Serie A3 femminile: la Maddalena Vision batte Quartu e ottiene la promozione matematica in A2

28 febbraio 2015, pochi minuti alle 16.30: suona la sirena del Pala Antonianum, la Maddalena Vision ha battuto Quartu Sant’Elena in trasferta 60-76.

Il tabellone segna il punteggio, ma non dice che i due punti appena ottenuti dalla Maddalena Vision sono quelli della promozione in A2, un momento storico per il basket femminile palermitano. Bisogna fare però un passo indietro ai quaranta minuti giocati: una gara difficile, vinta con carattere e consapevolezza nei propri mezzi, da Maddalena Vision, grazie a un allungo decisivo nella seconda metà.

La prima parte di gioco vede le ospiti subito avanti con un perentorio 0-8 di parziale: il piano di gioco della Maddalena Vision, che lancia Guerri in quintetto per contenere l’esuberante scorer Lai, funziona. Quartu però trova punti dalla straripante David, con qualche sortita di Brusa (le uniche del match, poi s’eclisserà pian piano) e chiude il primo periodo sul 16 pari.

Nella seconda frazione il piano di coach Musumeci continua a funzionare grazie alla “staffetta” delle esterne in difesa su Lai (prima Guerri, poi Costanza Verona, poi Ferrara), ma le sarde pescano la Matta: l’esterna mette a ferro e fuoco la difesa palermitana, seguita da Biella. Per loro una delle migliori prestazioni stagionali, 11 e 12 punti rispettivamente. La Maddalena Vision però tiene botta e rimane in testa, grazie a una prova sontuosa delle lunghe Marta Verona (20 e 9 rimbalzi) ed Ermito e alla tremenda efficacia di Aleo (12 punti con sei tiri dal campo): 36-39 dopo la prima metà.

Il cambio di passo, come detto, arriva nella ripresa: Quartu annaspa, trova punti con David ma non c’è più il resto della squadra, mentre dall’altra parte la Maddalena Vision non ha perso mordente e continua a giocare a pallacanestro, trovando punti specie nel pitturato (52 sui 76 finali). Protagonista nel terzo periodo Perseu che ne mette 14 dei suoi 28 finali, mentre arriva finalmente l’allungo sul 50-62.

A quel punto le padrone di casa si sfaldano, mentre la Maddalena Vision s’esalta e comincia anche a sciorinare qualche buona giocata. I minuti finali sono la passerella verso il successo: finisce 60-76 ed è A2 matematicamente acquisita, con tre giornate d’anticipo. Dopo una settimana di passione, si può iniziare a festeggiare.

Maddalena Vision Palermo –  Aleo 12 (3/3, 2/3), Perseu 28 (6/6, 11/15, 0/5), Guerri 2 (2/2, 0/1), M. Verona 20 (0/1, 10/16), Ermito 10 (5/10); Ferrara, C. Verona 2 (1/1), Manzotti 2 (1/2, 0/4), Giannalia ne, Ajaereh ne. All. Musumeci, Vice: Avellone.
(T2: 31/47, T3: 2/13, Rimbalzi: 20+2, Recuperi: 11, Perse: 8, Assist: 10, Punti in area: 52)

Antonianum Quartu Sant’Elena – Lai 4, Brusa 6, Matta 11, Niola 6, David 21; Biella 12, Piras, Desogus, Mainas, Cavalletto, Argiolas ne. All: Asunis.

Arbitri – Giovannetti e Falcetto.
NOTE
Parziali:  16-16, 20-23 (36-39), 14-23 (50-62), 10-14 (60-72).
Falli: Maddalena Vision 18 – Quartu 11. Tiri liberi: Maddalena Vision 8/9 – Quartu 10/11.
Top statistiche Maddalena Vision: Rimbalzi M. Verona 9, Recuperi Aleo 4, Falli subiti Perseu 5.

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author