Serie B gir.D: Casa Euro Taranto, Strusi: “La squadra è più che mai viva”

“La squadra c’è, è viva e lo dimostrerà nelle prossima partite”. Così Stefano Strusi dirigente accompagnatore della prima squadra Casa Euro Basket Taranto. La sconfitta di Bisceglie, altro semaforo rosso di una parte centrale di stagione davvero difficile, non sembra aver lasciato strascichi nella convinzione dell’entourage del Cus Jonico. “I ragazzi sono arrivati concentrati – rimarca Strusi sulla gara in casa della seconda in classifica domenica scorsa – hanno lavorato al meglio ed hanno fatto una buona figura, hanno affrontato una squadra che sulla carta e non solo era più forte di noi, costruita e ricostruita per vincere. Nonostante questo li abbiamo messi in difficoltà in avvio, con la nostra velocità, tanto è vero che il primo time out lo hanno chiamato loro. Poi quando sono entrati in partita si è vista la differenza di valori ma non potevamo fare di più”. Chiaro riferimento del dirigente rossoblu all’assenza, oramai cronica di Potì che in settimana dovrebbe operarsi: “La mancanza del capitano si sente non solo a livello di gioco ma anche a livello di esperienza, di coinvolgimento, di sprono per gli altri che sono tutti molto giovani”.

Già, la linea verde cussina che, al di là del freddo risultato, non manca mai di farsi notare: “Anche a Bisceglie i giovani scuola Virtus entrati dalla panchina hanno fatto bene, si sono fatti valere e bene fa coach Leale a dare loro spazio, sono una risorsa importante, nel presente e lo saranno soprattutto in futuro”.

Futuro che si chiama Venafro, ancora in trasferta. Ed allora un’inversione di trend, già a partire da domenica, sembra indispensabile come sottolinea Strusi: “Il nostro campionato comincia domenica prossima: c’è un trittico di partite alla nostra portata, dobbiamo ricominciare a vincere fuori casa, poi c’è Mola in casa, speriamo nel calore del nostro tifo per riprenderci una rivincita sul match di andata ed infine andremo a Martina che sta volando, come dimostra la vittoria di Palermo, ma si sa un derby è sempre un derby, può succedere di tutto. Lo abbiamo dimostrato all’andata”.

Insomma Casa Euro Basket Taranto è più che viva, bisogna solo aspettare le note liete: “Il rientro di Sirakov – conclude Strusi – è stato già un punto di partenza per avere maggiore potenza di fuoco in attacco e cambi nelle rotazioni. Bisogna migliorare qualcosa in difesa ma il ritorno alla vittoria non è poi così lontano”.

Commenta
(Visited 12 times, 1 visits today)

About The Author