Serie B femminile: il presidente Pignata a 360° sulla stagione del suo Basket Ruggi Salerno

Si chiude definitivamente il sipario sulla stagione agonistica 2014\2015 del Basket Ruggi Salerno, targato Eurotraffic.

In archivio una stagione comunque esaltante, in ogni settore, con tante gioie ma anche qualche deludente sconfitta. Nonostante ciò, continuano però gli allenamenti nella palestra del Liceo De Sanctis, a partire dai più piccoli fino alle più grandi del settore giovanile, prima di salutarsi per qualche mese e riprendere poi una nuova ed entusiasmante stagione da Settembre. Un bilancio complessivo su questa annata non poteva che spettare al presidente Rino Pignata.

Presidente, serie B conclusasi con la conquista della Coppa Campania e, l’uscita dai play off contro Catania. È soddisfatto della stagione? Qualche rimpianto?
“Per quanto riguarda la Serie B sono soddisfatto in parte dei risultati raggiunti, vedi la conquista dei play off promozione per la serie A2, che era l’obiettivo che ci eravamo prefissati ad inizio anno. E diciamo che per i vari abbandoni susseguitesi nel corso dell’anno, che ci hanno costretto a rivedere i nostri piani in corso d’opera, siamo comunque riusciti a raggiungere risultati importanti, perdendo solo ai play off contro la Rainbow Catania, che a detta di tutta rappresenta la principale pretendente al salto di categoria. Ma non è da dimenticare la grande soddisfazione avuta con la conquista della Coppa Campania dove ci siamo imposti contro Scafati prima in semifinale e contro la capolista Marigliano poi nella finalissima. I meriti di questi risultati sono da ascrivere sicuramente a tutte le ragazze del gruppo della Serie B, a quelle che sono riuscite a dare il loro contributo e anche a quelle che hanno dato meno delle loro possibilità.

L’under 15 ha sfiorato per un soffio le Finali Nazionali di categoria perdendo contro la Saces Napoli in semifinale. Come giudica il lavoro di queste ragazze e soprattutto la loro crescita?
“Sono abbastanza soddisfatto per il risultato che l’under 15 ha raggiunto anche se per un solo punto non siamo riusciti ad accedere alla Finali Nazionali. Abbiamo dimostrato di esprimere un gioco superiore alle altre ecco perché credevamo comunque di meritarci questa qualificazione, persa con rammarico nel finale di gara. Avevamo un gruppo numericamente limitato che abbiamo completato con qualche 2002 di buon valore, ma siamo molto migliorate da inizio anno; siamo comunque la terza miglior squadra a livello regionale, in un gruppo di quasi quindici società. Importante in questo senso la collaborazione con la Salerno Basket ’92, ma anche il lavoro dello staff tecnico formato da coach Tommaso Pignata e l’assistente Federica Di Pace.”

L’under 13, da lei allenata è un gruppo “fuori età”, alla sua prima esperienza in un campionato giovanile regionale. Quali sono state le sue impressione?
“L’under 13 è un gruppo di nuova formazione, al primo anno in un campionato federale, composto da bambine dell’annata 2003\2004 quindi di un anno più piccole. Siamo stata l’ unica squadra del salernitano ad aver raggiunto il girone Gold e ad aver sfiorato le finali regionali per via anche di diversi infortuni nelle partite di maggiore importanza. L’anno prossimo infatti si lavorerà ancora su questo gruppo, tra cui ci sono ragazzine di buone prospettive, cercando ovviamente di migliorare i risultati già ottenuti. Voglio però ricordare anche il grande lavoro dei miei collaboratori, Paolo Iacovazzo e MariaLucia Danieli, per il Settore Minibasket dove si sono ben contraddistinti i nostri gruppi degli Scoiattoli e Aquilotti.”

La chiosa finale del Presidente però vale per tutti “Quello che è importante da sottolineare è che nel corso di quest’anno, cosi come gli anni scorsi, tanta importanza e attenzione è stata data, oltre che alla formazione atletico-sportiva, anche e soprattutto alla crescita caratteriale e mentale, quella dei ragazzi e delle ragazze. Dunque una vera e propria forma mentis al la pratica sportiva.”

La Ruggi dunque, rappresenta una vera e propria garanzia, che soprattutto a livello femminile, dal Minibasket alla prima squadra, passando per il settore giovanile, può rappresentare un vero e proprio punto di riferimento per la città di Salerno.

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author