Serie A2 Silver: Latina, Uglietti già pronto per la stagione 2015-2016

Dopo il grave infortunio dello scorso 4 aprile, in occasione della penultima giornata di campionato contro il Roseto sul parquet del PalaMagetti, nessuno avrebbe osato pensare e sperare in una ripresa tanto rapida e completa da parte di Lorenzo Uglietti. Nel corso del match, l’atleta nerazzurro classe ‘94 aveva subito in un contrasto di gioco una problematica infrazione mandibolare, che è stata possibile ricomporre solo a seguito di un delicato intervento chirurgico maxillo-facciale. La guardia della Latina Basket è stata costantemente e scrupolosamente seguito dal dott. Luca Basile, membro dello staff nerazzurro in qualità di Responsabile della Fisioterapia, cui abbiamo posto alcune domande.

 

Dott. Basile, come è stato possibile escludere problemi più seri e aprire la strada ad un recupero così rapido del giocatore?

«Subito dopo l’intervento, abbiamo sottoposto Uglietti ad un mirato trattamento di rieducazione funzionale dell’articolazione temporo-mandibolare (ATM) che ha prodotto risultati estremamente soddisfacenti e che ha permesso al giocatore di riprendere fin da ora la preparazione atletica in vista del prossimo campionato, stagione 2015-2016».

 

Quindi non si tratta di miracoli, ma di trattamenti mirati. Cosa può aggiungere al riguardo?

«Nel nostro settore non esistono miracoli. È di fondamentale importanza rivolgersi sempre ad un professionista specializzato nella rieducazione e nella riabilitazione, per poter risolvere le varie problematiche inerenti il trauma attraverso una valutazione funzionale, sia clinica che strumentale, che consenta di stabilire la terapia posturale più adeguata per raggiungere nel più breve tempo possibile l’obiettivo del pieno recupero del paziente/atleta nel periodo successivo all’intervento».

 

Dott. Basile, immaginiamo Lei non si occupi solo della Latina Basket.

«No, infatti. (sorride, ndr)  Sono specializzato in posturologia e riatletizzazione del gesto sportivo. Attualmente, oltre a seguire la società cestistica, collaboro con la Clinica S. Marco di Latina e con la Casa di Cura “Villa Azzurra” di Terracina, svolgendo principalmente attività di rieducazione, ginnastica e terapia posturale».

 

Chiudiamo tornando al basket. Da dove è nata la decisione di collaborare con la società del Presidente Benacquista?

«La scelta di far parte di questo gruppo è stata semplice, data la similitudine di valori e di prospettive che ci accomuna: la Benacquista Assicurazioni Latina Basket è una società da sempre attenta alle necessità dei propri atleti, attivamente presente nelle vicende legate ai propri tesserati, sia quelli della prima squadra che del settore giovanile.

Ne è dimostrazione il fatto che, ad esempio, gli atleti provenienti da fuori città sono ancora ospiti della Foresteria nerazzurra e proseguono il percorso stagionale tra gli allenamenti al PalaLatinaBasket e la partecipazione a vari tornei, sia interni che esterni, suddivisi per categorie.

Una professionalità encomiabile che ben si sposa con la mia personale filosofia di lavoro. Anch’io proseguo nel lavoro di riabilitazione con alcuni ragazzi dei gruppi Under 15 e Under 17 che hanno bisogno di cure specifiche per riprendersi da infortuni subiti durante la scorsa stagione in contrasti di gioco o nel corso degli allenamenti.

 Dentro la Latina Basket tutti si adoperano e collaborano per vivere e gestire al meglio l’ambiente magico della pallacanestro in città. Ecco, credo sia questo il motivo che mi ha fatto scegliere di entrare a far parte di questo grande gruppo».

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author