Serie B gir.C: harakiri Ecoelpidiese, Senigalli vince dopo due overtime

ECOELPIDIENSE PSE – SENIGALLIA 83-89 d2ts

Ecoelpidiense
Centanni 11, Fabi 5, Romani 8, Vallasciani 16, De Leo 9, Torresi 9, Boffini 26, Viozzi, Balilli, Martinelli ne. All. Schiavi

Senigallia
Pierantoni 18, Battisti 19, Catalani 10, Giampieri 3, Bertoni 2, Maddaloni 12, Cicconi ne, Pasquinelli 4, Casagrande 20, Scrima. All.re Valli

Parziali: 18-26, 34-44, 53-54, 67-67, 78-78
Arbitri: Patti e Ferretti
Spettatori: 600 con 50 da Senigallia

PORTO SANT’ELPIDIO – Partita vietata ai deboli di cuore quella andata in scena al Palas di Via Ungheria dove alla fine di 50 minuti combattutissimi la Goldengas Senigallia è riuscita a portare a casa due punti d’oro in chiave quarto posto.
Per la Ecoelpidiense occasione gettata al vento utile a tenere il passo di Giulianova e Cassino, gara persa poi vinta e poi nuovamente persa dai biancoazzurri che pagano a caro prezzo i tanti errori dalla lunetta soprattutto nei momenti decisivi.
Senigallia parte a mille con un Pierantoni devastante, il capitano biancorosso è una mitraglia e al primo riposo è 18-26 per gli ospiti. Le percentuali della Goldengas sono ancora l’arma in più e nonostante il rientro della Ecoelpidiense fino al 32-32, all’intervallo Pierantoni e compagni mettono la freccia scappando sul 34-44.
Coach Schiavi scuote i suoi e dopo essere precipitata a -13 (36-49) in apertura di quarto, la Ecoelpidiense reagisce. Seppur a piccoli passi i biancoazzurri tornano in gara grazie ai canestri di Boffini, Torresi e De Leo. Alla penultima sirena è 53-54 per Senigallia.
L’operazione rimonta è completata con i due punti di Boffini in apertura di quarto, da li in poi inizia una carambola di emozioni per cuori forti. Maddaloni insacca la bomba del +4 (57-61) a 5’38” dalla doccia, Battisti a 2’57” butta dentro la tripla del +8 (59-67). Sembra finita ma sarà ancora lunga, anzi lunghissima. In un solo minuto Romani, Centanni e Boffini piazzano il controbreak di 8-0, Battisti a 10” dalla sirena va in lunetta e fa 0/2. L’ultimo tiro è biancoazzurro tuttavia Romani trova solo il ferro, si va all’overtime.
Parte forte Senigallia con Casagrande, rispondono Boffini e De Leo; la svolta a 2’44” dalla sirena con tecnico fischiato a Maddaloni. Boffini porta PSE a +4 (75-71), Senigallia non molla e grazie a Battisti e Pierantoni torna nuovamente in gara (75-74 a 56” dalla fine). Ancora Boffini in penetrazione ricaccia Senigallia ad un possesso di distanza (77-74). Un inspiegabile antisportivo a Torresi manda in lunetta Battisti che stavolta e freddo e firma il 77-76, sul possesso successivo altra assurdità col fanno in attacco a Fabi e Casagrande dalla lunetta non sbaglia, è sorpasso Senigallia (77-78). Boffini dalla linea della carità causa il fallo di Pasquinelli tira col 50% ed è parità (78-78). Senigallia può andare fino in fondo ma Battisti prima e Pierantoni poi sbagliano il canestro della vittoria. Con 2” da giocare l’Ecoelpidiense ha ancora una volta la palla del successo, la conclusione di Fabi in precario equilibrio balla sul ferro ed è ancora supplementare.
A 2’12” dalla sirena è ancora vantaggio Ecoelpidiense (83-80), da qui in poi però c’è solo Senigallia. Battisti, Catalani e l’esperienza di Casagrande regalano ai biancorossi un successo insperato. Finisce 83-89, per la Ecoelpidiense un ko che poteva starci considerato l’avversario ma che lascia un enorme amaro in bocca per un inerzia più volte gettata alle ortiche.
Prossimo impegno sabato a Fondi dove per continuare a sognare i play off servirà tornare obbligatoriamente al successo.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author