Serie A2 Silver: Omegna, vittoria casalinga contro Imola

Si chiude con una vittoria l’ultima gara interna della Paffoni Fulgor Omegna, che batte l’Andrea Costa Imola 83-76. Si parte con le marce basse, con Conger e Bartolucci ad aprire le danze. Diversamente da quanto è accaduto durante l’annata, la Paffoni fatica a trovare la via del canestro, mentre Francesco De Nicolao non da l’impressione che il ritorno nella casa della sua ex squadra influenzi il suo gioco. A meno otto la Fulgor si affida al suo capitano Stefano Masciadri e al miglior giocatore del mese di marzo Antonio Iannuzzi (premiato nel prepartita con l’onorificenza assegnata da LNP e lo sponsor Ponte). Nel finale di quarto i padroni di casa provano a correre alla ricerca di ritmo offensivo e chiudo i primi dieci minuti sotto 19-26, con Imola che si dimostra squadra solida e molto precisa nell’esecuzione e dall’arco dei tre punti. Alla ripresa dei giochi Hassan continua a colpire dalla grande distanza, ma i padroni di casa restano in partita con la difesa e le buone spaziature in attacco. Con un parziale di 9-0 Saddler e compagni riducono sensibilmente il gap e a cinque minuti dalla pausa lunga toccano il meno due sul 32-34. A ricacciare indietro i rosso-verdi è il solito Hassan, che riporta i suoi a due possessi di distanza, con Anderson a dagli una mano. Il primo tempo si chiude sul 39-45 per gli ospiti, con Omegna che ha un buon impatto dalla panchina di Antonio Smorto e Andrea Resca. Non cambia la situazione al ritorno in campo delle due squadre, con Imola a comandare e Omegna ad inseguire. Agli allunghi di Bushati rispondo Iannuzzi e Smorto, che firmano l’aggancio della Paffoni a quota 53. Un continuo scambio di colpi rende la partita equilibrata e dall’esito incerto ed il terzo quarto si chiude con Omegna avanti 64-63, con un Demetrius Conger molto concreto. Imola non sembra voler dare l’impressione di mollare, ma la Fulgor vuole una vittoria nell’ultima partita casalinga della sua stagione. Nonostante cenni di zona per entrambe le squadre, la situazione di parità non si smuove e passati quattro minuti nella quarta frazione siamo sul 69-69. Ad infuocare il PalaBattisti ci pensa Devon Saddler, che con una tripla dall’angola porta la Paffoni in vantaggio 74-71 a quattro minuti dal termine. L’allungo finale della Fulgor sembra quello giusto, con i rosso-verdi avanti 80-72 a meno di due minuti dalla conclusione. Nonostante gli ultimi assalti bianco-rossi, Omegna mantiene lucidità e nervi saldi e archivia l’ultima vittoria casalinga della stagione 2014/2015 per 83-76.

Commenta
(Visited 23 times, 1 visits today)

About The Author