Serie B gir.D: Geofarma a Maddaloni dopo tre vittorie esterne di fila

Ancora una trasferta in vista per la Geofarma reduce dal convincente successo di Taranto. Dopo tre derby di fila è la volta della Campania. E’ un buon momento quello della squadra di Alessandro Lotesoriere, probabimente il migliore della stagione dati alla mano, da quel rientro post-natalizio macchiato da una prova scialba ed incolore di Isernia, sono arrivati 8 punti su 12 a disposizione, tre vittorie esterne di fila con Vasto, Francavilla e appunto Casa Euro Taranto, con una media di canestri subita appena superiore ai 70 punti – se pensiamo che Agropoli ne ha fatti 88 al Pala Pinto, nelle restanti 5 si abbassa ulteriormente a 65 – statistica nettamente in miglioramento se paragonata agli 80 punti di media subiti nelle precedenti 14 di campionato. E’ proprio vero l’attacco vende i biglietti, la difesa vince le partite. Una squadra che col passare del tempo sta attingendo con sempre più continuità dai bonus della panca e l’ultima sfida con i 5 punti di Pavone e i 17 di Calò ne rappresenta lieta conferma, una squadra che in questi ultimi due mesi ha acquisito una mentalità ed una tranquillità tali da permetterle di sopperire alle assenze di Salamina (17 minuti in panca) o di Lillo Leo (10 minuti) senza dover accusare particoloari momenti di panico o scollamento.

Domenica si torna in Campania dicevamo, sul parquet di un’avversaria di valore come Maddaloni e si riaffaccia viva alla memoria l’incredibile partita dell’andata, quando a 2 minuti dalla sirena sembrava inevitabile la vittoria dei ragazzi, giusto coronamento di una gran gara confezionata fino a quel momento limitando al massimo Desiato e compagni. Non fu così, 120 secondi di black out, difesa da mani sugli occhi e ospiti a banchettare in un finale shock, letteralmente regalato, con il palymaker campano a firmare dalla lunetta il sorpasso e la beffa, ad 1 secondo dalla fine. 24 punti per i campani, tre vittorie di fila dopo lo stop interno con Palermo, non ci sarà Biagio Sergio accasatosi già da una settimana alla Mens Sana Siena, presenza fin qui costante nelle aree avversarie con un paniere di punti e rimbalzi importante (14.1 e 10) e la mancanza della forte ala maddalonese si è già fatta sentire nell’ultima trasferta di Francavilla vinta sul filo di lana. Al suo posto Ferdinando Matrone in arrivo da Scafati, A2 Silver, giovane lungo (202 cm) che può disimpegnarsi sia da 4 che da 5.

“La gara di domenica è molto importante per noi che vogliamo continuare ad inseguire il “sogno” play off.” Sono le parole di Antonello Pavone, ventenne prezioso prodotto del vivaio giovanile, anche lui in crescita in quest’ultimo periodo positivo. “Non sarà facile vincere – continua il giovane numero 7 – perchè Maddaloni è una squadra tosta, dotata di buoni giocatori, che in casa difficilmente fallisce. Abbiamo il sassolino della gara d’andata, persa davvero con grande rammarico, perchè l’avevamo condotta sin dall’inizio e fino a una manciata di secondi dalla sirena. Poi ci siamo fatti beffare, forse ingiustamente, con 2 falli che potevano anche non essere fischiati. Quella gara però è ormai archiviata, pensiamo a riscattarci e alla voglia che abbiamo di continuare a mostrare le nostre grandissime qualità. Siamo in un ottimo momento, giochiamo ad alti livelli e siamo riusciti anche a mettere in grande difficoltà le prime della classe. Il lavoro è fondamentale e noi lavoriamo sodo per preparare al meglio questa gara, ci teniamo tanto a continuare su questi standard e magari riuscire a cogliere la quarta vittoria esterna di fila.”

Tris esterno in mano. Andiamo a cercarlo questo poker.

Devi dare il 100 per cento nella prima metà del gioco. Se questo non è sufficiente, nella seconda metà, devi dare ciò che è rimasto.”

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author