Serie A2 Silver: Legnano, vittoria nell'ultima gara della stagione

Mec-Energy Roseto – Europromotion Legnano 69-82 (15-18, 17-9, 11-26, 26-29)
Mec-Energy Roseto: Damier Pitts 20 (5/11, 2/6), Piero De Dominicis, Jacopo Borra 10 (3/7 da due), Lorenzo Bartoli 5 (1/2, 1/2), Pierpaolo Marini 11 (2/6, 2/7), Giga Janelidze 5 (1/3, 1/4), Giuseppe Ippedico, Giovanni Carenza, Sylvere Bryan 12 (5/9 da due), Yankiel Moreno 6 (2/5, 0/5)
Tiri Liberi: 13/17 – Rimbalzi: 47 34+13 (Sylvere Bryan 11) – Assist: 10 (Yankiel Moreno 5)
Europromotion Legnano: Ousman Krubally 13 (4/9 da due), Niccolo’ Petrucci 5 (1/3, 1/3), Alessandro Guidi, Matteo Frassineti 14 (5/9, 1/8), Marco Arrigoni 9 (0/5, 1/2), Fabio Di Bella 24 (7/13, 1/4), Andrea Locci, John III Merchant 17 (3/9, 3/11), Luca Battilana N.E.: Federico Maiocco
Tiri Liberi: 21/27 – Rimbalzi: 44 30+14 (John III Merchant 11) – Assist: 10 (Fabio Di Bella 4)

Ultima gara ininfluente per la classifica dei Knights e quella di Roseto, ormai salve da settimane, e senza nulla da chiedere al campionato.
Legnano arriva a Roseto in giornata, con Merchant reduce da un forte stato influenzale ma presente, mentre Maiocco è in panchina ma solo per onor di firma, ma senza nemmeno poter fare riscaldamento per via di uno strappo muscolare.

Il primo possesso è di Legnano, ma il primo canestro è il libero di Bryan (12 punti, 11 rimbalzi) per il 1-0 che rimane per qualche minuto sul tabellone.
Legnano si sblocca con Di Bella, ma il canestro di Janelidze da lontano e il coast to coast di Pitts (20 punti, 10 rimbalzi), portano il parziale sul 6-2 che è il motivo del primo timeout nella partita di Ferrari.
Al rientro Pitts va a segno con il gioco da 3 punti del 9-2, ma anche i Knights iniziano ad avere percentuale con il canestro di Petrucci e la bomba di Frassineti (14 punti).
Janelidze segna da sotto dopo il parziale di 0-5 della Europromotion e qui il punteggio rimane per un paio di minuti fisso sul 13-9, fino al nuovo parziale legnanese con i canestri di Di Bella e la schiacciata in contropiede di Krubally per il 13-14.
Pitts recupera e, in contropiede, riporta i padroni di casa in vantaggio di 1.
Merchant fa 2/3 dalla lunetta e di nuovo i Knights sono avanti di 1, in una continua alternanza di leadership; infine Di Bella gioca un bel pick&roll per il +3, che è anche lo scarto a fine del primo quarto che si chiude sul 15-18.

Il secondo parziale inizia con il freno a mano tirato per entrambe le squadre e per 2’ abbondanti non si vedono canestri.
Borra (10 punti, 7 rimbalzi) e Bartolini trovano il pareggio, mentre il vantaggio rosetano arriva con l’alley hoop sull’asse Pitts-Borra e poi con il gioco da 3 punti, sempre di Pitts, per il 25-20.
Le squadre si impegnano, anche se si vede nettamente che la posta in palio non è delle più importanti.
Pitts segna ancora dalla lunetta per il massimo vantaggio degli Sharks, ma la tripla di Petrucci tiene i Knights in scia.
Un timeout a testa spezzetta la partita con Bryan che riapre le ostilità con un gioco da 3 punti per il 31-25.
Frassineti recupera e vola in contropiede per l’ultimo canestro del quarto che si chiude sul 32-27

Dopo la pausa lunga Di Bella fa 1/2 dalla lunetta, ma il canestro del play legnanese è l’unico per oltre 3’ minuti.
Moreno (6 punti, 4 rimbalzi, 5 assist) arriva al ferro con facilità, ma anche Krubally (13 punti, 9 rimbalzi) e Janelidze segnano da vicino, con le difese che non chiudono in maniera proprio ermetica gli spazi.
Arrigoni mette i liberi del 36-32 quando mancano circa 5’ alla terza sirena, con i Knights che allungano la difesa per dare un po’ di pepe alla gara.
Un grande assist di Di Bella per il back-door di Frassineti vale il pareggio sul 36-36, che induce Trullo a chiamare timeout,
Frassinetti permette a Legnano di mettere il naso avanti, ma la schiacciata di Bryan riporta il pareggio.
Di Bella (24 punti, 7 rimbalzi, 4 assist, 2 recuperi) fa una zingarata a centro area per due volte di fila per il 38-42. Marini segna da 3 dopo una serie di errori, ma il gioco a due tra Di Bella e Frassineti funziona bene per il +3 Legnano.
Merchant segna dall’angolo, Frassineti e Arrigoni dalla lunetta e poi ancora Merchant da tre punti per un parziale conclusivo di Legnano che chiude al 30’ sul 43-53

Marini segna subito, ma la tripla di Merchant (17 punti, 11 rimbalzi) regala alla Europromotion il massimo vantaggio sul +11.
Bryan segna un jumper dalla media, ma Arrigoni mette una bomba da almeno 8 metri che da il +12 a Legnano, arrotondato a +14 dal contropiede di Krubally per il 47-61.
Pitts non ci stà e arriva al capolinea, ma sul cambio di campo, Arrigoni (9 punti, 7 rimbalzi) segna dalla lunetta con 1/2, poi un tecnico alla panchina rosetana, lascia a Krubally un 3/3 dalla linea della carità, che poi Merchant alimenta con l’appoggio al ferro dopo la rimessa in attacco.
Legnano gestisce bene il vantaggio che viene messo relativamente in crisi dalla bomba di Marini (11 punti, 5 rimbalzi) che vale il -13 per i suoi.
Legnano si assesta sul +11, con Roseto che ci prova, ma, soprattutto in difesa, non riesce a tenere le penetrazioni di Di Bella e la vena di Frassineti.
La gara scorre fino alla fine con gli allenatori che svuotano le panchine e lasciano spazio a tutti.

Stagione finita per Legnano che, alla prima in serie A, si può ritenere soddisfatta del suo cammino, tempestato da infortuni ed acciacchi, ma giunto alla conclusione sperata con largo anticipo sulla fine del campionato.
Bravi tutti. Ci vediamo a ottobre 2015

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author