Serie B gir.D: Dueesse Martina, il derby è tuo!

Come ogni derby che si rispetti DueEsse Martina-Casa Euro Taranto non ha tradito le attese della vigilia e ha visto il Martina di coach Russo spuntarla nell’ultimo quarto, grazie a una rimonta caratterizzata da un mix di cuore, sacrificio, tecnica e lucidità. Una gara caratterizzata da episodi che hanno innervosito la contesa, comunque maschia fino alla sirena finale, come la doppia e convulsa espulsione che a fine secondo quarto ha privato il match di due dei suoi protagonisti: il capitano Dimarco e Tabbi. La DueEsse infila così la terza vittoria consecutiva, in attesa del match da recuperare (molto probabilmente venerdì prossimo 6 marzo) contro Monteroni, che conferma il brillante momento dopo le vittorie “ammazzagrandi” con Palermo e Pescara. La Casa Euro Taranto recrimina invece per una partita interpretata alla perfezione fino a metà del terzo quarto e che sembrava volgere dalla sua parte.

I quintetti di partenza vedono per la formazione di coach Russo: Dimarco, Bruno, Mastroianni, Marengo e Salvadori; per la Casa Euro Taranto di coach Leale, che deve rinunciare a Salerno in cabina di regia, Giancarli, Sirakov, Bisanti, Tabbi e De Paoli.

La gara: dopo la palla a due rompe il ghiaccio il Martina con il primo break di 7-0 che diventerà 9-1. Si arriva alla doppia cifra con la realizzazione di Bruno su assist di Salvadori (11-6 al 5’). Ma da questo momento Taranto reagisce e con Tabbi aggancia la DueEsse sull’11-11, prima dello show di Sirakov dalla lunga distanza che porta la squadra ospite al primo vantaggio. La DueEsse, di contro, fatica a trovare l’anello, e solo con Nwokoye che si fa spazio tra Tabbi e De Paoli trova il 15-19 che chiude il primo quarto.

Parte forte il Taranto anche nel secondo quarto, con Sirakov lasciato ancora libero in uscita dai blocchi a firmare con una bomba il +8 (16-24 al 12’). Mastroianni da sotto accorcia provando a dare la “sveglia” ai martinesi, mentre Marchisio in contropiede fissa il risultato sul 20-27 al 15’. Il +7 Taranto però diventa nuovamente +10 grazie all’ennesima tripla di Sirakov che costringe Russo al timeout. Martina prova così ad uscire dal pantano, dapprima con Salvadori che sfrutta l’intuizione giusta su assist di Dimarco (22-30 al 17’), e successivamente con la bomba di Marchisio che riporta in partita i padroni di casa. Il match sembra incanalarsi sui binari del sano agonismo, ma un contrasto di gioco tra Salvadori e Tabbi cambia il volto della partita: a 3’ dalla fine del secondo quarto gli arbitri infliggono una doppia espulsione al lungo tarantino e, per un errore di valutazione, al capitano Dimarco; decisione che rompe quindi gli equilibri di una gara già nervosa. Si riprende a giocare e gli ultimi minuti del secondo quarto vedono la squadra di coach Leale piazzare l’ennesimo break che permette di chiudere la frazione sul 25-36.

L’inizio di terzo quarto è ancora di marca tarantina con De Paoli dominate sia in difesa (stoppata a Marchisio) che in attacco con una tripla che fissa il massimo vantaggio degli ospiti sul +14. La contesa sembra favorire Taranto, ma in realtà sarà questo il momento in cui la DueEsse si ritrova e da il là alla rimonta grazie a Marchisio, chiamato agli straordinari in cabina di regia al posto di Dimarco, e a un ritrovato Schiano, che ricuciono il gap fino al 39-41 al 27’. Bruno tampona dalla lunetta con l’1 su 2, e successivamente firma il sorpasso (45-41 al 28’). La sfortuna però sembra abbattersi come una saetta sui blu-arancio, proprio Bruno infatti lascia momentaneamente il parquet per crampi costringendo coach Russo a rimescolare le carte. Il Taranto sfrutta la situazione e con un gioco da 4 punti (tripla con fallo) del neo acquisto Mavelli ritorna a +5, mantenendo il vantaggio grazie alla bomba di Sirakov, autentica spina nel fianco nella difesa martinese (47-52 al 29’). La frazione si chiude con la stoppata di Marengo che cancella il contropiede di Sirakov sulla sirena, e il risultato vede la DueEsse ritornare a -3 (49-52).

I 2 punti di Nwokoye ad inizio ultimo quarto infiammano il Palazzetto: la DueEsse ora ci crede e Bruno, rientrato in campo stoicamente nonostante i crampi, ritorna ad essere imprendibile in penetrazione permettendo l’aggancio e il seguente allungo decisivo, sul +5, ai padroni di casa. De Paoli da trascinatore (MVP dell’incontro con 25 punti e 17 rimbalzi) è l’ultimo a mollare e, con Sirakov triplicato dalla difesa martinese, decide di caricarsi la sua squadra sulle spalle infilando due triple consecutive dai 6.75 che riportano Taranto sul -2 a 2’ dalla fine, facendo correre un brivido sulla schiena del pubblico martinese. Martina però non molla di una virgola e Salvadori (19 punti e 13 rimbalzi il suo score finale), con due azioni da sotto, riporta i blu-arancio sul +6 al 39’, che diventa +9 con la bomba di Schiano che manda in delirio il Pala Wojtyla e chiude di fatto le ostilità. Fino alla sirena conclusiva è solo DueEsse che con Schiano, Salvadori e Bruno dalla lunetta, fissa il punteggio finale sul 75-66, mettendo in bacheca un derby difficile come da pronostico e difficile da dimenticare. 

 

Tabellini:

Valle D’itria Basket Martina: Caroli ne, Marchiso 12, Bruno 11, Niso ne, Schiano 16, Mastroianni 8, Dimarco 2, Salvadori 19, Nwokoye 4, Marengo 3. Coach Russo

Casa Euro Taranto: Bisanti, Mavelli 7, Pentassuglia ne, Giancarli 3, Conte 4, Pannella 2, De Paoli 25, Stola ne, Tabbi 3, Sirakov 22. Coach Leale  

Arbitri: Giuseppe Balducci di Valvasone (PN) e Andrea Andretta di Udine (UD). 

Parziali: 15-19; 25-36; 49-52; 75-66.

Valle D’itria Basket Martina: TL 12/18 T3 5/19.

Casa Euro Taranto: TL 12/23 T3 10/23.

Commenta
(Visited 4 times, 2 visits today)

About The Author