Serie B gir.D: Dueesse Martina, intervista al DS Valzani

Con i verdetti delle Final Four di Forlì che hanno visto la promozione in Serie A2 di Bologna, Rieti e Siena, quest’ultima vincitrice dello spareggio contro la BCC Agropoli, si conclude ufficialmente la stagione 2014/15 in Serie B. La Valle D’itria Basket Martina è già in vacanza da più di un mese, dopo aver centrato i playoff in seguito ad un cammino sorprendente ed eccezionale in regular season ed essere uscita a testa alta nel confronto dei quarti proprio con la Polisportiva Agropoli, regina del Girone D. Riposo meritato dunque per la società del Presidente Marcello Schiavone, in attesa di capire le strategie future che si svilupperanno per la prossima stagione, ma che al momento non assillano più di tanto i dirigenti arancio-blu. A cominciare dal DS Nico Valzani intento a godersi i risultati raggiunti dalla DueEsse a cui non vuole dare un voto in particolare: “più che un voto assimilerei alla stagione appena conclusa gli aggettivi: entusiasmante e costruttiva”, afferma il DS martinese. “Entusiasmante perché giorno dopo giorno e gara dopo gara si è creato attorno alla società unattenzione particolare che ha permesso di raggiungere questo risultato finale in cui, all’inizio dell’anno, pochi credevano di poter ottenere. Costruttiva in quanto con l’avvento della nuova presidenza che ha portato nuova linfa e diverse novità, credo sia iniziato un nuovo percorso che se supportato da tutti, contribuirà a ‘costruire’ qualcosa di importante sia per la squadra maggiore che per il settore giovanile”.

L’elemento “cardine” su cui è stato costruito l’ottimo campionato dei ragazzi di coach Russo è da attribuire per Valzani “all’organizzazione societaria e al feeling società-squadra-tifosi, oltre al duro e costante lavoro in palestra svolto dallo staff tecnico-medico insieme ai suoi atleti”.

Con la linea “giovani” lanciata dalla società a inizio anno sia all’intero del roster che nello staff tecnico, gli obbiettivi centrati a fine campionato dal team di Aldo Russo risultano certamente importanti, in quanto non erano da mettere in preventivo nell’immediato ma più sulla lunga durata.

Aver scelto la linea giovani è stata sì una necessità, scaturita dal budget a disposizione, ma anche la volontà di concepire qualcosa di diverso rispetto alle precedenti esperienze e cioè quella di non scegliere atleti esperti e navigati, bensì gente con quasi zero esperienza ma con ‘la voglia di affermarsi’ e dalla grande fame” .

In parallelo con la prima squadra, è stato un anno di soddisfazione anche per il settore giovanile.

Anche per il settore giovanile è stata un’annata positiva grazie al lavoro svolto insieme alla società satellite della Polisportiva Martina ed alla collaborazione instaurata con la Pallacanestro Crispiano, dove non vanno evidenziati solo i risultati finali (vedi semifinale regionale under 17, ndr) ma in primis l’aumento dei partecipanti ai corsi di mini basket, i diversi progetti sviluppati in varie scuole per la propaganda del gioco del mini basket e infine il coinvolgimento dell’head coach della prima squadra nella struttura del settore giovanile (coach Russo ha allenato il gruppo 2000/01, ndr). Anche in questo ambito abbiamo creato nuovo entusiasmo e nuove iniziative per costruire qualcosa di importante”.

Rispetto all’estate 2013, in cui si rischiava la non iscrizione al campionato, la situazione in casa DueEsse è cambiata radicalmente e in meglio. Merito dell’impegno della famiglia Scatigna, degli sponsor principali e di tutta la dirigenza, DS compreso. C’è da chiedersi quindi se, a differenza di due estati fa e sulla scia della stagione appena conclusa, si possa ripartire da una base più solida per garantire un futuro duraturo e di livello alla Martina del basket.

Sicuramente rispetto all’estate 2013 siamo in una situazione diversa. In quell’occasione abbiamo lavorato per salvare la società, oggi grazie al sempre costante impegno della famiglia Scatigna, al contributo degli altri sponsor ed al lavoro della dirigenza che rispetto al passato vede il coinvolgimento di nuove persone, si pensa come dicevo prima, a costruire qualcosa di diverso. Ma siamo ancora al punto di partenza e sono certo che il Presidente Schiavone con il suo entusiasmo e la sua passione continuerà a fortificare e a far crescere ancor di più la struttura societaria che però, posso garantirvi, è già riconosciuta sul territorio nazionale per la sua buona organizzazione. Lavoriamo in maniera da poter ambire, in un futuro quanto più prossimo possibile, a qualcosa di importante”.

Nelle prossime settimane, dunque, sarà il momento di pensare al futuro e alla stagione 2015/16.

L’A.S. 2014/15 si chiude al 30 di Giugno ed in questo periodo dove tutto è fermo per quanto riguarda i roster, la società sta lavorando per concludere l’annata appena terminata e programmare il nuovo campionato, fissando il budget a disposizione. Pertanto credo che si dovrà attendere ancora un po’, prima di avere novità riguardanti la composizione di staff e squadra in ottica stagione 2015/16”.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author