Serie B gir.D: Casa Euro Taranto, De Paoli dopo il Palermo: “Classifica immeritata”

Dalla Sicilia con…ardore. Quello di voler migliorare la classifica. Bugiarda secondo Ludovico De Paoli, centro della Casa Euro Basket Taranto che deve fare i conti con l’ennesima sconfitta fuori casa di questa stagione. Ma il giocatore di Pordenone resta ottimista perché “abbiamo comunque dimostrato di non meritare questa classifica, c’è il rammarico per aver perso, perché perdere non fa piacere a nessuno, specie nella nostra situazione, figlia comunque di tante variabili”.

Riferimento ovvio alle assenze che a Palermo non hanno impedito, contro la seconda forza del campionato, di fare partita pari con la Nuova Aquila. De Paoli ripercorre la gara sul parquet sicialino: “A Palermo eravamo senza 2 titolari del quintetto (Potì e Sirakov, ndr) che pesano non poco nell’economia della squadra, soprattutto in fase realizzativa. Il coach ha dovuto dare spazio agli under che hanno meritato di gran lunga questa opportunità ma è ovvio che quando giochi a certi livelli non è la stessa cosa, un po’ di esperienza conta sempre. Palermo è una squadra completa e lo ha dimostrato. Io e Tabbi abbiamo tenuto botta sotto canestro ma dall’esterno ci hanno fatto male. L’abbiamo messa sul livello dell’intensità e siamo andati a -5, giocandocela fino all’ultimo possesso. Peccato”.

A chi gli chiede il perché di un rendimento esterno che ha fruttato un solo successo lontano dallo Ionio, De Paoli non sa dare una risposta esatta: “Non lo so sinceramente, fuori casa ce la sia sempre giocata, forse è più un aspetto psicologico da parte degli avversari quando vengono al PalaMazzola. Quando abbiam perso lo abbiamo sempre fatto di poco, come ad Agropoli, le nostre partite sono state sempre tirate, anche in casa, è ovvio che giocare nel proprio palazzetto dà una carica in più”.

Ed è per questo che anche l’ex giovanile della Benetton Treviso si aspetta un PalaMazzola pieno in occasione del match di domenica prossima contro Monteroni reduce dall’exploit di giornata in casa della capolista Agropoli: “Ricominciamo la settimana di allenamento con una coscienza maggiore dei nostri mezzi, speriamo di trovare Monteroni con la pancia piena anche se non credo conoscendo i loro giocatori e coach. Giocheremo contro due centri molto forti, Mocavero e Paiano, che ci hanno dato grosso fastidio all’andata ma rispetto a quella gara io e Tabbi abbiamo un’intesa maggiore e sarà un bello scontro sotto i tabelloni”.

Infine un inciso sulla propria di stagione che lo vede in testa come rimbalzi e stoppate: “Se devo essere sincero mi aspetto ancora di più da me stesso, so le mie possibilità, credo di non avere dei rivali in questo ruolo in campionato, sia in attacco e in difesa, e cerco di migliorare sempre, giorno dopo giorno lavorando con e per la squadra”.

Commenta
(Visited 106 times, 1 visits today)

About The Author