Serie A2 Silver: Pall.Piacentina, impresa sfiorata contro la Viola

Viola R. Calabria – Bakery Piacenza 76-68 (20-19, 17-22, 20-14, 19-13)

Viola R. Calabria: Deloach 39 (11/13, 3/6), Marcos Casini 3 (1/1 da tre), Azzaro 0 (0/1, 0/1), Rezzano 2 (1/3, 0/3), Lupusor 3 (1/1), Spissu 2 (1/2, 0/1), Rossi 9 (3/7, 1/1), Rush 5 (1/6, 1/4), Ammannato 13 (5/9, 1/1) N.E.: De Meo

Tiri Liberi: 9/13 – Rimbalzi: 34 25+9 (Rush 11) – Assist: 11 (Deloach, Rush 4)

Bakery Piacenza: Galli 15 (4/7, 2/5), Stefanini 2 (1/5), Sorokas 20 (4/6, 2/6), Gasparin 10 (2/8, 2/5), Rossetti 6 (3/3, 0/2), Mazzocchi, Infante 15 (7/13) N.E.: Sebastiani, Ziotti, Di Giorgio

Tiri Liberi: 8/15 – Rimbalzi: 29 22+7 (Sorokas, Infante 7) – Assist: 5 (Galli, Infante 2)

 

Sfiora l’impresa la Pallacanestro Piacentina a Reggio Calabria in una partita rimasta in equilibrio fino all’ultimo minuto. Contro una squadra lanciata verso i play off e sospinta dal tifo di 3000 tifosi e con un roster limitato causa l’assenza del capitano Rodolfo Rombaldoni (a proposito in bocca al lupo per un recupero completo e veloce) a 6 rotazioni effettive (Mazzocchi è entrato solo per un minuto, Sebastiani, Ziotti e Di Giorgio mai entrati) la squadra di Sodini gioca una partita fatta di intensità qualità e tattica e per larga parte della partita è davanti ai padroni di casa. Solamente prima dello striscione finale Reggio riesce a dare l’allungo decisivo ed a vincere una gara decisamente complicata. La fine della partita è dedicata all’attesa del risultato di Matera che poteva decretare la retrocessione di Piacenza. Invece i lucani perdono e Piacenza ha ancora la possibilità di provare il sorpasso nelle prossime due gare ad iniziare da quella con Scafati in programma sabato sera ore 21 al PalaBakery.

 

PRIMO QUARTO

Coach Sodini parte con Galli, Gasparin, Stefanini, Sorokas e Infante. L’inizio è tutto biancorosso con un 7-0 targato Infante, Gasparin e Sorokas. Coach Benedetto è costretto a chiamare time out che risulta convincente visto il rientro in campo dei padroni di casa è devastante con un parziale di 10-2 in due minuti che permette ai reggini di mettere la freccia e costringe Sodini al time out. Da qui fino alla fine del primo quarto la partita è all’insegna dell’equilibrio con il fresco convocato della Nazionale Under 20 Galli che in un amen segna 8 punti.

 

SECONDO QUARTO

Si riparte con Rossetti in campo al posto di Stefanini ed un parziale di 5-0 per Reggio che prova a spaccare la partita, ma è subito Infante con cinque punti consecutivi ad impattare sul 24 pari. Ma Piacenza non si accontenta e mette anche la testa avanti con Sorokas. Per dare qualche rotazione in più Sodini al 15 mette a riposo un super Infante e fa entrare Mazzocchi. La partita è sempre in equilibrio ma nell’ultimo minuto un gioco da tre punti di Sorokas e l’ennesimo canestro di Galli permettono a Piacenza di andare all’intervallo lungo con un vantaggio di 4 punti (37-41).

Per Piacenza bene tutti con Infante (11 punti più 10 rimbalzi) e Galli (12 punti) sugli scudi

 

TERZO QUARTO

Sodini parte con Galli, Gasparin, Stefanini, Stefanini e Sorokas. Reggio parte subito con l’accelleratore al massimo e con un parziale di 8-3 sorpassa i biancorossi. Si gioca sull’equilibrio totale, nessuno nei primi minuti riesce ad avere un vantaggio di più di due punti. Piacenza ha ancora ossigeno nonostante siano solo sei gli effettivi biancorossi in campo (per Mazzocchi il settimo solo un minuto) e chiude il terzo quarto solo sotto di 2 punti (57-55) permettendo ai biancorossi di entrare nell’ultimo quarto pienamente in corsa.

 

QUARTO QUARTO

E’ subito Sorokas con una tripla a dimostrare che Piacenza non vuole mollare riportando Piacenza sul + 1. E sono ancora lui e Galli a mettere Piacenza avanti sul + 4 sul 59-63. 

A 5 minuti dalla fine Reggio impatta e Piacenza ha Infante e Rossetti con quattro falli. Si continua a giocare sull’equilibrio con le due squadre che sono a pari a 3 min dalla fine. In un minuto Reggio trova un mini parziale di 4-0 e si entra nell’ultimo minuto con Reggio sopra sul 72-68. Sorokas subisce fallo e sbaglia entrambi i liberi, Deloach non sbaglia e trova la tripla che vuol dire sicurezza per i reggini. Il resto vale solo per le statistiche con Piacenza che esce a testa altissima perdendo solo negli ultimi due minuti in sei uomini contro una squadra che sta lottando per i play off.
Coach Sodini riceve complimenti per la prestazione della squadra ma è ovviamente deluso visto che vincere avrebbe portato i suoi ad agganciare Matera: “Abbiamo avuto un approccio fantastico, la squadra ha giocato una super partita. Ovviamente la differenza l’hanno fatta le maggiori rotazioni che hanno permesso a Reggio di poter salire di intensità alla fine della partita. Deloach per noi è stato il rebus irrisolto abbiamo provato a cambiare marcatore e sistemi difensivi ma è stato super. Abbiamo perso ma giocando una super partita e soprattutto siamo ancora in gioco. Questo gruppo è straordinario ed ha dimostrato di non mollare mai fino alla fine”
Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author