Serie B gir.D: Dueesse, coach Aldo Russo analizza la gara contro il Catanzaro

Nessun alibi per giustificare la sconfitta di Catanzaro, coach Russo analizza il risultato con precisione, sottolineando gli errori commessi e evidenziando la vigilia parlava già di una gara complicata, giocata sul piano fisico con grande intensità. “sapevamo del grado di difficoltà, l’intensità dei padroni di casa ci ha portati nel finale a soccombere. L’esito parla chiaro: a loro il merito loro per aver gestito gli ultimi decisivi momenti, poco cinismo e capacità di gestire i momenti “caldi” da parte nostra”. Nel finale la DueEsse ha trovato con difficoltà la via del canestro, costretta a subire i colpi fortuiti dei giallorossi: il -18 è, però, un risultato bugiardo secondo coach Russo. “perche non ci sono questi punti di scarto, non è il reale divario tra le due squadre, in un minuto e mezzo loro hanno trovato sempre la via del canestro, noi non siamo riusciti a gestire con lucidità neanche il più facile dei tiri. In una partita dove abbiamo gestito male i ritmi con scarsa applicazione difensiva all’inizio e troppe palle perse ingenuamente che hanno concesso loro troppi tiri in contropiede. Abbiamo perso la fiducia sbagliando conclusioni che di solito non falliamo, e qualche tiro da “in and out” figlio probabilmente di tensione o ansia”. Nei primi 3 periodi il Martina ha retto, capace di recuperare break importanti. Cosa è mancato sul rush finale? “Dover recuperare due volte dal -10 ci ha probabilmente fatto perdere lucidità, fisica e mentale, per riuscire a reggere fino alla fine. Abbiamo ben presente il nostro obiettivo, la continuità mentale, difendendo forte e giocando la nostra pallacanestro che fino ad ora ha dato buoni riscontri.” Qualche remora sulla gestione della partita c’è. “Forse siamo stati penalizzati, come sta accadendo ultimamente nel computo dei falli. Di certo dobbiamo essere più bravi noi, ma nel contempo spero di trovare un metro equo in ogni frangente di gioco. I dati statistico parlano sempre di almeno 15 tiri liberi in più in favore dell’avversario, questo sta diventando una costante.” Domenica il Martina è atteso dal Maddaloni, galvanizzato da 4 vittorie consecutive. “Da Catanzaro ci portiamo la parte migliore, ¾ di gara disputata con faccia tosta. Siamo perfettamente consci dei nostri limiti e di quello che dobbiamo chiederci sotto il profilo mentale. Ci riproveremo in ogni allenamento per fare il meglio che sappiamo. Già da domenica prossima.”

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author