Serie B gir.D: Geofarma beffata dal Venafro nell'ultima stagionale al Pala Pinto

Termina senza vittoria l’ultima casalinga della Geofarma, Venafro fa il colpo e porta a casa i due punti con le ottime prove di Petrazzuoli e Lovatti autori degli ultimi punti del 78-76 della penultima di campionato al Pala Pinto. Coach Lotesoriere dà spazio a chi durante l’anno ha giocato meno e dopo 7 minuti perde capitan Salamina per un colpo al ginocchio, Leo resta in campo solo 19 minuti e Teofilo è costretto ad uscire per cumulo di falli (dubbio il tecnico che lo estromette definitivamente dalla gara) al 25’. Gara che però rimane dall’esito incerto sino allo scoccare della sirena grazie alla prova tutto cuore e bottino pieno di Andrea Chiriatti (21), al buon impatto di Musci e Calò. Ci si poteva congedare con i due punti ma un applauso ideale a questi ragazzi, che a fine gara hanno ringraziato con un striscione un pubblico sempre presente sulle gradinate molesi a sostenerli ed incitarli.

LA GARA Play off ormai svaniti, salvezza in tasca da un bel pò, coach Lotesoriere parte con Pavone e Musci in quintetto per Leo e Didonna, la squadra però comincia a giocare a basket in differita e lascia campo ad un buon Venafro slanciato dal bottino di Petrazzuoli e dalla sapiente regia di Lovatti (14-23). Nel secondo quarto pronti via e Salamina va ko per un atterraggio d’emergenza sul ginocchio ma le triple di Leo e Didonna regalano la parità (30-30) al minuto 16, poi Lovatti con una tripla (non sarà l’unica di serata) a fil di sirena riallarga la forbice per i passanti (33-39).

Festa del basket molese nell’intervallo con tutto l’impianto giovanile – dai primi passi del basket fino all’Under 19, passando per l’under 15 e Under 17 ancora impegnate nelle fasi cruciali dei propri campionati – a sfilare sul parquet e a prendersi gli applausi meritati del numeroso pubblico.

Teofilo in cattedra nella terza frazione, un pò Jeykill e un pò Hyde: prima trascina i suoi e con cinque punti in serie regala il primo vantaggio della serata (48-47) al 29’, subito dopo però commette un quarto fallo (dubbio) e a detta della coppia arbitrale protesta quel troppo in più che gli vale il tecnico e l’uscita a tempo indeterminato dal parquet, con il quarto decisivo ancora da giocare. Petrazzuoli ringrazia con i tre liberi e coadiuvato dal solito mortifero Lovatti dalla lunga distanza ancora sul gong, stavolta del terzo quarto, porta il Venafro a +5 (50-55). L’ultima frazione è una girandola di emozioni, pure priva dei tre senior la Geofarma prova a gettare il cuore oltre l’ostacolo con il solito indomabile Chiriatti (21) a correre e sbuffare addosso ai portatori di palla molisani, Calò e un buon Musci sotto le plance. L’elastico nel punteggio è da luna park, Mola ricuce per ben due volte il disavanzo di sette lunghezze: la prima con un 9-0 griffato Chiriatti (59-68), la premiata ditta Lovatti-Petrazzuoli-Minchella imbuca da tre e ricostruisce il + 7 (63-70), annullato ancora una volta dai padroni di casa con due ganci di Musci e i canestri piedi in aria di Chiriatti e Calò (71-72). La palma di mvp però va a prendersela il play Lovatti, proprietario delle ultime due triple scagliate in buca (22 punti, 6 su 10 dall’arco dei 6,75) nelle ultimissime battute (71-75). La Geofarma prova a bloccare subito il cronometro e mandare Venafro in lunetta ma gli arbitri giudicano antisportivo un fallo di Chiriatti a 26 secondi dalla fine: lunetta e possesso per gli atleti in casacca blu, che mettono in cassaforte i due punti con i liberi di Petrazzuoli mentre stavolta sul gong arriva la tripla di Chiratti che riduce ad un solo canestro la differenza finale tra i due roster.

Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author