Serie B Campania femminile: Givova Ladies Scafati, Capaccio vince nel finale

Essere alla pari per tre quarti di gara e sul più bello mancare di lucidità e cattiveria agonistica. Buona prova di Scafati che però esce sconfitto dal derby giocato al PalaMangano contro la Convergence Capaccio, terza forza del campionato di Serie B femminile campano.

Risultato di 45-52 per le viaggianti con un break decisivo di 17-9 nell’ultimo quarto di gioco.

Top Scorers tra le gialloblu di coach Ottaviano sono Busiello e Maria Scala, 10 punti a testa, la prima aggiunge 6 rimbalzi e 3 recuperi, la seconda solo 2 rimbalzi. Nel complesso positiva la prova dell’asse play pivot di Scafati.

Prezioso e Persico giocano tanti minuti di qualità e quantità; chiudono la prima con 4 punti e la seconda con 6. Cristiano 7 punti, in 16’ di utilizzo con 4 rimbalzi e 2 recuperi.

Errico, spadroneggia a rimbalzo con 11 carambole raccolte in 25 minuti sul parquet; ‘condisce’ il tutto con 6 punti ma esce alla fine per 5 falli.

Tra le ‘rosse’ di coach Di Mauro, la top scorer dell’intero match Dalila Di Donato firma 21 punti, 9 rimbalzi, 100% dai 6.75 e 40’ sul parquet. Capaccio ringrazia essenzialmente lei per aver sbancato il PalaMangano.

L’altra in doppia cifra è Memoli, 11 punti, mentre l’atipico ‘4’ Coralluzzo si ferma a 9 punti e 12 rimbalzi. Alfinito chiude con 3 punti, Di Cunzolo e Moscariello con 4.

Abbiamo interpellato la lunga Maria Scala per spiegarci il momento delle Givova Ladies

Tre quarti alla pari, poi cosa è successo?

Alla fine abbiamo perso nei minuti finali perché sostanzialmente anche nell ultimo quarto siamo stati alla pari. Nelle ultime azioni abbiamo perso lucidità mentre le avversarie hanno avuto e mantenuto la giusta cattiveria per chiudere la partita’.

Stai giocando meglio e di più in queste settimane, come ti senti?

Sono contenta di poter fare qualcosa in più per le mie compagne, con le mie compagne e non solo, sento di più la fiducia e questo mi fa scendere in campo più grintosa e determinata a fare bene!”.

Le prospettive per una fase ad orologio in arrivo?!

Sicuramente non manca la voglia di lavorare per chiudere quanto meglio possibile il campionato, lottando, vendendo cara la pelle e cercando di migliorare quello che ci ha penalizzato in tutte le partite: ovvero la tenuta mentale!”

Ora gara ‘proibitiva’ secondo la classifica, si sfida sabato 7 febbraio 2015 al PalaNapolitano di Marigliano la capolista NAB che ieri ha sbancato il PalaSilvestri, il fortino della Ruggi Salerno. Ma le canarine si è visto che non temono nessuno!

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author