Serie B gir.D: la Geofarma di scena a Francavilla

La strada e’ quella giusta, la classifica domenica non si è mossa vero, ma Agropoli, la capolista indiscussa di questo torneo, ha tremato, a più riprese, di fronte ad una Geofarma che ha giocato col cuore tra le mani, con grande concentrazione e su quel parquet ci ha riversato tutta se stessa. E tanto basta, ha vinto, pur non avendo ottenuto punti. Nell’ultimo quarto il calo, probabilmente fisiologico, un attimo di ritardo nelle chiusure difensive e lì, in quegli attimi, i campani hanno tirato fuori tutta la loro classe, essere a -10 ad un quarto dalla fine e riuscire a rientrare non è mai semplice anche per chi è abituato a vincere, ennesimo plauso a loro, ma questo gruppo biancoazzurro cresce, vuole far bene, Palermo, Vasto, Agropoli, tre tappe di un percorso interno di miglioramento che si rispecchia sul parquet e nel canestro. La missione ora è continuare, progredire ancora, il calendario ci mette difronte Francavilla cenerentola di questo campionato, una vittoria esterna a Venafro e solo sconfitte, ma se crediamo possa essere una passeggiata, abbiamo sbagliato tutto. Questa è una gara dififcile quanto se non di più delle precedenti, perchè il problema è nella nostra testa, approcciare con la boria di chi crede i due punti siano dovuti sarebbe una condanna, andremmo incontro a severa lezione, i brindisini hanno un pregio, grande, quello di lottare e ringhiare su tutte le palle, la loro giovane età, la loro voglia smisurata di far bene di trasformare il rettangolo di gioco in un palcoscenico con vista sul futuro, glielo consente, in più rispetto alla gara di andata il Soavegel potrà disporre di nuove pedine come Gonzalo Beltran e l’Ex Martina Andrea Vignali, giocatori più esperti del gruppo che assieme al diciannovenne Gorreri (miglior marcatore con 13 punti per incontro) e il nuovo arrivo Izzo, via Scafati, costituiscono elementi di maggior classe del roster di coach Olive. Ed è proprio un giovane della squadra di coach Lotesoriere, Emanuele Calò, buon minutaggio nelle ultime gare (14 minuti di media in stagione), anche lui in crescita in questo ultimo periodo, ad analizzare il buon momento Geofarma e la sfida col Francavilla, per la quale c’è da monitorare la caviglia di Teofilo mentre il capitano Salamina ha recuperato dall’affaticamento muscolare: “Domenica con Agropoli abbiamo giocato una gara stupenda – commenta il diciannovenne playmaker fasanese – arrivando ad amministrare un vantaggio di 10 lunghezze nel terzo quarto, poi negli ultimi minuti loro sono saliti di tono e noi siamo calati in difesa, purtroppo non siamo più riusciti a trovare il canestro con la facilità dei primi tre quarti ed è finita come sappiamo. Ma non ci perdiamo d’animo, sappiamo di essere in un buon momento e dovremo confermarlo a Francavilla, contro la squadra più giovane del campionato, che corre tantissimo e ci mette grinta a volontà in tutte le gare, sono in crescita anche loro e lo dimostrano le sfide recenti perse solo nel finale con Taranto e Venafro. Noi dovremo fare una grande gara in difesa e poi concretizzare nella fase offensiva, la brutta predisposizione “mentale” di Isernia deve farci da monito, non dovremo assolutamente ripetere i tanti errori commessi in Molise, contro un avversario simile al prossimo. Non sarà una partita semplice e dovremo impegnarci a fondo per portare a casa i due punti, ma siamo fiduciosi e stiamo lavorando bene, queste sono ottime basi da cui ripartire”

Se pensiamo che la sfida di domenica sarà più difficile di quella precedente abbiamo lavorato bene, e i tabelloni luminosi saranno nostri amici.

“L’atteggiamento è una piccola cosa che fa grandi differenze.”

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author