Serie B gir.B: Apu Udine, colpaccio a Bergamo

La Gsa Apu Udine passa 67-78 a Bergamo sulla Co.mark nella penultima di ritorno di serie B. I friulani si vendicano, sportivamente parlando, dalla sconfitta subìta all’andata per 53-59 al Benedetti come auspicato dall’ “architetto”, Andrea Piazza, in sede di presentazione. La Gsa resta dietro ai bergamaschi nel primo quarto, poi accellera e gestisce il match grazie pure all’11/17 da tre di squadra. A 40 minuti da fine stagione regolare, in ottica secondo posto, nulla è ancora deciso perché esultano in concomitanza anche Fortitudo Bologna a Milano e Montichiari in casa con Lugo. Domenica prossima, alle 18, al Benedetti la Gsa ospiterà Crema nell’ultima di ritorno.

BERGAMO 67
GSA 78

21-20, 32-37, 50-57

CO.MARK BERGAMO BASKET
Bona 24, Cortesi 4, Mercante 16, Magini 7, Chiarello 7, Guffanti, Zanelli 3, Masper 6; non entrati: Deleidi e Azzola. Coach Galli.
GSA APU UDINE
Piazza 2, Zacchetti 9, Di Viccaro 13, Pilotti 7, Poltroneri 15, Anello 13, Zampolli 11, Mlinar 4, Fontecchio 4; non entrato: Principe. Coach Corpaci.
Arbitri Gaudino e Rodia.
Note Tiri liberi: Bergamo 10/15, Gsa 9/10. Tiri da tre: Bergamo 5/22, Gsa 11/17. Rimbalzi: Bergamo 31 (Bona, Cortesi e Mercante 6 a testa), Gsa 25 (Zacchetti e Poltroneri 5 ciascuno). 5 falli: Cortesi.

Così coach Luca Corpaci commenta la vittoria della Gsa Apu Udine per 67-78 a Bergamo sulla Co.mark nella penultima di ritorno di serie B.
«Volevamo questo successo – dice Corpaci – per rimanere padroni del nostro destino per quanto riguarda il secondo posto. Bergamo ci aveva fatto fare una figuraccia all’andata e sapevamo che avremmo dovuto disputare una partita importante per portarla a casa. A parte nei primi minuti, siamo stati molto tosti in difesa e a tratti in attacco abbiamo mosso molto la palla riuscendo a prendere buoni tiri, premiati da ottime percentuali. Sono molto felice perché, più che mai, ci siamo divisi minuti, punti e gloria trovando molto anche da chi magari ultimamente aveva avuto qualche passaggio non brillantissimo. Ora, concentriamoci su Crema per raccogliere quanto seminato in questi lunghi mesi di “precampionato”, consapevoli comunque che il vero campionato deve ancora cominciare».

Commenta
(Visited 12 times, 1 visits today)

About The Author