Serie B gir.C: Rieti si aggiudica gara-1 della finale playoff

Una eccezionale Prometeo EstraRieti batte Eurobasket Roma in gara uno di finale play off per 84-50 davanti ai 2500 del Palasojourner.
I ragazzi di coach Nunzi hanno applicato alla perfezione il piano partita, producendo moltissimo anche in attacco.
La serie dunque è 1-0. Giovedì sera alle 20.30 si torna in campo per gara due.
La cronaca
Una schiacciata di Spizzichini costituisce l’esordio casalingo della NPC in gara uno di finale play off. In un Palasojourner pieno all’inverosimile è subito 2-0 e la potenza del gesto atletico di Rieti sembra già rappresentare il mood della serata.
Segue subito un canestro di Rosignoli, cui replica Righetti, ma la tripla di Stanic aumenta il vantaggio amarantoceleste e nonostante il canestro di Pullazi, Iannone allunga il divario con una bomba. Con altri due punti di Stanic siamo 12-5 a 5:35. Una partenza perfetta.
I nostri sono in pieno controllo della gara e con un’altra bomba di Stanic il pubblico salta in piedi ad applaudire (15-5). Ora intervengono gli arbitri con due fischi consecutivi su Iannone che esce dal campo e lascia spazio a Giampaoli. Stanic segna ancora, poi, sul recupero in difesa gli viene fischiato fallo. Il ritmo della gara viene spezzato dagli interventi arbitrali, ma Rieti non ne risente. Giampaoli mette la tripla e Rieti va 20-8.
È un buon momento, Spizzichini esce dall’area e segna anche lui da tre punti. Siamo 23-8 quando mancano 2:44 al termine.
Coach Bonora è costretto a chiamare time out. Al rientro sul parquet Righetti riesce a farsi spazio dentro l’area e segna il suo secondo canestro, interrompendo il lunghissimo digiuno dell’Eurobasket.
Stanic replica e il vantaggio reatino è ancora più 15. Esce Spizzichini per Picchio il quale subito serve Benedusi proprio sotto canestro mandandolo a segno 27-10. Anche Stanic autore già di 12 punti va in panchina a recuperare ed entra Granato.
Righetti subisce fallo da Feliciangeli in area pitturata e segna due liberi.
Altri due liberi di Pulazzi portano Roma a recuperare qualche lunghezza, ma il primo quarto termina nettamente in favore di Rieti 27-14
Il secondo tempo si avvia ancora con un canestro amarantoceleste, cui risponde una tripla di Casale. Due bombe consecutive di Giampaoli ricacciano indietro ogni velleità capitolina (35-17).
Roma prova qualche tiro da fuori che però non riesce a concludere. Rieti recupera, difficilmente concede seconde occasioni e finalizza prima con Feliciangeli e poi ancora con Giampaoli, siamo 40-17 a 6:02.
Ad infierire su un Eurobasket che cerca, ma non trova, la via del canestro, arriva la bomba di capitan Granato a cui risponde Scarponi 43-20. Un’altra azione da tre anche per Spizzichini che segna un canestro più tiro libero.
La curva intanto intona cori, mentre le due tribune sottolineano con gli appalusi le belle giocate degli uomoni di Cattani. Un ispiratissimo Stanic segna ancora da tre.
La difesa intensa e l’attacco fluido fa di questa Rieti una squadra molto difficile da scardinare. E difatti con il canestro da due di Spizzichin arriva il raddoppio sul punteggio realizzato fin qui da Eurobasket 51-25, sul quale Nicolas D’Arrigo aggiunge un libero che va a chiudere il secondo periodo per 52-25.
Nell’intervallo lungo si esibisce la crew della Jump Rieti, scuola di Hip Hop.
Il terzo periodo comincia con un canestro di Spizzichini che ha limitato magistralmente e per tutta la partita Righetti, depotenziandone la pericolosa carica esplosiva. Roma non riesce a concludere neanche in questo avvio di terzo quarto, mente Rieti trova sempre il suo uomo che stavolta è ancora Stanic e ci sono altri due punti per lui (58-25).
Una bella schiacciata di Pulazzi tenta di ridare energia ai suoi, evidentemente molto sotto tono, intanto Il gancio di Rosignoli tiene Rieti sul più 30 (60-30 a 5:13).
Per un paio di minuti non si fa canestro. È poi ancora Spizzichini (15 punti fin qui) che segna da due, poi Righetti finalizza un contropiede. Il tono un po’ si smorza, la partita sembra non ci riserverà grandi sorprese. Romeo segna una bomba, imitato da Salari. Per spegnere l’alzata di testa romana, Nunzi chiama time out. Roma va in lunetta. Il terzo periodo si chiude 62-40.
L’ultimo quarto comincia con un canestro di Stanic seguito nell’azione successiva da Feliciangeli e dalla bomba di capitan Granato, subito anche la tripla di Giampaoli: è questo il deciso contro break che riporta Rieti sul più 32 a 7:35 dal termine. Coach Bonora è costretto a chiedere Time Out. Il pubblico di Rieti accoglie in piedi i giocatori amarantocelesti al rientro sul campo. La difesa avversaria si fa un po’ più fisica. Granato va in lunetta e realizza entrambi i liberi. Nell’azione successiva è Rosignoli ad andare in lunetta per segnare uno su due, di là intanto si continua a sbagliare. Rieti costruisce i suoi tiri ed ora va a segno con Granato che poi va a recuperar palla e segna nuovamente in contropiede (79-42 a 4:17). Va a segno Iannone  ed i primi spettatori cominciano a lasciare il palazzo, come accadeva ai tempi della serie A quando chi voleva evitare l’ingorgo automobilistico andava via una manciata di minuti prima della fine. Ponziani realizza su assist di Giampaoli e si va ad isrivere anche lui a referto, come tutti gli altri atleti di questa bellissima Rieti. Mentre sul campo si consumano gli ultimi minuti, il pubblico manda i titoli di coda cantando “questa serie B non ci merita” e “torneremo in serie A”.
Eurobasket non è sicuramente solo quella che abbiamo visto stasera e dovremo aspettarci altro nel proseguo della serie. Da domani si rientrerà in palestra a lavorare, giovedì si tornerà in campo per una gara due probabilmente molto meno facile, intanto però stasera ci godiamo questo bellissima vittoria!
NPC Rieti. Iannone  7, Stanic 20, Benedusi 2, Spizzichini 15, Rosignoli 5, Giampaoli 15, Granato 12, Feliciangeli 4, Ponziani 2, D’Arrigo 2. Coach Nunzi. Ass. Matteucci e Rossi
Eurobk.Casale 8, Fanti 2, Righetti 9, Staffieri 4, pullazi 9, Alviti 4, Scarponi 3, Gori 5, Romeo 3, Salari 3. All. Bonora Ass. Tonolli, Pilot.
Coach Bonora: “Non siamo stati pronti, non siamo stati reattivi, ci può stare dopo la settimana anomala che abbiamo appena trascorso in cui io ero via con tre giocatori importanti per le Finali Nazionali di DNG ed i sette in casa si sono allenati senza poter preparare la partita tutti insieme. Poi ci sono stati mille fattori, mille errori ed anche qualche scelta sbagliata da parte mia e la preparazione tecnico e tattica di Rieti ci ha messo in difficoltà, m non possiamo subire in questa maniera la velocità ed il ritmo fisico di Rieti. Non dobbiamo trovare alibi però, perché altrimenti giovedì rischiamo un’altra brutta sconfitta.
L’ambiente non credo abbia condizionato: non pensavamo di essere qui a questo punto della stagione e a giocare davanti a questo pubblico e c’è una grande emozione da parte di tutti, ma oggi più che un problema di emozione o di paura, ci è mancata un po’ di energia e di aggressività, ci è mancata la voglia di vincere. I segnali non erano positivi già dal riscaldamento.
Credo non sia questa la vera Eurobasket. Dobbiamo resettare i e ripresentarci giovedì con una energia diversa”.
Coach Nunzi: “L’aspetto psicologico in queste partite è decisivo ed i ragazzi sono stati strepitosi nel trasformare in energia pura la voglia di giocare che avevano accumulato in questa lunga pausa.
Non so se saremo in grado di ripetere il primo tempo di questa sera che dal punto di vista offensivo è stato di un altro livello, sicuramente dovremo ripetere, perché è nelle nostre corde, la qualità difensiva.
Se devo analizzare la partita in maniera fredda, anche se non è facile ora, siamo stati bravi a limitare quello che sapevamo avrebbero fatto e di questa partita salviamo innanzitutto i 50 punti concessi, io credo che la chiave della serie sta lì. Più ci avvicineremo difensivamente alla prestazione di stasera è più li metteremo in difficoltà.
Eurobasket ha avuto un sussulto importante a fine terzo quarto, quando sono rientrati in parte dal meno trenta, ma noi abbiamo trovato la chiave per attaccare le loro difese.
Se mi chiedete di trovare un MVP questa sera devo dividere la M per tre giocatori, la V per altri tre e la P per quattro. A seconda dei pezzi di partita, ci sono giocatori che si sono presi in carico la squadra, certo chi è entrato primi due quarti ha dato un contributo decisivo, ma mi sono piaciuti tutti quanti, anche l’atteggiamento di D’Arrigo e Ponziani che hanno giocato minuti apparentemente po’ meno importanti, ma che invece sono determinanti in una serie, perché la qualità è l’intensità del gioco non si è abbassata e non abbiamo spremuto nessun giocatore.
Sono contento anche perché sono entrato in spogliatoio e ho trovato un ambiente tranquillo, senza festeggiamenti ed è bene così perché stasera abbiamo solo fatto 1-0.
Mi aspetto che giovedì Eurobasket abbia una grande reazione e credo che affrontarla non sarà facile come oggi, perché la squadra romana ha una valore enorme e lo ha dimostrato nell’ultima fase di campionato e nella serie di Palestrina, dove hanno messo in campo grandi qualità e noi dovremo cercare di nascondergliele”.
Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author