Serie B gir.C: stop per Rieti in casa del Montegranaro

Una “Bombonera” stipata ospita una delle più belle sfide della stagione: Montegranaro vs Rieti offre, infatti, uno spettacolo inusuale nella categoria, sia per qualità di gioco che per l’ambiente creato dalle due tifoserie organizzate.

Ed anche se Rieti lascia a Montegranro, non senza lottare fino alla fine,una importante vittoria che consente alla padrona di casa di confermare il primo posto, mentre costringe gli amarantocelesti a scivolare momentaneamente in terza posizione, sotto l’aspetto della partecipazione del pubblico entrambe le squadre hanno ottenuto un grande successo. Sia la Poderosa che la Npc scontano il fatto di rappresentare il basket in città deluse dalle conduzioni dalle precedenti società, ma il loro perseverare, il loro impegno ed i loro risultati li hanno portati questa sera a giocare in un palazzetto stipato e partecipe, animato dai cori delle due curve (200 circa i reatini al seguito) che hanno creato un ambiente di altissima competizione sportiva.
Anche se questa sera Montegranaro ha vinto, le due squadre sono in realtà molto vicine come valori.
La partita è stata equilibrata, animata da break e contro break senza che nessuna delle due formazioni riuscisse a chiudere la partita prima dei 24 secondi finali, quando Rieti a -3 ha perso palla sulla rimessa ed un super Ciribeni (mvp con25punti e 25 di valutazione)non si è lasciato sfuggire la possibilità di punire la diretta rivale. Da parte di Montegranaro c’è stata forse un pizzico di lucidità in più che gli ha consentito di operare chirurgicamente in alcuni momenti topici (come le due triple allo scadere dei 24  secondi gestiti con consapevolezza dal solito Ciribeni).
Rieti c’è stata sempre, dall’inizio alla fine, ma non è riuscita a produrre costantemente il migliore dei suoi giochi, merito indubbiamente anche del valore dell’avversario, capace di correggere in corsa le situazioni che avvantaggiavano i ragazzi di coach Nunzi.
Il primo quarto comincia con Rieti sotto di 8 punti,10-2 (di cui 7 siglati Ciribeni), ma presto i reatini guidati da Stanic e Iannone, innestano la marcia e si fanno sotto, impattano la gara e chiudono in vantaggio 22-24.
Per cercare di limitare i nostri esterni coach Steffè schiera nel secondo periodo due play e riesce ad avanzare fino al 40-28. Il time out di coach Nunzi serve a trovare soluzioni. I reatini, ottimi anche i nostri Giampaoli (tre triple per lui nella prima parte) e Rosignoli (che anche se limitato dagli arbitri ci mette tanta grinta, segna 17 punti e prende 9 rimbalzi) rientrano e recuperano 8-0 e vanno al riposo lungo sotto di 2 (46-44).
Nel terzo periodo Micevic mette in difficoltà la nostra difesa, ma i nostri ancora una volta sovvertono l’inerzia di questa parte di gara e con Stanic, Iannone e Spizzichini si riportano in scia. 66-63 il punteggio finale della frazione.
Nell’ultimo quarto Ciribeni si riattiva e piazza due bombe allo scadere scientifico dei 24 secondi. Feliciangeli infila un canestro importante 81-76 quando mancano 2 minuti. Ravazzani fa canestro, Giampaoli mette una bomba, siamo 83-79 a 50secondi dalla sirena. Rieti arriva fino a -2, mancano 24 secondi. Montegranaro ruba palla e chiude di fatto la partita che terminerà 91-83.
Questa sera il migliore attacco ha vinto sulla miglior difesa. Ed in generale la partita è stata dominata dagli attacchi che hanno prodotto punteggi molto alti.
“Mi aspettavo qualcosa di più – afferma in sala stampa coach Nunzi – soprattutto a livello di attenzione. Abbiamo vissuto di strappi. L’inizio non mi è piaciuto, poi dopo essere entrati in partita, abbiamo cominciato a perdere palloni. Abbiamo giocato contro una squadra che sta vivendo un ottimo momento. Comunque, nonostante tutto, eravamo a -3 a 24 secondi dalla fine con la rimessa in mano nostra. Non so se Montegranaro sia più forte, secondo me le due squadre al completo si equivalgono. Questa sera loro mi sono sembrati più vogliosi di vincere e la palla rubata sulla rimessa alla fine è l’emblema di questa partita. Della nostra performance possiamo salvare tutte le volte che siamo rientrati in partita. Loro sono stati bravissimi a punirci, soprattutto con Ciribeni. È stata una partita di alto livello per questo campionato e la differenza l’hanno fatta i particolari. Loro sono tornati sempre a contatto. Hanno dei giocatori che possono risolvere situazioni di gioco in cui altre squadre farebbero fatica. Bisogna riconoscere i meriti degli avversari”

Poi i complimenti vanno alle tifoserie:
“Voglio fare i complimenti a tutti quanti- prosegue il coach amarantoceleste – ai nostri tifosi e a quelli di Montegranaro, giocare nell’ambiente che hanno creato stasera è stato fantastico. Credo che essere riusciti a riportare qui 200 tifosi sia un bel successo.

Dobbiamo proseguire in questo bel percorso di crescita del feeling tra tifosi e squadra”.
Infine per quanto riguarda la classifica:
“Non è scontato che questa sia la classifica che resterà tale fino alla fine. Ci sono squadre che hanno dimostrato di essere in crescita e gli equilibri si spostano veramente con poco. L’importante è continuare a crescere”.
L’ultima battuta è su Benedusi:
“Nicolò ha ricominciato ad allenarsi con il gruppo e dopo Pasqua tornerà sicuramente in campo. Forse potrebbe assaggiare il campo per qualche minuto già alla prossima partita”.
La parola passa a coach Steffè: “L’ho detto anche ai miei ragazzi negli spogliatoi a fine gara, non abbiamo ancora fatto nulla, ci aspettano partite importanti e difficili. Sono contento dell’atteggiamento del mio gruppo: tutti hanno dato qualcosa di proprio per consegnarlo alla squadra e questo ci ha reso vincenti. E sono anche contento che siano riusciti ad auto correggere delle situazioni di gioco durante la partita. Voglio ringraziare i giovani che non entrano in gara, ma che ci consentono di allenarci talmente bene da permetterci di arrivare a questi risultati la domenica. Sono contento di aver vinto questa sera contro coach Nunzi che è un tecnico capace e minuzioso e che prepara le partite in maniera particolareggiata. Sono contento poi perché questa sera ho visto tanto pubblico e credo che le persone abbiano capito che Montegranaro è quella che gioca la domenica alle 18.00”.
Dino Bigioni Shoes Montegranaro – Npc Rieti 91-83 (22-24, 24-20, 20-19, 25-20)
Dino Bigioni Shoes Montegranaro: Marko Micevic 12 (3/4, 2/4), Filippo Alessandri 12 (5/9, 0/2), Leonardo Ciribeni 25 (7/9, 3/5), Lorenzo Andreani 7 (2/4, 1/5), Simone Gatti 17 (4/8, 2/2), Riccardo Coviello 8 (0/3, 2/2), Nicolo’ Ravazzani 10 (5/10, 0/1) N.E.: Matteo Cesana, Raffaele Marzullo, Luca Girolamo Quondam
Tiri Liberi: 9/12 – Rimbalzi: 32 25+7 (Nicolo’ Ravazzani 10) – Assist: 18 (Lorenzo Andreani 8) – Cinque Falli: Simone Gatti
Npc Rieti: Andrea Giampaoli 17 (1/3, 5/10), Armando Iannone 18 (5/6, 2/6), Nicolas Stanic 14 (2/2, 2/3), Federico Granato, Roberto Feliciangeli 9 (2/6, 1/2), Nicolas D’Arrigo, Stefano Spizzichini 8 (4/7, 0/1), Davide Rosignoli 17 (5/6 da due) N.E.: Andrea Colantoni, Riziero Ponziani
Tiri Liberi: 15/21 – Rimbalzi: 27 21+6 (Davide Rosignoli 9) – Assist: 12 (Nicolas Stanic 4)
Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author