Serie B gir.C: Eurobasket Roma, vittoria schiacciante nel derby con la Luiss

EUROBASKET ROMA – ASD LUISS ROMA 97-71

Parziali: 28-23; 49-45; 76-60.

Eurobasket Roma: Alviti 2, Casale 14, Fanti 8, Scarponi 13, Righetti 26, Romeo 16, Staffieri 3, Salari 2, Pullazi 13, Troiani. All. Bonora.

ASD LUISS Roma: Faragalli 5, Marzoli 3, Anselmi 3, Ramenghi 7, Bouboukas 2, Marcon 21, Kavaric 8, Di Fabio 2, Storchi 18, Gorrieri 2. All. Paccariè.

Nulla di fatto per l’ASD LUISS che esce sconfitta dal Pala Avenali dove i padroni di casa dell’Eurobasket Roma si impongono con il risultati di 97-71 grazie ad un secondo tempo praticamente perfetto.

Una sconfitta cocente per gli universitari che ora vedono il 5° posto allontanarsi di 6 lunghezze, e anche lo scontro diretto a favore dell’Eurobasket, che ha ampiamente ribaltato la differenza canestri dell’andata, quando la LUISS si impose 65-60. Alla squadra di Paccariè non sono bastati i 21 punti e 7 rimbalzi di Marcon, e i 18+8 di Storchi, unici a toccare la doppia cifra, anche se tutti gli universitari entrati in campo sono andati a referto. Per l’Eurobasket straordinaria la prestazione di Alex Righetti che ha realizzato 26 punti con un implacabile 11/14 dal campo, seguito dai 16 messi a segno da Romeo, dai 14 firmati da Casale e dai 13 di Pullazi.

Coach Andrea Paccariè l’indomani della sconfitta commenta così la prestazione dei suoi: “Non abbiamo brillato, abbiamo avuto un brutto atteggiamento e dato un bruttissima risposta per una partita così importante così di rilievo. Loro sono decisamente molto più forti di noi, sicuramente molto più completi rispetto alla gara d’andata, come sapevamo e come ci aspettavamo. Noi siamo stati impalpabili sia fisicamente che tecnicamente, e ci siamo disuniti nei momenti importanti cercando delle soluzioni individuali che, chiaramente, com’è logico e giusto che sia non hanno portato a niente, e questo ha ampliato ulteriormente il divario che era già abbastanza evidente. Non salviamo niente della gara di ieri, perché non abbiamo fatto nulla di quello che avevamo preparato, se a fine primo tempo abbiamo concesso 49 punti, con Righetti che praticamente ne aveva già fatti quasi 20, quando sapevamo di dover difendere in un determinato modo su di lui, è evidente che non possiamo prendere nulla di positivo da questa gara.”

Sugli obiettivi della LUISS l’allenatore capitolino dichiara: “Il nostro obiettivo ad inizio anno era quello di salvarci, e non dimentichiamoci che alla fine della gara d’andata contro l’Eurobasket avevamo 4 punti in classifica, oggi ne abbiamo 20, ma con sole due vittorie ottenute nel girone di ritorno, quindi a chiacchiere possiamo anche essere campioni del mondo, ma a parte la salvezza che ormai dovremmo aver ottenuto, direi che per pensare di conseguire grandi risultati bisogna essere in grado di dimostrarlo nel corso della settimana e poi quando c’è la partita. Non possiamo credere di vivere settimane di così poca intensità tra infortuni, malattie ed altri problemi, per poi ricordarci solo dopo di avere avuto l’occasione di ottenere qualcosa di importante, perché io che sono un allenatore di vecchia generazione e continuo ad essere convinto che i risultati si ottengano solo con il grande lavoro durante gli allenamenti.”

Sul prosieguo della stagione Paccariè commenta: “Adesso affronteremo partite che sono tutti spareggi che decideranno i posti in classifica da qui alla fine dell’anno e, per quanto ci riguarda, se troviamo l’umilità del lavoro settimanale e uno stato mentale e fisico che ci possa permettere di scalare qualche posticino, vedremo tra un mese e mezzo quello che sarà il risultato finale che avremo meritato.”

CRONACA – La partita era iniziata bene per la LUISS che con Storchi trovava il vantaggio (8-5) dopo poco meno di 2’, ma poi l’Eurobasket ha preso le misure del match grazie a Casale e Romeo che hanno consentito l’allungo sul 22-15 a 2’ dalla fine del primo quarto. La squadra luissina ha provato a reagire con Marcon e Storchi, ma Scarponi dalla lunetta ha fissato il punteggio della prima frazione sul 28-23. Nel secondo quarto il team bianco blu ha piazzato subito un parziale di 9-0 con Anselmi, Marzoli e Kavaric, che hanno permesso quindi agli ospiti di ritrovare il vantaggio: 28-32 dopo al 13°. L’Eurobasket però ha reagito bene e con Pullazi e Righetti ha ritrovato la testa del match, con i padroni di casa che con Scarponi e Righetti hanno allungato sul +7 fino alla tripla dalla lunghissima distanza di Faragalli sulla sirena che ha mandato tutto al riposo sul 49-45 in favore della squadra di Bonora.

Al rientro in campo la partita ha continuato ad essere equilibrata con i canestri del solito Righetti e di Kavaric (53-48), ma a questo punto la LUISS smarrisce sé stessa e l’Eurobasket ne ha approfittato con Fanti che vola in contropiede più volte costringendo Paccariè a ben due time-out. La situazione per gli universitari non è migliorata e ci ha pensato Righetti a mettere un ben divario tra le due formazioni realizzando il canestro del +14 al 27°: 69-53. I bianco blu sono sembrati ormai in balia dei troppi errori commessi in fase d’impostazione e l’Eurobasket è scappata sul +20, poi i canestri finali di Marcon e Gorrieri hanno mandato in archivio il quarto sul 76-60. Nell’ultimo parziale i padroni di casa non hanno dovuto far altro che amministrare il vantaggio, con Romeo che al 32° ha chiuso praticamente i conti realizzando il +21: 83-62. La partita è proseguita praticamente solo in attesa della sirena finale, con Ramenghi che ha realizzato gli ultimi punti del match, che si è chiuso quindi sul 97-71 in favore di Casale e compagni.

La LUISS con questo ko resta a quota 20 punti in classifica, ed è ora attesa dal match casalingo di sabato 28 febbraio, quando al PalaLUISS arriveranno i Crabs Rimini.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author