Serie B gir.A: secondo ko consecutivo per Piombino

Se prima di questo ciclo terribile, contro quattro fra le migliori squadre del torneo, ci avessero chiesto se 4 punti era un buon bottino, chiunque, forse salvo qualche folle o qualche temerario sognatore ci avrebbe messo la firma.
Ovviamente le due vittorie con Siena e Livorno ci avevano fatto credere, o meglio sperare, in un finale diverso e quindi stasera al Palatenda, dopo la sconfitta con Valsesia, regnava la delusione, un sogno era svanito trasformandosi in un incubo, seconda sconfitta pesante consecutiva.
Ora occorre tornare subito a quella che è la nostra realtà, ovvero quella di una squadra che aveva come obiettivo, migliorare il decimo posto della passata stagione e raggiungere i play/off, rivedendola in quest´ottica il nostro cammino è in linea con quanto prefissato siamo 6° in classifica con 20 punti staccati di 8 punti dalla 9° in classifica, parametrandosi alla stagione passata si può ipotizzare una quota play/off a 24/26 punti, quindi siamo a due/tre vittorie dall´obiettivo, con nove partite ancora da giocare.
Quello che fa male è che in queste due sconfitte abbiamo subito dei parziali pesanti, quasi venendo irrisi dagli avversari nel finale, ma se a Varese era tutta farina del nostro sacco, con una squadra che lentamente era scomparsa dal campo, stasera con Valsesia l´impegno c´è stato, purtroppo però un po´ per la scarsa vena offensiva di alcuni elementi importanti fra le file gialloblù, in buona parte per un avversaria molto brava il Valsesia che ha disputato un ottimo match e che ha meritato decisamente la vittoria, ma il grande divario è stato causato anche da un metro di giudizio arbitrale quantomeno dubbio, 29 a 17 i falli a sfavore di Piombino, che in quattro quarti ha raggiunto il bonus solo nel finale dell´ultimo parziale a partita oramai compromessa e ciliegina sulla torta in un quarto finale dove la coppia arbitrale è riuscita anche a far innervosire anche la squadra ospite che pur stava vincendo largamente, è arrivata anche l´espulsione di Iardella, non c´era bisogno ne per Valsesia che come detto non ha rubato nulla, ne per lo spettacolo di questo, oltretutto in una partita che non si è nemmeno avvicinata all´intensità emotiva e all´aggressività vista nel derby con Livorno.
La cronaca ci dice di un Piombino che per quasi tre quarti ha tenuto testa al Valsesia pur non brillando, una buona partenza di Maggio che attacca bene la difesa avversaria segnando e distribuendo assist per i compagni, il tiro dalla distanza non va sol 1 su 6 in questo parziale, ma le incursioni di Iardella subentrato a Gabellieri mantengono i gialloblù in carreggiata, anche Marmugi memore della prodezza decisiva con Livorno si lancia con successo nell´area avversaria, fra alterni vantaggi si va al riposo sul 20 a 18 per Piombino.
Il secondo quarto parte sempre all´insegna dell´equilibrio, Biancani con la seconda Bomba a segno prova ad allungare il divario, più 5 a 7´46 dal riposo, ma i gialloblù dopo 3 minuti e mezzo sono già in bonus e Valsesia dalla lunetta con Laudoni e Sacchettini ricuce subito il piccolo strappo e sempre dai liberi Hidalgo riporta avanti gli arancioni, Piombino con un bel gancio di Franceschini su Santarossa, Biancani e ancora Franceschini allunga di nuovo sul più 5, 33 a 28 a 4 minuti e mezzo dalla pausa lunga, ma qui i gialloblù si piantano Hidalgo in entrata e la seconda bomba di Gatti danno il via ad un parziale di 10 a 0 per i piemontesi, con Laudoni che va anche a schiacciare di prepotenza, in uno dei molti contropiede subiti da Piombino, una bomba di Gabellieri interrompe il digiuno degli uomini di Padovano e portaa al riposo sul 36 a 38 per gli ospiti.
E´ ancora Gatti , bestia nera per i piombinesi, ad aprire il terzo quarto con la terza bomba della sua partita, gli risponde Gabellieri prima con la stessa arma e poi dalla lunetta, ancora parità, ma in tre minuti ancora un breack degli uomini di Pansa 8 a 0 , mentre per Valsesia vanno a segno tutti, per Piombino si susseguono gli errori di Gabellieri, Pozzi, Bianchi e Maggio, la prima bomba di Marmugi a 3 e 38 dal termine del parziale illude il pubblico locale, Santarossa con un bel steep back, Hidalgo, anche lui spina nel fianco della difesa piombinese, in transizione e una bomba di Quartuccio fanno sconfinare Valsesia oltre la doppia cifra, più 12, Biancani chiude con un canestro da due il quarto sul 46 a 56.
In apertura ultimo quarto il Golfo ha un paio di occasioni per accorciare ma prima Biancani sbaglia in entrata, poi Guerrieri perde palla, lanciando nell´ennesimo contropiede Laudoni ed è più 12, Piombino non riesce più a trovare al via del canestro, Paolin apre il suo show personale con la bomba del più 15 e qui alcune decisioni arbitrali dubbie annullano, prima un canestro di Maggio fischiando fallo in attacco a Franceschini, poi non fischiano un infrazione di campo del Valsesia fischiando sul seguito dell´azione un fallo a Maggio ed infine fischiano antisportivo e successiva espulsione a Iardella che dopo il fallo parlava con un giocatore avversario senza nemmeno sfiorarsi, certo dopo aver visto gli spintoni di Lucarelli e il rischio di rissa con Livorno, ci pare decisamente eccessiva questa decisione, partita finita con gli ospiti che in fiducia che allungano e chiudono sul 62 a 83.
Brava Valsesia, Piombino deve ritrovarsi al più presto, l´attende sabato una trasferta contro un avversario che è sempre stato ostico, l´Empoli, Empoli sconfitto ieri in casa da Pavia, anche lui così reduce da due sconfitte consecutive e come Piombino dopo aver battuto Siena.
I tabellini
Piombino: Pozzi 2, Marmugi 5, Bianchi 7, Maggio 5, Gabellieri 10, Iardella 10, Guerrieri 4, Esposito ne, Biancani 14, Franceschini 5
Valsesia: Quartuccio 8, Laudoni 14, Paolin 15, Gatti 15, Santarossa 7, Chirio 0, Hidalgo 18, Picazio 2, Sacchettini 4, Meacci 0

Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author