo Ihedioha, appena rientrato sul parquet, mette a segno 4 punti di fila per il -8 pontino (38-30 al 17’). Huff realizza dall’arco per la Mobyt, ma Santolamazza, con un bel gioco da tre punti mantiene il divario sotto la doppia cifra (41-33 a 2:27” dalla fine del quarto). La Benacquista è gravata di falli, ma continua a tenere testa alla precisione dalla lunga distanza degli avversari (Huff 60% nei primi 20 minuti di gioco) realizzando canestri che la portano sul -4 (42-38) a 1:09” dal riposo lungo. Si gioca intensamente negli ultimi istanti del secondo quarto e a 26” dalla sirena il tabellone segna: 45-40 per Ferrara. Il libero messo a segno da Pipitone manda tutti negli spogliatoi con il risultato di 46-40 in favore dei padroni di casa, mettendo però in mostra una grande prova dei latinensi.

Al rientro dal riposo lungo, la compagine ospite riduce lo svantaggio a un solo possesso (48-46 al 22’) grazie ai canestri di Reed e Ianes. E’ prontissima la reazione dei padroni di casa che, con 5 punti consecutivi di Casadei, si portano sul +7 (53-46 al 23’) Amici incrementa il vantaggio (55-46) poi è Portannese a centrare la retina dai 6,75 per il -6 nerazzurro (55-49 al 24’). A 5:20″ dal termine del terzo quarto viene espulso Drake Reed per un presunto fallo di reazione nei confronti di un giocatore avversario da cui aveva subito fallo. Di Ianni dalla lunetta non concretizza i liberi che avrebbero potuto ridurre il divario, a differenza degli avversari che con Ferri e Amici siglano 3/4 a cronometro fermo e portano la Mobyt nuovamente sul vantaggio in doppia cifra (58-49 al 25’).  Mai doma, la Benacquista reagisce con Portannese dalla lunetta e Banti che mette  a referto 4 punti di fila che valgono il -3 per la squadra latinense (58-55 al 26’). Ferri dà ossigeno ai suoi con la tripla del +6 (61-55 quando mancano 3:50” al termine del terzo quarto) ma Ihedioha preciso ai  liberi e Banti su azioni permettono a Latina di tornare nuovamente a un solo possesso di distacco (61-59 al 27’).  Dopo l’espulsione di Reed, Latina deve rinunciare anche a Portannese per un infortunio alla caviglia che lo costringe a tornare in panchina. Amici, uno dei migliori in campo per la Mobyt, mette a segno la tripla del +5 (64-59 a 1:39” dalla sirena). Entrambe le squadre hanno esaurito il bonus, ma Ferrara, maggiormente precisa incrementa il vantaggio sul +6 (66-60 a 1:05”). E’ nuovamente Giotto Mathlouthi a risollevare le sorti pontine con 4 punti consecutivi, intervallati dal canestro di Casadei: 68-64 è il punteggio con cui si conclude il terzo periodo di gioco.

L’ultima frazione si apre con la Benacquista che riduce a soli due punti il divario 68-66, poi è Casadei a piazzare la tripla del 71-66, ma la pronta reazione di Cantone fissa il tabellone sul 71-68 dopo soli 53” secondi di gioco. Partita intensa e avvincente tra due squadre che lottano e mettono in campo tutta la loro determinazione e desiderio di successo. Benfatto allunga per la Mobyt (73-68 al 32’). I nerazzurri sono sfortunati nelle conclusioni, mentre Ferri, su assist di Amici, è chirurgico dalla lunga distanza e riporta Ferrara sul +8 (76-68 al 34’). Scorrono i minuti, coach Bartocci ruota gli uomini e al 35’ sono i due liberi di Capitan Santolamazza a smuovere il punteggio della Latina Basket: 78-70. Si scuote la formazione nerazzurra e anche Banti e Di Ianni contribuiscono all’ennesimo recupero dei pontini (78-74 al 36’). E’ il solito Amici a prendere per mano la Mobyt realizzando i due punti del +6 ferrarese (80-74 a 3:55” dal termine della gara). Scorre il tempo e a 3:28” dal termine della sfida Ferrara conduce di 5 lunghezze: 82-77, ma la Benacquista ha già esaurito il bonus e Benfatto non sbaglia dalla lunetta portando il vantaggio dei locali sul +7 (84-77 a 2:43”). La tripla di Ferri a 1:42” che fissa il nuovo vantaggio in doppia cifra per i padroni di casa, spegne le speranze pontine di poter rimontare, ma non fa certo calare d’intensità il gioco dei nerazzurri che, con i liberi di Santolamazza riducono a 8 punti il divario (87-79 a 1:07”) Amici, Ferri e Ghirelli impongono, però, i loro canestri che decretano il +14 a 16” dalla sirena: 90-79. I due allenatori chiamano entrambi i timeout ancora loro disposizione e il match si conclude con lo schieramento sul parquet dei giovani e con i liberi di Santolamazza e Sita che chiudono la partita sul risultato finale di 94-80 per la Mobyt che si aggiudica l’accesso ai play off.

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author