Serie B gir.A: Piombino brilla in avvio ma nel finale cede a S.Giorgio

Il Basket Golfo incappa a San Giorgio nella quarta sconfitta consecutiva, nonostante un ottimo avvio di incontro, che vedeva una compagine gialloblù molto determinata e vogliosa e che non lasciava presagire certo quel tipo di finale. Piombino gioca due quarti quasi perfetti, Padovano cambia quintetto di partenza e schiera Biancani per Maggio e Iardella al posto di Gabellieri, pronti via e dopo un breack iniziale di 4 a 0 propiziato dai grandi vecchi Benzoni e Priuli, Piombino sale in cattedra, aggiusta la difesa sui due lunghi lombardi e inizia a pressare gli avversari, sporcando tutte le linee di passaggio, recuperando palloni e mettendo in confusione totale gli arancioni di casa. In attacco le scarse percentuali delle partite precedenti sembrano già uno sbiadito ricordo, con un 5 su 8 al tiro pesante, segnano tutti, Marmugi, Bianchi, un Pozzi che dopo uno 0 su 3 iniziale piazza due bombe consecutive e il subentrato Gabellieri che sulla sirena da almeno 8 metri e fuori equilibrio trova la bomba del 17 a 12 che chiude il primo parziale.
Nel secondo parziale un brillante Franceschini, subentrato nel finale di primo quarto a Marmugi gravato di due falli, piazza 7 punti in metà tempo, accompagnati da una bomba di Gabellieri e da un canestro e libero aggiuntivo di un grintosissimo Pozzi, realizzando un breack che porta Piombino fino al più 12, 32 a 20 a tre minuti dal riposo lungo, nel finale dopo una bomba di Zennaro ancora Pozzi attacca con decisione il canestro portando a casa un altro centro con libero aggiuntivo per il massimo vantaggio, più 13, chiudono il quarto due liberi di Peroni per il 36 a 25 finale.
La situazione pare prendere un piega favorevole per Biancani e compagni, oltre al vantaggio acquisito due uomini dello starting five lombardo Tedoldi e Priuli sono gravati rispettivamente di 4 e 3 falli, ma sarà proprio l´ incapacità di sfruttare questo vantaggio una delle chiavi di lettura del cambiamento del match nei secondi due quarti.
Alla ripresa del gioco la Sangiorgese, con un Benzoni super, chiuderà con 24 punti e 17 rimbalzi, assistito da Peroni e da Zennaro, pare riuscire ad andare a segno con più frequenza, con Piombino che non riesce più ad essere puntuale nelle chiusure difensive, ma nonostante ciò per metà parziale i gialloblù rintuzzano i tentativi di avvicinarsi dei padroni di casa e a sei dal termine Pozzi con gli ultimi due punti del suo incontro, fissa il più 11 sul 33 a 44. Da qui inizia a colpire la sindrome del terzo set, i piombinesi non segnano più e l´avvicinarsi degli avversari fa emergere le insicurezze e le paure derivanti da questo periodo negativo che la squadra sta attraversando, in questo finale di quarto il Basket Golfo tirerà con un 1 su 7 dal campo e con un parziale di 15 a 4 la Sangiorgese agguanta il pari sulla sirena a quota 48. La squadra prova  non mollare, anche se perde Maggio per infortunio dopo meno di due minuti dall´inizio del quarto, ci vuole credere ancora e fino al 62 pari, a due minuti dalla sirena, si difende con i denti, con Biancani che, come spesso accade in certi finali, prova a prendere in pugno la partita, ma l´inerzia della stessa sembra ormai dalla parte degli uomini di coach Gandini e nel finale, con la complicita di un serie di errrori di Marmugi e compagni e di quel Priuli, a cui i piombinesi non riescono a far commettere il quinto fallo, decisivo nelle fasi finali, i locali allungano chiudendo a più 6 sul 71 a 65.
Piombino vede così riavvicinarsi pericolosamente la zona no play/off,  rappresentata in questo momento proprio dai lombardi, unica consolazione che sui lombardi oltre ai 4 punti residui di vantaggio, rimane anche il vantaggio negli scontri diretti, grazie al più 10 dell´andata, ma questo non può bastare, occorre tornare al più presto a vincere, per raggiungere una quota sicurezza per i play/off e per scacciare i fantasmi di questo periodo nero.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author